° Pane alle Patate : ricetta Giorilli

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Re: Pane alla patate

Messaggioda Clara » 26 apr 2009, 18:15

Questo Ugo? :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6382
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Pane alla patate

Messaggioda Luciana_D » 26 apr 2009, 18:38

Magnifico Sandra :shock:
Adesso mi tocchera' fare anche questo....... fuori la ricetta! :cry:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pane alla patate

Messaggioda jane » 26 apr 2009, 19:37

sono bellissimi, Sandra, Bravo :roll: vite la recette.... grazie *smk*
Immagine
Avatar utente
jane
 
Messaggi: 1119
Iscritto il: 16 ott 2007, 21:45
Località: France, Isère, vicino a Vienne

° Pane alla patate (fresche)

Messaggioda Sandra » 26 apr 2009, 22:23

Immagine

Pane di patate

Parto dalla patata la Rosenval,ovvero la patata rossa o rosa

Immagine

Il vantaggio di usare una patata con un certo gusto e soprattutto di non usare fiocchi di patate é innegabile,altrimenti perche’ usarla ?Per la consistenza la morbidezza ed il colore vero ma in realta’ una volta si usava fare questo pane quando si era in carenza di grano quindi di farina,era un pane povero insomma,quindi ora, a parte la recessione ,meglio usare almeno una patata con un certo carattere.

Ho fatto meta’ dose rispetto alla ricetta originale quindi :

Ingredienti
325 gr di patate pelate(nella ricetta le grattava solo,le mie ovviamente vecchiotte ,visto l’epoca dell’anno, ho preferito sbucciarle)
315 gr di caputo rossa (nel blog si usa una farina 1-2 italiana ovvero una T65 T55 francese)in mancanza usate manitoba.
8 gr di lievito fresco (equivale a circa il cucchiaino di lievito secco istantaneo indicato.)
2 cucchiaini di sale
1 cucchiaio di olio di oliva.
70/80 ml di acqua di cottura delle patate.

Preparazione
Pelare le patate e tagliarle a fette di 3-4 cm e farle cuocere in acqua con un cucchiaino di sale per circa 15 mn,finche’ il coltello le trafigga facilmente.
Scolarle,conservando l’acqua e lasciarle seccare e raffreddare almeno 20 minuti.
Misurare 80 ml di acqua di cottura e non gettare quella che resta, a seconda della farina usata potreste averne bisogno.


Nella ciotola della planetaria (con la foglia) o come piu’ vi piace riducete in purea le patate.Aggiungete l’olio,otterrete una specie di purea densa.

Sciogliete (qui ho cambiato la ricetta) il lievito fresco negli 80 ml di acqua di cottura.
Montate il gancio della planetaria e lavorate per prima la purea con la farina,aggiungete poi il liquido (acqua di cottura piu’ lievito ) e lavorate inizialmente a bassa velocita’,aggiungete poi 1 cucchiaino di sale.Aumentate poi la velocita e lavorate almeno 15 minuti(nel testo originale é 11 minuti),finche’ l’impasto non si stacchi bene ed una bella maglia glutinica si sia formata.
Mettete la pasta in una ciotola oliata ,coprite con la pellicola e lasciate raddoppiare (sembra non fosse necessario,io l’ho fatto) circa un oretta( nel testo si parla di 30-45 minuti)

Infarinare un burazzo.
Sul piano di lavoro ben infarinato tagliate in 4 la palla di pasta lievitata e formate delle palline (tecnica chiusura sotto).Poi riprendete una pallina alla volta ,schiacciatela senza esagerare con il palmo della mano,arrotolare la pasta su se stessa verso di voi,con la mano sinistra,con la destra tirate un po’ sul lembo libero schiacciandolo e riportatelo sopra la parte arrotolata(insomma viene una specie di cannolo).
Appoggiare i panetti cosi’ formati sul burazzo infarinato,copriteli con altro burazzo ed aspettate che crescano circa 30 minuti.

Avrete nel frattempo acceso il forno e portato a 190°.Infornate quindi i panetti,io li metto direttamente sulla refrattaria,nebulizzate abbondantemente il forno.Fate cuocere per circa 35 minuti,finche’ non saranno belli dorati color miele.Fateli raffreddare su una griglia o in piedi come da foto almeno venti minuti prima di azannarli.
:D
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8435
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Pane alla patate

Messaggioda cinzia cipri' » 26 apr 2009, 22:28

e domani si fa...
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Pane alla patate

Messaggioda stroliga » 26 apr 2009, 23:12

avevo dei problemi a capire allora:

"Definizione di Burazzo
Wikipedia Italiano - L'enciclopedia libera
Il burazzo è un sostantivo di origine dialettale (buràz) correntemente utilizzato in Emila-Romagna per indicare lo strofinaccio.
Il termine è la storpiatura di buratto, il panno di stoffa grezza utilizzato per abburattare, cioè per setacciare la farina." ;-))

Bello sto pane, mi sa che prima o poi D:Do
****************************
Licia
“Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avete fatto, ma da quelle che non avete fatto.
Allora levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele.
Esplorate. Sognate. Scoprite.” (Mark Twain)

“Se avete costruito castelli in aria, il vostro lavoro non sarà sprecato: è quello il posto in cui devono stare.E adesso metteteci sotto le fondamenta.” David Thoreau
Avatar utente
stroliga
 
Messaggi: 1274
Iscritto il: 14 lug 2007, 8:27
Località: Bugliaga dentro - VCO

Re: Pane alla patate

Messaggioda Sandra » 26 apr 2009, 23:28

stroliga ha scritto:avevo dei problemi a capire allora:

"Definizione di Burazzo
Wikipedia Italiano - L'enciclopedia libera
Il burazzo è un sostantivo di origine dialettale (buràz) correntemente utilizzato in Emila-Romagna per indicare lo strofinaccio.
Il termine è la storpiatura di buratto, il panno di stoffa grezza utilizzato per abburattare, cioè per setacciare la farina." ;-))

Bello sto pane, mi sa che prima o poi D:Do


:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Mi capita spesso di fare confusione fra burazzo e strofinaccio,non so mai quale sia quello buono :lol: :lol: :lol:
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8435
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Pane alla patate

Messaggioda Luciana_D » 27 apr 2009, 6:44

stroliga ha scritto:avevo dei problemi a capire allora:

"Definizione di Burazzo
Wikipedia Italiano - L'enciclopedia libera
Il burazzo è un sostantivo di origine dialettale (buràz) correntemente utilizzato in Emila-Romagna per indicare lo strofinaccio.
Il termine è la storpiatura di buratto, il panno di stoffa grezza utilizzato per abburattare, cioè per setacciare la farina." ;-))

Bello sto pane, mi sa che prima o poi D:Do

Ah,menomale perche' ero gia' in crisi cercando di capire che carabattola fosse :lol:
Il pane lo faro' certamente.Il prossimo in lista :D
Grazie Sandra *smk*
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pane alla patate

Messaggioda cinzia cipri' » 27 apr 2009, 6:49

Luciana_D ha scritto:
stroliga ha scritto:avevo dei problemi a capire allora:

"Definizione di Burazzo
Wikipedia Italiano - L'enciclopedia libera
Il burazzo è un sostantivo di origine dialettale (buràz) correntemente utilizzato in Emila-Romagna per indicare lo strofinaccio.
Il termine è la storpiatura di buratto, il panno di stoffa grezza utilizzato per abburattare, cioè per setacciare la farina." ;-))

Bello sto pane, mi sa che prima o poi D:Do

Ah,menomale perche' ero gia' in crisi cercando di capire che carabattola fosse :lol:
Il pane lo faro' certamente.Il prossimo in lista :D
Grazie Sandra *smk*



pero', secondo me, nel contesto si capiva che stava parlando di un torcione...
io ero indecisa se voleva intendere una mussola piuttosto
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Pane alla patate

Messaggioda Sandra » 27 apr 2009, 8:29

Potrei dedurre da questa conversazione che su questo forum c'é sempre qualcosa da imparare :lol: :lol: :lol: *smk*
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8435
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Pane alla patate

Messaggioda Rossella » 27 apr 2009, 18:01

Sandra ha scritto:Potrei dedurre da questa conversazione che su questo forum c'é sempre qualcosa da imparare :lol: :lol: :lol: *smk*

...con una bella dose di U M I L T A' che non guasta mai :wink:
grazie per quello che siete!!!
vvb *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pane alla patate

Messaggioda Danidanidani » 27 apr 2009, 18:08

Ora ho capito pure io! Insomma, un canovaccio! :D :D *smk* *smk*
Daniela Del Castillo
le mie foto qui:
http://www.flickr.com/photos/8594434@N08/?saved=1
Immagine
Avatar utente
Danidanidani
 
Messaggi: 2803
Iscritto il: 26 nov 2006, 0:01
Località: Macerata Feltria

Re: Pane alla patate

Messaggioda ugo » 27 apr 2009, 20:18

Clara ha scritto:Questo Ugo? :D

Si,grazie Clara.
:saluto: :saluto:
Ugo
Ciò che esisteva ai tempi di Careme,esiste ancor oggi ed esisterà per quanto tempo sarà dato alla cucina di vivere.
A.Escoffier Novembre 1902
Avatar utente
ugo
 
Messaggi: 670
Iscritto il: 11 gen 2008, 17:43

Re: Pane alla patate

Messaggioda cinzia cipri' » 28 apr 2009, 10:11

e' in lievitazione.... vediamo che succede
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Pane alla patate

Messaggioda cinzia cipri' » 28 apr 2009, 12:11

non so se saro' in grado di attendere tutti questi minuti prima di divorarli, sai? ;)
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Pane alla patate

Messaggioda Sandra » 28 apr 2009, 13:15

Li possiamo vedere prima che li divoriate tutti,ti ricordo che sei a dieta? :lol: :lol: :lol: :D *smk*
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8435
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Pane alla patate

Messaggioda cinzia cipri' » 28 apr 2009, 15:22

Sandra ha scritto:Li possiamo vedere prima che li divoriate tutti,ti ricordo che sei a dieta? :lol: :lol: :lol: :D *smk*



sono stata bravissima sandra: mi sono limitata a mangiare due gallette di riso (oddio che schifo! ahahah)
ora immaginate la scena... io che miro e rimiro sti panini e nel frattempo mi nutro di gallette di riso e mais e mangio insalata... di una tristezza sconfinata...
faceva tanto modella anoressica...
stasera ne mangero' un pezzettino...
i miei non sono scuri come i tuoi, ma era facilmente prevedibile visto che non ho trovato le patate rosse e non ho agginto malto.
Sono dei bei panini.
Prox volta patate rosse.
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Pane alla patate

Messaggioda Sandra » 28 apr 2009, 16:40

Forse li avrai cotti meno Cinzia,non é la patata rossa che da colore!! :lol: :lol: :lol:Il colore gli viene conferito dalla presenza degli amidi della patata. Niente malto comunque :D
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8435
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Pane alla patate

Messaggioda cinzia cipri' » 28 apr 2009, 16:45

Sandra ha scritto:Forse li avrai cotti meno Cinzia,non é la patata rossa che da colore!! :lol: :lol: :lol:Il colore gli viene conferito dalla presenza degli amidi della patata. Niente malto comunque :D


per me erano gia' troppo, volevo si mantenessero morbidi e invece stava facendo una crosta spessa.
Ricetta del tutto invariata, ha gonfiato moltissimo l'impasto prima che lo tagliassi e stendessi: mi aspetto qualche "bubbone di aria" all'interno.
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Pane alla patate

Messaggioda Luciana_D » 28 apr 2009, 18:00

Sandra ha scritto:Forse li avrai cotti meno Cinzia,non é la patata rossa che da colore!! :lol: :lol: :lol:Il colore gli viene conferito dalla presenza degli amidi della patata. Niente malto comunque :D

Sai come si fanno diventare dolci le patate? gli si fa' prendere freddo (in frigo)
Il freddo tramuta l'amido in zucchero.
Ecco perche' certe volte le potatoes sono dolci e buone :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

PrecedenteProssimo

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee