Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Filippo-ing » 21 mar 2013, 15:02

Vorrei rifare a casa la pagnotta di grano duro del mulino bianco, qualcuno mi sa dire come procedere?
Dall'etichetta si ricava che gli ingredienti sono:
Farina di grano duro 63,2%
acqua
Olio evo 2,1%
sale
LM secco 1%
aroma ?? (non specificato)

Quindi la ricette potrebbe essere ( i numeri strani derivano dalla necessità di mantenere le percentuali indicate in etichetta):
Farina di grano duro 632 g
acqua 333 g
Olio evo 21g
sale 12,64
LM secco 1 g (oppure 15 g LB??)
aroma ?? (non specificato: zucchero, malto?)

Quale procedimento sia con LM, sia con LB.
Scienziato per passione e Siciliano per nascita
Appassionato di scienza in cucina e cucina molecolare
autore del blog http://www.innovidea.org e del libro Uovo Perfetto
Avatar utente
Filippo-ing
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 25 mag 2012, 7:17
Località: Palermo

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Filippo-ing » 22 mar 2013, 9:12

Questa è la pagnotta del Mulino Bianco a cui mi riferivo http://www.mulinobianco.it/pane-del-mulino/pandicasa/pagnotta-grano-duro
Scienziato per passione e Siciliano per nascita
Appassionato di scienza in cucina e cucina molecolare
autore del blog http://www.innovidea.org e del libro Uovo Perfetto
Avatar utente
Filippo-ing
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 25 mag 2012, 7:17
Località: Palermo

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Luciana_D » 22 mar 2013, 13:08

Ciao Filippo :D
Quella pagnotta assomiglia molto a quella di Altamura venduto a Roma,specialmente nei supermercati.

Mi rifaccio alle percentuali da te riportate,ossia :
Farina di grano duro 63,2%
acqua
Olio evo 2,1%
sale
LM secco 1%
aroma ?? (non specificato)(lasciamo stare)

Presupponendo:

farina di GD,632gr... arrotondiamo a 650gr
Acqua almeno 60% / 65 meglio , 422gr
Olio evo 2,1% (riferito alla farina),13,65gr arrot. 15gr
Sale 2% ,13gr
LM secco 1%, io metterei 150gr di LM gia' in forza
Aroma , :shock: Noooooooo

Metodo:
1) Tutta la farina + 3/4 dell'acqua impastato sommariamente e autolisi 30' (sosta)
2) Aggiungi il resto dell'acqua + il LM e impasti finche' quasi liscio poi aggiungi il sale e dopo un paio di minuti l'olio a filo.
Qualche altro minuto che l'impasto prende forza diventando elastico.

Nel caso fosse troppo tenace aggiungi altri 5% di acqua.Se il contrario (dipende dalla farina che userai anche se non credo si verifichera' ) aggiusti con 2-3 cucchiai di farina.

Direttamente in ciotola pieghi a libro,giri di 90* e ripeti piega.Sigilli e lasci che raddoppia.
Trasferisci sul piano e ripeti le due pieghe senza mandare farina nella piega.
Io trasferirei in un cestino foderato con un panno di cotone e ben spolverato di semola.Ripieghi il telo stretto e infili tutto in una busta di nylon.Aspetti circa 2-3 ore ma nel frattempo rieni d'occhio la lievitazione che non slieviti.

Porti il forno a 250 con teglietta per il vapore sul fondo e leccarda capovolta oppure la refrattaria.
Ribalti la creatura su una paletta,operi un taglio profondo 2 mm e inforni.versi subito 1/2 tazza di acqua nella teglietta.Cali a 220 subito.
Dopo 15' cali a 200'

Dopo circa 45' metti in fessura e ultimi la cottura.
Sforni e lasci freddare su gratella.

Speriamo di averci preso :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Filippo-ing » 22 mar 2013, 13:49

Grazie della ricetta. La pagnotta del Mulino Bianco è morbida (tipo pan bauletto) con crosta sottile e morbida; alveolatura fine con qualche bolla. La ricetta da te suggerita porta a qualcosa di simile?
Scienziato per passione e Siciliano per nascita
Appassionato di scienza in cucina e cucina molecolare
autore del blog http://www.innovidea.org e del libro Uovo Perfetto
Avatar utente
Filippo-ing
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 25 mag 2012, 7:17
Località: Palermo

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Luciana_D » 22 mar 2013, 14:46

Filippo-ing ha scritto:Grazie della ricetta. La pagnotta del Mulino Bianco è morbida (tipo pan bauletto) con crosta sottile e morbida; alveolatura fine con qualche bolla. La ricetta da te suggerita porta a qualcosa di simile?

La speranza e' quella :D
Tu provala e poi a seconda del risultato aggiustiamo il tiro

Se vuoi addolcire il sapore aggiungi anche un paio di cucchiai di zucchero.
Non serve al fine della lievitazione perche' e' breve.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Patriziaf » 22 mar 2013, 14:52

: Thumbup : :P ci proverò anch'io!
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2640
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Luciana_D » 22 mar 2013, 17:17

Ho apportato una rettifica.
Sfornare e lasciare freddare su gratella.
Un'ulteriore sosta in forno renderebbe la crosta croccante....cosa che non ha l'originale :cool:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda politiz29 » 22 mar 2013, 19:37

Luciana... (per tua fortuna) credo che tu non abbia mai mangiato quello del MB :D quindi proprio non hai idea di quanto inesistente sia la crosta su quel pane, della serie "si vede ma non si sente".
Credo che per ottenere quel tipo di risultato sia quasi obbligatorio inserire anche il metodo di "water roux" che nico ha suggerito in un'altra ricetta, e che io spesso utilizzo per panificare in quanto alla mogliettina piace il pane soffice e "scrostato", poi aggiungerei anche pentolino d'acqua per tutta la cottura e come giustamente hai suggerito tu, tirarlo fuori dal forno appena terminata la cottura per metterlo su gratella
Ma vi pare che si debba fare una vita mangiando da malato... per morire sano???Immagine

Immagine

Meglio l'ira del leone... che l'amicizia delle iene
saluti, Tiziano (il leone)
prima legge universale della termodinamica di Mancuso: kill shfortunat, a pingghia 'ngul pur assttat
Avatar utente
politiz29
 
Messaggi: 649
Iscritto il: 15 mar 2010, 11:51
Località: Pordenone

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Rossella » 22 mar 2013, 19:47

Luciana_D ha scritto:
Filippo-ing ha scritto:Grazie della ricetta. La pagnotta del Mulino Bianco è morbida (tipo pan bauletto) con crosta sottile e morbida; alveolatura fine con qualche bolla. La ricetta da te suggerita porta a qualcosa di simile?

La speranza e' quella :D
Tu provala e poi a seconda del risultato aggiustiamo il tiro

Se vuoi addolcire il sapore aggiungi anche un paio di cucchiai di zucchero.
Non serve al fine della lievitazione perche' e' breve.

Brava come sempre Lu' :D
Se aggiungessi un pò di malto o miele, come lo vedresti? :D
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Luciana_D » 23 mar 2013, 6:42

Rossella ha scritto:
Luciana_D ha scritto:
Filippo-ing ha scritto:Grazie della ricetta. La pagnotta del Mulino Bianco è morbida (tipo pan bauletto) con crosta sottile e morbida; alveolatura fine con qualche bolla. La ricetta da te suggerita porta a qualcosa di simile?

La speranza e' quella :D
Tu provala e poi a seconda del risultato aggiustiamo il tiro

Se vuoi addolcire il sapore aggiungi anche un paio di cucchiai di zucchero.
Non serve al fine della lievitazione perche' e' breve.

Brava come sempre Lu' :D
Se aggiungessi un pò di malto o miele, come lo vedresti? :D

Possiamo anche farlo Rossella :D
Al fine della lievitazione non credo serva a meno che non si opti per lievitazione lunga in frigo.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Luciana_D » 23 mar 2013, 6:45

politiz29 ha scritto:Luciana... (per tua fortuna) credo che tu non abbia mai mangiato quello del MB :D quindi proprio non hai idea di quanto inesistente sia la crosta su quel pane, della serie "si vede ma non si sente".
Credo che per ottenere quel tipo di risultato sia quasi obbligatorio inserire anche il metodo di "water roux" che nico ha suggerito in un'altra ricetta, e che io spesso utilizzo per panificare in quanto alla mogliettina piace il pane soffice e "scrostato", poi aggiungerei anche pentolino d'acqua per tutta la cottura e come giustamente hai suggerito tu, tirarlo fuori dal forno appena terminata la cottura per metterlo su gratella


Che bello leggerti Tiziano *smk*
Hai ragione.Non ho mai assaggiato l'originale. :lol:
Ho notato la somiglianza con il pane di Altamura venduto e mi sono ispirata ad esso.
Sarebbe comunque interessante riuscire a riprodurlo.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Rossella » 23 mar 2013, 7:05

Luciana_D ha scritto:
Rossella ha scritto:
Luciana_D ha scritto:
Filippo-ing ha scritto:Grazie della ricetta. La pagnotta del Mulino Bianco è morbida (tipo pan bauletto) con crosta sottile e morbida; alveolatura fine con qualche bolla. La ricetta da te suggerita porta a qualcosa di simile?

La speranza e' quella :D
Tu provala e poi a seconda del risultato aggiustiamo il tiro

Se vuoi addolcire il sapore aggiungi anche un paio di cucchiai di zucchero.
Non serve al fine della lievitazione perche' e' breve.

Brava come sempre Lu' :D
Se aggiungessi un pò di malto o miele, come lo vedresti? :D

Possiamo anche farlo Rossella :D
Al fine della lievitazione non credo serva a meno che non si opti per lievitazione lunga in frigo.

Correggetemi se sbaglio, a proposito del malto:
Il malto in polvere ha un alto potere diastatico, aumenta l'attività amilasica della farina, velocizza la fermentazione, e di conseguenza, migliora il volume e l' alveolatura del prodotto , credo( ma potrei sbagliarmi ) che non è consigliato per lunghe maturazioni in frigorifero.
Il miele conferisce morbidezza agli impasti ( Adriano docet), ma sono sempre riflessioni ad alta voce :D
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Rossella » 23 mar 2013, 7:24

Leggo solo adesso quanto suggerito da Tiziano, metodo non ancora provato, ma la descrizione del pan bauletto corrisponde esattamente :wink:
La crosta è simile al pancarrè di Adriano.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Luciana_D » 23 mar 2013, 8:00

Rossella ha scritto:
Luciana_D ha scritto:
Rossella ha scritto:
Luciana_D ha scritto:
Filippo-ing ha scritto:Grazie della ricetta. La pagnotta del Mulino Bianco è morbida (tipo pan bauletto) con crosta sottile e morbida; alveolatura fine con qualche bolla. La ricetta da te suggerita porta a qualcosa di simile?

La speranza e' quella :D
Tu provala e poi a seconda del risultato aggiustiamo il tiro

Se vuoi addolcire il sapore aggiungi anche un paio di cucchiai di zucchero.
Non serve al fine della lievitazione perche' e' breve.

Brava come sempre Lu' :D
Se aggiungessi un pò di malto o miele, come lo vedresti? :D

Possiamo anche farlo Rossella :D
Al fine della lievitazione non credo serva a meno che non si opti per lievitazione lunga in frigo.

Correggetemi se sbaglio, a proposito del malto:
Il malto in polvere ha un alto potere diastatico, aumenta l'attività amilasica della farina, velocizza la fermentazione, e di conseguenza, migliora il volume e l' alveolatura del prodotto , credo( ma potrei sbagliarmi ) che non è consigliato per lunghe maturazioni in frigorifero.
Il miele conferisce morbidezza agli impasti ( Adriano docet), ma sono sempre riflessioni ad alta voce :D

Il maltitolo viene anche aggiunto per dare nutrimento al lievito e per evitare di farglielo prelevare direttamente dalla farina rovinando cosi la maglia glutinica..Una specie di distrazione :lol: Certamente anche quella ha una fine dopo di che il lievito si rifa' per forza di cose sulla farina.
Stessa cosa con Osmo.L'aggiunta di zucchero e' nutrimento extra che lo fa schizzare come un razzo.
Quanto appena detto si basa solo su mie osservazioni.Non ho la pretesa di essere paragonata neanche al dito mignolo di Adriano :?
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Rossella » 23 mar 2013, 8:12

Quanto appena detto si basa solo su mie osservazioni.Non ho la pretesa di essere paragonata neanche al dito mignolo di Adriano

Per carità Lu' *smk* neanch'io :lol: :lol:
Il mio era solo un "pour parler", al fine di comprendere meglio tutto ciò che ci lievita per la testa :lol: :lol: :lol:
capire e studiare (I think)
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Luciana_D » 23 mar 2013, 8:26

Rossella ha scritto:
Quanto appena detto si basa solo su mie osservazioni.Non ho la pretesa di essere paragonata neanche al dito mignolo di Adriano

Per carità Lu' *smk* neanch'io :lol: :lol:
Il mio era solo un "pour parler", al fine di comprendere meglio tutto ciò che ci lievita per la testa :lol: :lol: :lol:
capire e studiare (I think)

A mio avviso il miglior studio,a parte la nozione tecnica almeno di base,e' l'osservazione dei nostri impasti.
parlano :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Filippo-ing » 23 mar 2013, 17:07

Rossella ha scritto:Leggo solo adesso quanto suggerito da Tiziano, metodo non ancora provato, ma la descrizione del pan bauletto corrisponde esattamente :wink:
La crosta è simile al pancarrè di Adriano.

Sicuramente aggiungo il water roux, mentre per quanto riguarda i pancarrè li escluderei percè prevedono lo strutto o il burro (che danno la morbidezza), per quanto possibile voglio seguire gli ingredienti in etichetta. Forse domani la prima sperimentazione.
Scienziato per passione e Siciliano per nascita
Appassionato di scienza in cucina e cucina molecolare
autore del blog http://www.innovidea.org e del libro Uovo Perfetto
Avatar utente
Filippo-ing
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 25 mag 2012, 7:17
Località: Palermo

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Filippo-ing » 27 mar 2013, 10:27

Ecco il risultato della prima sperimentazione:
Immagine
Vediamo la ricetta:
Farina di grano duro (Petra) 620 g
Acqua 290 g
Olio evo 15g (2,1%)
Sale 13 g (2%)
LM 200 g
Malto 1 cucchiaino
Water roux 180 g (30 g di farina di grano duro e 150 g di acqua)

Idratazione complessiva dell'impasto 68%

Metodo:
Ho preparato il water roux con 30 g di farina e 150 g di acqua riscaldata a 65°C e mantenuta a questa temperatura conservandola in un contenitore di plastica all'interno di una borsa termica.
Ho impastato tutta la farina + 3/4 dell'acqua e ho fatto 30' di autolisi.
Ho aggiunto il resto dell'acqua + il LM + il water roux, ho impastato finche' quasi liscio poi ho aggiuto il sale e dopo un paio di minuti l'olio a filo.
Ho impastato per circa 10' con il ken a velocità 1,5.
Ho effettuato un giro di pieghe del II tipo e ho fatto lievitare in ciotola fino al raddoppio.
Ho versato l'impasto sul piano e ho praticato due giri di pieghe del II tipo e ho spostato la palla in un cestino.
Ho aspettato circa 3 ore e ho infornato a circa 230 °C con una tazza di acqua nella leccarda. La temperatura è scesa subito a circa 160°C e ho proseguito la cottura per 45'.

Ecco l'interno:
Immagine

Commenti:
Pane morbido e gradevole, ma non ha nulla a che fare con la pagnotta del Mulino Bianco. Vediamo perchè:
-Alveolatura molto fine, MB ha qualche bolla. Potrei: mettere un lievito più in forza o aggiungere una parte di LB, Sostituire le pieghe del II tipo con quelle del I tipo.
-Crosta più sottile di quella del MB.
-La morbidezza del MB è estremamente più alta.
Non appena possibile allego la foto della fetta del MB.

Qui http://www.mulinobianco.it/pane-del-mulino/pandicasa/pagnotta-grano-durole foto del sito del MB

Consigli?
Scienziato per passione e Siciliano per nascita
Appassionato di scienza in cucina e cucina molecolare
autore del blog http://www.innovidea.org e del libro Uovo Perfetto
Avatar utente
Filippo-ing
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 25 mag 2012, 7:17
Località: Palermo

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Luciana_D » 27 mar 2013, 10:52

Il pane e' bello ma diverso dal target :evil:

Hai usato la semola rimacinata? L'inghippo sta li.
L'alveolatura con qualche bolla la ottieni piegando a libro,giri di 90* e ripeti.Fine.
No pieghe o stringi troppo l'impasto sgonfiandolo.
Ero certa che le bolle erano assenti.Mea culpa :sad:

Io farei la prova senza "tang zhong" (water roux).Ha l'aria un poco umido e poi hai cotto troppo basso.Non calerei sotto i 200*.
Hai messo in fessura alla fine?? (15')

Non so perche' ma taglierei quella rimacinata con della farina forte.
Almeno 1/3
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pagnotta di grano duro del Mulino Bianco

Messaggioda Filippo-ing » 27 mar 2013, 12:18

Luciana_D ha scritto:Hai usato la semola rimacinata? L'inghippo sta li.
Io farei la prova senza "tang zhong" (water roux).Ha l'aria un poco umido e poi hai cotto troppo basso.Non calerei sotto i 200*.
Hai messo in fessura alla fine?? (15')
Non so perche' ma taglierei quella rimacinata con della farina forte.
Almeno 1/3

In che senso l'inghippo sta nella semola rimacinata? Troppo grossa come grana? Meglio la farina?
Secondo me il water roux rende meglio con la farina di grano tenero, perchè con la rimacinata io ho ottenuto una specie di semolino liquido.
Purtroppo il forno che ho non ha grandi prestazioni e mi devo accontentare delle temperature che sceglie: dopo aver infornato il pane e dopo aver aggiunto l'acqua nella leccarda la temperatura è scesa a 160°Ce non è risalita più.
Comunque il sapore è ottimo!
Scienziato per passione e Siciliano per nascita
Appassionato di scienza in cucina e cucina molecolare
autore del blog http://www.innovidea.org e del libro Uovo Perfetto
Avatar utente
Filippo-ing
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 25 mag 2012, 7:17
Località: Palermo

Prossimo

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee