Panbrioche al pomodoro e profumato all'erbetta cipollina

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Panbrioche al pomodoro e profumato all'erbetta cipollina

Messaggioda rosanna » 2 feb 2011, 22:45

che accompagnava straccetti di vitello in salsa tonnata (mi sono dimenticata di fare la foto degli straccetti) L'aiutante di Giuliano ha messo per errore i semi di papavero nell'impasto :lol:

Immagine



Panbrioche
farina 1 Kg
lievito gr. 30
latte in polvere gr. 100
acqua gr. 500 circa
burro gr. 220
concentratto di pomodoro gr. 40
zucchero gr. 50
sale gr. 20
semi di papavero gr. 50

per gli strccetti
fesa di vitello gr. 400
tonno sott'olio gr. 250
vino bianco gr. 100
maionese gr. 250
una lattuga
un radicchio
prezzemolo
capperi gr. 80

Impasto diretto . Lavorare in planetaria : farina, latte in polvere , lievito ed acqua . Aggiungere il burro, il concentrato di pomodoro e quindi zucchero e sale. Tutti gli impasti li hanno messi in camera di lievitazione a 28 gradi per 30 -40 min. . ''NOI'' con quindici gr. di lievito facciamo lievitare un paio d'ore poi formiamo ed aspettiamo che raggiunga il bordo ed inforniamo a 180 gradi.

Saltare con poco condimento gli straccetti e sfumare con il vino e salare. Nel mixer fare la salsa con tonno, maionese e capperi e decorare il piatto con l'insalata
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4410
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Panbrioche al pomodoro e profumato all'erbetta cipollina

Messaggioda Sandra » 2 feb 2011, 23:28

Anche questa é stupenda!!!!Grazie!! :D
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8433
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Panbrioche al pomodoro e profumato all'erbetta cipollina

Messaggioda Donna » 3 feb 2011, 8:18

MI piace!che bel corso hai fatto!
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: Panbrioche al pomodoro e profumato all'erbetta cipollina

Messaggioda nicodvb » 3 feb 2011, 12:21

Rosanna, ti sei scatenata!!!
Bellissima, ma mi spieghi quanto il pomodoro influisce sul sapore? Si sente molto o è appena accennato?
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Panbrioche al pomodoro e profumato all'erbetta cipollina

Messaggioda rosanna » 3 feb 2011, 17:28

:lol: :lol: ho postato le ricette di un corso appena finito ed ho rifatto alcuni piatti x fissarli nella mente.
Nico il gusto del pomodoro e'appena accennato, non si sente tanto, ma si vede. 40 gr. di 'strattu per un kg di farina mi sembra poco..Provaci
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4410
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Panbrioche al pomodoro e profumato all'erbetta cipollina

Messaggioda ugo » 3 feb 2011, 20:57

D:Do D:Do
Sempre brava Rosanna.
GRAZIE!!
:saluto:
Ciò che esisteva ai tempi di Careme,esiste ancor oggi ed esisterà per quanto tempo sarà dato alla cucina di vivere.
A.Escoffier Novembre 1902
Avatar utente
ugo
 
Messaggi: 670
Iscritto il: 11 gen 2008, 17:43

Re: Panbrioche al pomodoro e profumato all'erbetta cipollina

Messaggioda Luciana_D » 3 feb 2011, 22:04

Grazie Rosanna !!!
Questo pane e' bellissimo :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Panbrioche al pomodoro e profumato all'erbetta cipollina

Messaggioda maria rita » 4 feb 2011, 10:17

ottima amche questa, grazie.
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: Panbrioche al pomodoro e profumato all'erbetta cipollina

Messaggioda Rossella » 4 feb 2011, 13:36

Luciana_D ha scritto:Grazie Rosanna !!!
Questo pane e' bellissimo :D

assolutamente daccordo *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee