pane arabo

Dubbi, consigli, attrezzi & c

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

pane arabo

Messaggioda maria rita » 28 mag 2011, 17:33

Spulciando ne database ho trovato questa ricetta , viene dal forum di C.I. ante diaspora.
Vorrei farla ma ho dubbi sulla quantità, mi sembra eccessiva, del ldb.
Se faccio un poolish con l'acqua, 100g di farina, lo zucchero e 5gr. di ldb, lascio gonfiare mezz'oretta e poi procedo come da ricetta dite che dovrei discostarmi molto dal risultato finale?
PANE ARABO

NAAN 2
Ingr. 460 gr di farina 00 e 0 miscelate, 150 gr di yogurt bianco, 130 ml di acqua, 2 cucchiai di olio di semi, sale, 20 gr di lievito di birra, un cucchiaino di zucchero, semi di sesamo, se si vuole, ma sono buonissimi nature.
Sciogliere il lievito nell’acqua a temperatura ambiente, con lo zucchero.
Mettere su un piano (o nell’impastatrice) la farina, il lievito sciolto, lo yogurt a temperatura ambiente, l’olio e iniziare ad impastare. Dopo qualche minuto, a lievito amalgamato, aggiungere il sale e continuare ad impastare fino ad ottenere una palla liscia e omogenea.
Porre a lievitare in una ciotola unta di olio di semi, coperto da un canovaccio, per un’ora in forno intiepidito.
Riprendere l’impasto e sgonfiare leggermente, senza rilavorare.
Staccare delle palline (circa 8-9 in totale) e stenderle col matterello fino a formare degli ovali di mezzo cm di spessore.
Porre sulla teglia con la quale verranno cotti e far lievitare ancora venti minuti.
Preriscaldare forno e grill combinato, a 190-200 gradi.
Sciogliere un po’ di margarina (in sostituzione del ghee) e far intiepidire leggermente. Pennellare la superficie dei naan e, volendo, cospargere con un po’ di semi di sesamo.
Cuocere per circa 4 minuti, poi estrarre la teglia, girare i naan e cuocere ancora per circa 3minuti.
Devono diventare appena dorati e restare morbidi.

Elena Di Giovanni
Macerata
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: pane arabo

Messaggioda Rossella » 28 mag 2011, 19:13

Mi sembrava di conoscerla :D eccola QUI.
Diminuirei il lievito di birra per la prima volta, poi mi lancerei anche diversamente :saluto:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: pane arabo

Messaggioda maria rita » 28 mag 2011, 19:25

grazie Rossella per la celere risposta, però non ho capito cosa intendi con "poi mi lancerei diversamente"
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: pane arabo

Messaggioda Luciana_D » 28 mag 2011, 20:48

Maria Rita,il naan e' un pane indiano. quello arabo non contiene yogurt.Da qualche parte dovrei avere una ricetta.
\la cerso :wink:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: pane arabo

Messaggioda maria rita » 28 mag 2011, 22:57

ecco perchè era diverso negli ingredienti!
non so proprio niente di cucina indiana :?
a questo punto mi incuriosice ancor di più.
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: pane arabo

Messaggioda Luciana_D » 29 mag 2011, 20:33

Maria Rita,questa e' una bella ricetta di pane arabo.


Arabic Bread
Khobz 'arabi


360g (20 oz – 2 1/2 cups) of strong white flour
150 g (8oz - 1 cup) of cake flour
1 teaspoon of salt
1 teaspoon of sugar
1 teaspoon of active dried yeast
15 ml (1 tablespoon) of olive oil
250 ml (10 fl oz - 1 1/4 cup) of lukewarm water (body temperature is best)
Yield 6 to 8 loaves.
1. Measure the flour. Sift flours and salt together in a bowl. Stir in the sugar. It is important to mix the dry ingredients first.

2. Dissolve the yeast with the water, and then stir in the oil and pour into a large bowl.

3. Gradually beat the flour into yeast mixture, and then knead the mixture to make soft dough.

4. Tip the dough onto a lightly floured surface and knead for 5 to 10 minutes until smooth and elastic. If you are using a food processor, run the machine for 1 minute. Add the dry ingredients first, then gradually add the liquids, Start at a low speed, and move up slowly. Always stand close to the food processor while is running.

5. Place the dough in a large bowl, dusted with extra flour. You can also use olive oil to grease the bowl. This will prevent the dough from sticking to the surface of the bowl. Cover the bowl with a damp kitchen towel and leave to rise in a warm place free of air drafts for 1 1/2 hour to 2 hours, or until doubled in bulk. I usually place my dough to rice in the cool oven.

6. Punch down the dough. On a floured surface, make a rope-like shape. Pinch off the dough to form 6 to 8 equal pieces, depending on how thin or thick you like your bread to be.

7. Roll out each ball of dough, with a rolling pin, into a circle of about 10 inches (25cm) and a thickness of 1/4 inch (6mm). Set aside covered for ten minutes.

8. Place dough in a preheated oven with temperature of 220 oC (425 oF – Gas mark 7).

9. Cook the bread for 3 to 5 minutes. Your bread is ready when the hollow pocket has formed and the bread is slightly browned on the edges and on the top.

10. Arabic bread is best eaten hot out of the oven because it tends to dry out quickly. If you want to store the bread for later consumption, allow the bread to cool, flatten, then store in plastic bags. You can refrigerate or freeze the bread.


La tradurro' al piu' presto :)
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: pane arabo

Messaggioda maria rita » 30 mag 2011, 7:38

Grazie Luciana, nel pomeriggio provo a tradurre e appena mi libero della "folla" (gli operai che assediano la mia casa) la provo
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: pane arabo

Messaggioda maria rita » 30 mag 2011, 18:42

Per favore, prova a dare un occhio alla traduzione: qualche volta sono andata a senso, qualche termine non lo conosco e non l'ho trovato sul vocabolario.

Arabic Bread
Khobz 'arabi

360g farina forte
150 g farina fiore
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di lievito in polvere (LdB disidratato)
15 ml d’olio d’oliva
250 ml (10 fl oz - 1 1/4 cup) acqua tiepida
Yield(quantita') dose per 6 / 8 pani

Pesate la farina, Setacciate insieme in una ciotola le farine ed il sale. Aggiungete lo zucchero e mescolate. E’ importante mescolare prima gli ingredienti asciutti.

Sciogliete il lievito nell’ acqua. Aggiungete l’olio, mescolate e versate in una ciotola grande.
Poco alla volta aggiungete la farina e lavorate bene l’impasto finchè diventa soffice.

Rovesciate l’impasto, su un piano leggermente infarinato, copritelo e aspettate cinque o dieci minuti finchè diventa liscio ed elastico. Se usate l’impastatrice fate andare la macchina per un minuto. Aggiungete prima gli ingredienti secchi e poi, gradualmente, i liquidi. Azionate la macchina a bassa velocità.Controllate la macchina mentre e' in funzione.

Ponete l’impasto in una grande ciotola spolverata leggermente con farina forte. Potete anche usare olio d’oliva per ungere la ciotola per evitare che l’impasto attacchi. Coprite con un canovaccio umido e mettete a lievitare in luogo caldo e senza correnti d’aria per un tempo variabile da 1ora e mezz’ora a due ore, o finchè raddoppiato di volume. In genere metto il mio impasto nel forno spento.

Sgonfiate l'impasto e trasferitelo su un piano infarinato e formate ub salsicciotto. Dividete l’impasto in 6-8 parti, dipende da come preferite debba essere il vostro pane: sottile o spesso.

Fate delle palline d’impasto ed appiattitele col mattarello in dischetti di circa 25 cm di diametro e 6 mm di spessore.. lasciateli coperti per 10’

Preriscaldate il forno a 220°

Cucinate il pane per 3-5 minuti. Il vostro pane sarà pronto quando si è formata la tasca vuota ed il pane sarà leggermente scurito sul bordo e sopra.

Il pane arabo è migliore se mangiato caldo e appena sfornato perchè tende a seccare rapidamente. Se volete conservarlo per consumarlo più tardi lasciatelo raffreddare disteso e poi conservatelo in buste di plastica. Potete anche surgelarlo.
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: pane arabo

Messaggioda Luciana_D » 30 mag 2011, 21:06

La tua traduzione e' perfetta Maria Rita.Ho giusto aggiunto le poche cose che avevi lasciato in sospeso.
Attendo di vedere i tuoi pani :D
Io li cuocio direttamente sul fuoco su una piastra antiaderente.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: pane arabo

Messaggioda maria rita » 30 mag 2011, 23:16

Grazie! OK per il pane. Con domani l'elettricista dovrebbe aver finito...di staccare la luce ogni momento. Appena mi riapproprio della cucina e del forno procedo
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova


Torna a Carabattole e pignate

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee