Pandoro di Rolando Morandin

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Rossella » 12 dic 2013, 7:15

Luciana_D ha scritto:A me il pandoro di casa non sconfinfera :sad: sento troppo il burro.

che dipenda dal burro che hai utilizzato? Noi lo abbiamo trovato sublime e a giorni replicherò :hi ( e che Dio me la mandi buona) :lol: :lol: :lol:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda anavlis » 12 dic 2013, 9:16

...o il calore dell'impasto nella lavorazione :|?
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10429
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda anavlis » 12 dic 2013, 9:34

Preso da dolcinema che avevo segnalato già nella pagina precedente (nel sito ci sono pure le foto)

Ricetta del maestro Rolando Morandin
Ingredienti (2 pandori da 1 kg):

1° impasto:
• 215 g di lievito madre
• 435 g di farina forte (per lievitati)
• 175 g di acqua
• 190 g di zucchero semolato
• 270 g di tuorlo
• 215 g di burro
2° impasto:
• 1° impasto
• 215 g di farina forte
• 110 g di crema pasticcera
Emulsione:
• 185 g di burro
• 35 g di burro di cacao
• 55 g di tuorlo
• 45 g di miele
• 45 g di zucchero semolato
• 13 g di sale
• 1 bacca di vaniglia
Percentuali:
1° impasto: 2° impasto:
Ingrediente % Ingrediente %
Lievito Madre 14,4 Farina 31,2
Farina 28,9 Crema Pasticcera 15,6
Acqua 11,6 Burro 26,5
Zucchero 12,7 Burro di cacao 4,7
Tuorlo 18 Tuorlo 7,8
Burro 14,4 Miele 6,2
Zucchero semolato 6,2
Sale 1,8

Preparazione:

Si inizia sempre con i 3 rinfreschi del lievito madre (cliccando vi porta nella spiegazione che è all’interno della ricetta del Panettone).

1° impasto pandoro:

Versiamo in planetaria il…
lievito naturale, la farina e l’acqua e cominciamo ad impastare a velocità medio bassa (velocità 1 con impastatrice kenwood) usando l’attrezzo gancio…


…appena l’impasto diventa abbastanza compatto e il glutine comincia ad incordarsi (glutine che diventa elastico)all’incirca 10 minuti aggiungiamo i tuorli piano piano insieme allo zucchero;



…infine inseriamo il burro morbido a pezzetti poco per volta. Ogni volta aspettiamo che l’abbia incorporato per bene e aggiungiamo altra dose di burro. Questa operazione la facciamo almeno in 3 volte.



Dopo circa 40 minuti di lavorazione avremo ottenuto un impasto molto ben incordato come vedete in foto …



…a questo punto lo mettiamo in un contenitore a lievitare per 12 ore circa (se il lievito ha la giusta forza) o comunque fino a che non sarà triplicato il volume alla temperatura di 28/30°C. Se non avete una cella di lievitazione potete metterlo in forno con lucetta accesa che dovrebbe mantenere una temperatura vicino ai 28°C. Aggiungete un pentolino di acqua calda per dargli l’umidità, o in alternativa coperto con pellicola trasparente. Per essere certi che abbia triplicato il volume potete mettere un nastro adesivo a livello dell’impasto prima della lievitazione così potrete vedere meglio l’evoluzione della lievitazione…


2° impasto pandoro:
mettiamo in planetaria il 1° impasto con la farina e la crema pasticcera e impastiamo a velocità 1 per 15 minuti stando sempre attenti a far incordare l’impasto;

…prepariamo ora l’emulsione mettendo tutti gli ingredienti in un contenitore e con il frullatore ad immersione lavoriamo fino ad avere un bel composto fine e cremoso. Il burro di cacao andrà sciolto al microonde o a bagnomaria…


…aggiungiamo in più volte l’emulsione, aspettando ogni volta che l’impasto abbia assorbito tutto…



Tenete presente che tutta l’operazione d’impasto dura solitamente intorno ai 40 minuti.
Impastando a bassa velocità di solito l’impasto non andrà mai oltre i 26°C, nel caso doveste accorgervi che l’impasto vi sembra leggermente tiepido, fermate la lavorazione e mettete 15 minuti l’impasto in frigorifero e poi riprendete la lavorazione, altrimenti si potrebbe rovinare il glutine.
Alla fine dovreste avere un impasto come in foto, come vedete ben incordato.


Finita la lavorazione facciamo riposare l’impasto per 30 minuti circa (in gergo si dice puntatura) ad una temperatura di 28/30°C coperta con foglio di pellicola trasparente o con un pentolino di acqua calda all’interno della cella di lievitazione o forno con luce accesa.
Nel frattempo prepariamo gli stampi imburrandoli bene anche negli spigoli e facendo attenzione a ungere uniformemente …


…terminata la puntatura procediamo a fare le porzioni che dovranno essere per ogni stampo da 1 kg di 1100 g d’impasto (detta anche pezzatura).
Infine se possibile ungiamo un piano di marmo con del burro ungendoci anche le mani, questo per via dell’impasto che risulta essere abbastanza molle e appiccicoso, e passiamo a dare la forma arrotondata (detta anche pirlatura) cercando di portare la pasta dai bordi verso la parte sottostante in modo da dare forza all’impasto per la lievitatura. Facciamo riposare per 10/15 minuti e ripetiamo l’operazione terminata la quale li metteremo negli stampi stando attenti a non rivoltarli ma lasciando la parte inferiore a contatto con la base dello stampo…



Mettiamo a lievitare, coperto con pellicola trasparente, a 28/30°C fino a che raggiunga 1 o 2 cm circa dal bordo superiore (6/8 ore se il lievito ha la giusta forza)…


…una volta lievitati li lasciamo a temperatura ambiente per 10/15 minuti e poi inforniamo (parte bassa del forno) a 170°C per i primi 10 minuti e a 160°C per altri 30 minuti circa. Aprire la valvola del forno per chi ce l’ha o lasciare aperta una fessura dello sportello mettendo in mezzo una forchetta negli ultimi 10 minuti di cottura. In totale sono 40/45 minuti circa.
Se vedete che vi si colora troppo nella parte superiore mettete un foglio di alluminio



…una volta terminata la cottura lasciamo raffreddare minimo per 1 ora. A questo punto li capovolgiamo su una griglia togliendo gli stampi e lasciando raffreddare per almeno altre 10 ore, trascorse le quali passiamo a confezionare mettendoli in un sacchetto di cellophane dove si possono conservare tranquillamente per 15 giorni.
Mi raccomando non toglieteli subito dagli stampi perchè si affloscerebbero come potete vedere in foto (quello a sinistra è stato tolto subito mentre quello a destra dopo 1 ora)…




Prima di aprirlo attendere almeno 48 ore, in questo modo il pandoro assorbirà bene tutti gli aromi.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10429
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Rossella » 12 dic 2013, 13:53

Preso da dolcinema che avevo segnalato già nella pagina precedente (nel sito ci sono pure le foto)

Silvana è diversa dalla ricetta di questo post?
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Patriziaf » 12 dic 2013, 16:53

anavlis ha scritto:Miki non ho capito cos'è accaduto! dopo 12 ore non era ben lievitato? per la seconda foto scrivi dopo 7 ore di lievitazione... a quale impasto fai riferimento?

Leggo solo ora.....no penso che abbia lievitato troppo.la seconda foto era a lievitazione finita(cioè dopo 12 h, perché sono rientrata a casa).la terza era a 7h di lievitazione,praticamente ha stralievitato.
anavlis ha scritto:...o il calore dell'impasto nella lavorazione :|?
neanche perché è stato un'ora in frigo prima del secondo impasto.Va bè, ho detto che ci riproverò.
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2640
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Patriziaf » 12 dic 2013, 18:51

se queste quantità sono per il pandoro da 1kg,tolgo il 25% dalle quantità scritte(almeno rischio di meno :ahaha: :ahaha: :ahaha: )
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2640
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda anavlis » 13 dic 2013, 8:28

miky ha scritto:se queste quantità sono per il pandoro da 1kg,tolgo il 25% dalle quantità scritte(almeno rischio di meno :ahaha: :ahaha: :ahaha: )


usa la ricetta iniziale, quella postata da Rosanna perchè già collaudata. Ho messo quanto trovato su quel sito per la procedura più che per la ricetta in sè. Se crea confusione si può togliere :|?
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10429
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Luciana_D » 13 dic 2013, 15:02

Ma fate uil pandoro di Pina :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Patriziaf » 13 dic 2013, 16:12

anavlis ha scritto:
miky ha scritto:se queste quantità sono per il pandoro da 1kg,tolgo il 25% dalle quantità scritte(almeno rischio di meno :ahaha: :ahaha: :ahaha: )


usa la ricetta iniziale, quella postata da Rosanna perchè già collaudata. Ho messo quanto trovato su quel sito per la procedura più che per la ricetta in sè. Se crea confusione si può togliere :|?

ho capito, però il mio contenitore per pandoro è da 750grrrrrrrrrrrrrrr! :thud: mi sembra che a Rossella ne siano usciti uno grande e uno piccino.
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2640
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Rossella » 13 dic 2013, 16:39

miky ha scritto:
anavlis ha scritto:
miky ha scritto:se queste quantità sono per il pandoro da 1kg,tolgo il 25% dalle quantità scritte(almeno rischio di meno :ahaha: :ahaha: :ahaha: )


usa la ricetta iniziale, quella postata da Rosanna perchè già collaudata. Ho messo quanto trovato su quel sito per la procedura più che per la ricetta in sè. Se crea confusione si può togliere :|?

ho capito, però il mio contenitore per pandoro è da 750grrrrrrrrrrrrrrr! :thud: mi sembra che a Rossella ne siano usciti uno grande e uno piccino.


Esatto : Thumbup :
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda misskelly » 13 dic 2013, 20:17

....dove si compra il burro di cacao?....il cioccolato bianco può sostituirlo?....altra cosa da chiedervi: la crema pasticciera è indispensabile? solo 50 gr, devo fare una dose intera :roll:
Giovanna ...e Spike Immagine
Avatar utente
misskelly
 
Messaggi: 1962
Iscritto il: 25 mar 2008, 17:45
Località: ISERNIA

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Rossella » 13 dic 2013, 20:30

misskelly ha scritto:....dove si compra il burro di cacao?....il cioccolato bianco può sostituirlo?....altra cosa da chiedervi: la crema pasticciera è indispensabile? solo 50 gr, devo fare una dose intera :roll:


Il burro di cacao, lo trovi nei negozi che vendono articoli di pasticceria, ma puoi sostituirlo con il cioccolato bianco, per la crema pasticcera fai una piccola dose.

Per la crema :
30 gr. di zucchero
20 gr. di maizena
125 gr. di latte
1 tuorlo
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Patriziaf » 13 dic 2013, 20:44

misskelly ha scritto:....dove si compra il burro di cacao?....il cioccolato bianco può sostituirlo?....altra cosa da chiedervi: la crema pasticciera è indispensabile? solo 50 gr, devo fare una dose intera :roll:

......io lo so dove si vende il burro di cacao!!!!!! ^sch^
anche qui da me è difficile da reperire,perciò stò centellinando quello regalatomi da Silvana *smk*
stasera ho impastato,pandoro per il contenitore da 750gr.
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2640
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda CETTY » 13 dic 2013, 22:05

misskelly ha scritto:....dove si compra il burro di cacao?....il cioccolato bianco può sostituirlo?....altra cosa da chiedervi: la crema pasticciera è indispensabile? solo 50 gr, devo fare una dose intera :roll:

Il burro di cacao lo trovi anche presso negozi che vendono cioccolato Ven....., non so se posso mettere il nome non vorrei :mazza: :D tra l'altro lo vendono in piccole mono dosi come un cioccolatino
CETTY
 
Messaggi: 405
Iscritto il: 21 nov 2012, 7:48

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda misskelly » 14 dic 2013, 0:29

Grazie ragazze!!!! : Thumbup :
Giovanna ...e Spike Immagine
Avatar utente
misskelly
 
Messaggi: 1962
Iscritto il: 25 mar 2008, 17:45
Località: ISERNIA

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Patriziaf » 14 dic 2013, 9:50

Non riesco a capire dove è il punto in cui sbaglio:questa volta l'emulsione l'ho fatta come ricetta
SAM_5205.JPG
ma al mometo di inserirla gradualmente,piano l'impasto non riesce ad incordarsi.l'ho rimesso in frigo,ma niente da fare
SAM_5206.JPG
l'impasto rimane sempre smollato! :-$ o :$ devo rinunciare per quest'anno?
incotemporanea ho impastato un altro panttone e tutto ok.
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2640
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Luciana_D » 14 dic 2013, 14:33

Se dentro c'e' miele e' lui il colpevole
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Patriziaf » 14 dic 2013, 17:27

Luciana_D ha scritto:Se dentro c'e' miele e' lui il colpevole

ma tra gli ingredienti dell'emulsione c'è anche il miele.Adesso riposa in......frigo dalle 11,00 .butto?
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2640
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Rossella » 14 dic 2013, 17:34

miky ha scritto:Non riesco a capire dove è il punto in cui sbaglio:questa volta l'emulsione l'ho fatta come ricetta
SAM_5205.JPG
ma al mometo di inserirla gradualmente,piano l'impasto non riesce ad incordarsi.l'ho rimesso in frigo,ma niente da fare
SAM_5206.JPG
l'impasto rimane sempre smollato! :-$ o :$ devo rinunciare per quest'anno?
incotemporanea ho impastato un altro panttone e tutto ok.


L'emulsione una volta fatta, l'hai messa in frigorifero?
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pandoro di Rolando Morandin

Messaggioda Patriziaf » 14 dic 2013, 17:50

Rossella ha scritto:
miky ha scritto:Non riesco a capire dove è il punto in cui sbaglio:questa volta l'emulsione l'ho fatta come ricetta
SAM_5205.JPG
ma al mometo di inserirla gradualmente,piano l'impasto non riesce ad incordarsi.l'ho rimesso in frigo,ma niente da fare
SAM_5206.JPG
l'impasto rimane sempre smollato! :-$ o :$ devo rinunciare per quest'anno?
incotemporanea ho impastato un altro panttone e tutto ok.


L'emulsione una volta fatta, l'hai messa in frigorifero?

è stata in figo da ieri sera a stamattina quando mi serviva da inserire nel secondo impasto,era anche abbastanza soda come da foto.
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2640
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

PrecedenteProssimo

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee