Olio di cocco.

Spazio per chiacchiere in libertà

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Olio di cocco.

Messaggioda Dida » 17 set 2017, 9:37

Chi lo conosce? Me ne hanno regalato un barattolo ma non so che uso farne. Mi hanno detto che si usa per friggere e cucinare, ne sapete qualcosa?
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 3041
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Re: Olio di cocco.

Messaggioda anavlis » 17 set 2017, 15:03

ma l'olio di cocco non era famoso negli anni 60 per abbronzarsi? :lol: :lol: :lol: :lol: Scusa *smk* a parte le battute, forse Ettore potrebbe saperne qualcosa...certamente non fa parte della storia della nostra nazione, avendo la fortuna di produrre olio di oliva, come grasso vegetale. Solo la tua amica, che te lo ha portato , può consigliarti, magari in Messico lo usa abitualmente.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 11397
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Olio di cocco.

Messaggioda Luciana_D » 17 set 2017, 15:08

Dicono che l'olio di cocco in cucina sia fantastico...ma ne so praticamente niente.
Invece per i capelli e' un tocca sana :D Si applica su tutta la lunghezza e si lascia per almeno un'oretta e poi shampoo.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11528
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Olio di cocco.

Messaggioda Patriziaf » 17 set 2017, 15:33

Luciana_D ha scritto:Dicono che l'olio di cocco in cucina sia fantastico...ma ne so praticamente niente.
Invece per i capelli e' un tocca sana :D Si applica su tutta la lunghezza e si lascia per almeno un'oretta e poi shampoo.

Dida di sicuro, in un modo o nell'altro lo usi e non lo butti :lol:
Pensa però a quanta acqua devi usare per sciacquarli .fal tuo profilo si vede che hai capelli lunghi....... ^fleurs^
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 3287
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Olio di cocco.

Messaggioda Juanas » 17 set 2017, 16:28

Ho conosciuto e usato lo strutto di cocco, infatti si presenta nella forma solida e in grandi contenitori da un kg, di un colore paglierino pallido...a casa di mia zia svizzera tutte le domeniche c'era una grossa padella di ghisa sui fornelli elettrici e vi si friggevano patate a tocchetti squadrati , da servire col poulet, ottime!
L'olio d'oliva invece nel Mediterraneo, Grecia e Roma quindi, veniva usato non solo in cucina, ma anche per rimedi alternativi, io ricordo almeno per i capelli, per ammorbidirli e per nutrirli, oggi fa parte di cure per ripristinare la salute del capello, stressato da tinture, gel, lacche!
nonna ivana

la curiosità è il colore della mente

http://cucinariodinonnaivana.blogspot.com/
Avatar utente
Juanas
 
Messaggi: 494
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:59
Località: tre province BO-FE-MO

Re: Olio di cocco.

Messaggioda Luciana_D » 18 set 2017, 6:47

bentornata Ivana :cin cin:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11528
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Olio di cocco.

Messaggioda Juanas » 18 set 2017, 9:41

Grazie Luciana...ben trovata!
nonna ivana

la curiosità è il colore della mente

http://cucinariodinonnaivana.blogspot.com/
Avatar utente
Juanas
 
Messaggi: 494
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:59
Località: tre province BO-FE-MO

Re: Olio di cocco.

Messaggioda misskelly » 19 set 2017, 10:04

Si si usa per friggere, io lo vedo in farmacia in barattoli .

https://www.greenme.it/vivere/salute-e- ... o-benefici
Giovanna ...e Spike
Avatar utente
misskelly
 
Messaggi: 2057
Iscritto il: 25 mar 2008, 17:45
Località: ISERNIA

Re: Olio di cocco.

Messaggioda ettore » 24 set 2017, 8:15

Dida ha scritto:Chi lo conosce? Me ne hanno regalato un barattolo ma non so che uso farne. Mi hanno detto che si usa per friggere e cucinare, ne sapete qualcosa?


cara Dida, scuso il ritardo tanto per dire qualcosa sull'olio d cocco; il ritardo dipende dalla mia momentanea ( dal 25 giugno !) scarsa funzionalità della vista ! Comunque, ecco qualcosa.
La noce di cocco viene raccolta da una palma, la Coco nucifera, pianta delle Arecacee tipica dei litorali di paesi caldi ed ora coltivata soprattutto nelle Filippine, in Indonesia e India che, insieme forniscono al mondo circa 5 milioni di tons di noci all’anno.
Pare siano stati i marinai di Vasco de Gama a dare il nome alla pianta e al frutto associando la noce alla testa di un mostro della mitologia ispanica, il Coco, l’equivalente del nostro “l’uomo nero”, che si intagliava nelle zucche.
Botanicamente le noci di cocco, sono voluminose drupe, di circa 1 kg, che dopo fioritura e allegazione crescono e “maturano” in circa 6 mesi. La buccia (esocarpo) è liscia e sottile, di colore brunastro, il mesocarpo è fibroso e leggero che rappresenta un materiale di grande importanza commerciale, la “fibra di cocco” (fibra coir), molto apprezzata (un tempo) per fare cordame per la nautica perché resistenti all'acqua salata.
Il mesocarpo, a maturità si unisce al guscio (endocarpo) legnoso e durissimo. Al suo interno è la polpa della noce con il seme e l'embrione, ricco di grassi (copra): è uno strato spesso 1–3 cm che forma una cavità che contiene l’"acqua di cocco", un liquido lattiginoso.
La noce è composta al 50% d'acqua mentre il resto sono fibre, carboidrati, zuccheri e lipidi; fra i sali minerali sono da ricordare i soliti ferro, potassio, rame, zinco, magnesio, fosforo e sodio.
Le prime noci si importarono in Europa verso i primi dell’800 quando si prese ad usare il grasso delle noci per fabbricare i saponi. Chi non ricorda “Palmolive” ?
L'olio di cocco è una delle principali fonti naturali dell'acido laurico per la cui produzione compete con l'olio di palmisto che si estrae invece dai semi.
Questo oli (di cocco e palmisto) sono quelli che, tra gli oli vegetali, hanno la minore quantità di acidi grassi insaturi (liquidi per lo più) mentre presentano un’alta concentrazione di acidi grassi saturi a catena corta (ac. laurico, ac. miristico, ecc.) che hanno un punto di fusione inferiore di quello dei grassi animali ricchi di acidi grassi saturi a catena lunga (ac, palmitico, ac, stearico, ecc.).
L'olio viene estratto mediante pressatura della copra, la polpa essiccata.
L'olio è ampiamente utilizzato per la produzione di tensioattivi, farmaci, cosmetici, ecc.
Leggo che molte organizzazioni sanitarie (la FDA (food and drug administration), l'OMS (organizzazione mondiale della sanità), ICN (international college of nutrition), il DHHS (department of health and human services), l’ADA (american dietetic association), l’AHA (american heart association), la BNHS (british national health service), la DC (dietitians of Canada) (sconsigliano l'assunzione di olio di cocco per l'alto contenuto di grassi saturi.
Nei Paesi di produzione l 'olio di cocco è usato per cucinare e per friggere (... non hanno niente altro di meglio, purtroppo per loro !).
L'olio di cocco contiene una gran quantità di acido laurico (saturo) che eleverebbe i livelli di colesterolo nel sangue, aumentando la quantità di lipoproteine ad alta densità (HDL) a scapito di quelle "leggere"(LDL).
Da noi, e nell’industria alimentare, si impiega nei prodotti da forno e pasticceria dopo trattamenti chimico-fisici (interesterificazione e intraesterificazione dei grassi, frazionamento, idrogenazione, ecc.) per “regolare” il punto di fusione portandolo a 30 - 32°C così le merendine e altri prodotti simili (panettoni ecc.), non colano, restano morbide e vellutate così … “piacciono”.
La CEE, qualche anno fa, ha consentito l'impiego dell'olio di cocco per "ricostruire" il cioccolato. Si separa il burro di cacao (naturale) per fare il "cioccolato bianco" che ha un certo (!) valore, e si rimpiazza con il grasso di cacao che, ovviamente vale poco più di ... niente. Date un'occhiata alle etichette del cioccolato !
Con tutto il ben di dio dell’olio da oliva non è meglio che l’olio di cocco trovi miglior utilizzo (come avviene) nei prodotti per rasatura (crema, sapone e schiuma da barba per via del suo potere schiumogeno) , negli abbronzanti, come idratante, per rendere morbidi i capelli, per ridurre le smagliature della pelle, ecc. ?
Leggo che nello Sri Lanka si utilizza l'olio ottenuto da una prolungata bollitura del latte di cocco, che bevono mescolato a foglie tritate della pianta del pepe come cura dei disturbi della vista.
Chissà se faceva bene anche ai miei occhi “catarrattizzati” e che ancora non si decidono ad andare a posto. Comunque questa terapia sarebbe impossibile. Dalle mie parti, la pianta del pepe non c’è.
L'olio di cocco è uno dei pochi oli alimentari (vegetali) naturali completamente saturi, per cui l'uso abituale in dieta, anche dei suoi derivati, deve essere attentamente controllato.
ciao
e.-
ettore
Avatar utente
ettore
 
Messaggi: 223
Iscritto il: 5 apr 2007, 16:47
Località: Pesaro

Re: Olio di cocco.

Messaggioda Dida » 24 set 2017, 8:33

Grazie Ettore, sei stato illuminante. Mi dispiace per i tuoi problemi di vista, spero si risolvano presto. Un grande abbraccio.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 3041
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Re: Olio di cocco.

Messaggioda Sandra » 7 giu 2020, 16:43

Oggi ho mangiato dai vicini una tarte fatta con l'olio di cocco ,fantastica !!! Ho cercato ed ho trovato la ricetta :https://www.undejeunerdesoleil.com/2016/05/pate-tarte-huile-de-noix-de-coco.html :D
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8098
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Olio di cocco.

Messaggioda Gaudia » 10 giu 2020, 14:35

Io lo uso due volte su tre al posto del dentifricio
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2430
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: Olio di cocco.

Messaggioda ettore » 10 giu 2020, 15:10

Gaudia ha scritto:Io lo uso due volte su tre al posto del dentifricio


non t'impasta lo spazzolino ?
ettore
Avatar utente
ettore
 
Messaggi: 223
Iscritto il: 5 apr 2007, 16:47
Località: Pesaro


Torna a Il cavolo a merenda

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee