'nzudde messinesi

Ricette di pasticceria

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

'nzudde messinesi

Messaggioda angelobruno » 27 apr 2011, 20:23

Vorrei condividere con voi questa ricetta.
Ricca di profumi e sensazioni che rammentano la spensieratezza dell'infanzia.
Splendida interpretazione della tradizione dolciaria siciliana.
Un tuffo nel passato ogni volta che preparo questi gradevolissimi biscotti. Ne produco una quantità "industriale"
destinata a sfamare genitori,zii,e parentame vario.Sono richiesti come i voti sotto le elezioni.Scatenano una vera e propria infida battaglia per accapparrarsene una "guantiera" (termine utilizzato per indicare un vassoio di cartone per le paste).Vince chi per primo giunge alla mia porta attirato dal profumo di agrumi e mandorle misto a cannella.
L'origine e gli ingredienti base di questa ricetta di biscotti appartiene ad un vecchio fornaio ritiratosi tempo addietro. I figli non hanno voluto saperne di continuare l'attività del padre,così si è chiuso un dolcissimo capitolo della mia vita.
Ne esistono tante varianti,in pratica cambiano di zona in zona,questa appartiene al messinese.
Ogni volta che li preparo,ricordo quel profumo e quei sapori che il tempo non riesce a cancellare.
E la ritrosia con cui il vecchio fornaio regalò la ricetta a mia madre.
Era una buona ricetta,ma si avvertiva la mancanza di un qualcosa che rendeva speciali le 'nzudde distinguendole da quelle degli altri forni. Molti sono resti a cedere le loro ricette!
Oggi con piccole modifiche legate alla quantità di aromi e agli aromi stessi,io e mia mamma siamo riuscite a rendere questi biscotti se non uguali altrettanto speciali.

'Nzudde messinesi

1 kg di farina 00
500 g di zucchero(meglio se semolato fine)
5 uova piccole o 4 medie
170 g di strutto
40 g di burro
350-400 g di mandorle tostate
10 g di ammoniaca per dolci
2 g di sale
un bicchierino di maraschino
Un poco di latte tiepido per sciogliere l'ammoniaca
la scorza grattuggiata di due limoni freschissimi
la scorza grattuggiata di un'arancia
poche gocce di estratto di vaniglia
2-3 gocce di essenza di cannella

Fondere a fuoco dolce lo strutto con il burro e lasciar intiepidire. Sciogliere l'ammoniaca in poco latte tiepido e tenerla da parte. Miscelare in un contenitore capace,la farina,lo zucchero,le mandorle e mischiare gli ingredienti tuffandovi le mani.
Unire gli aromi,vaniglia,essenza di cannella,la scorza degli agrumi finemente grattuggiata,il liquore e il sale,miscelare nuovamente.
Aggiungere lo strutto e l'ammoniaca,sabbiare leggermente l'impasto,quindi versare le uova leggermente sbattute con la forchetta. Lavorare energicamente con le mani in modo che l'impasto risulti ben amalgamato. L'impasto puo' risultare più o meno morbido,se così fosse aggiungere poca farina. Non troppa altrimenti si rischia di sbilanciare il rapporto farina,grassi,zucchero e si ottiene un risultato sciapo e poco gradevole. Rovesciare sul marmo,infarinando leggermente la superficie di lavoro.
Non far riposare l'impasto in frigo,loo zucchero si scioglie e rende difficile dare la forma dei biscotti.
A questo punto si aprono due scuole di pensiero,riguardo la formazione delle 'nzudde. Da una parte coloro che sostengono che l'impasto deve essere steso come una sfoglia a poco meno di un cm di spessore,quindi ritagliato a losanghe medie,dall'altra coloro che strappano l'impasto a pezzi e ne ricavano spessi cordoni che schiacciano con una spatola in ferro(quella che usano i panettieri per tranciare la pasta di pane,non so come si chiama) in ferro,e tagliano di sbieco aggiustandone i contorni aiutandosi con un altro raschietto.In pratica si lavora con due strumenti.E' più facile da fare che a spiegare! :oops:
Io preferisco il secondo,le 'nzudde si formano meglio,già non è facile stenderle per via delle mandorle intere contenute nell'impasto.
Si spennellano con l'uomo sbattuto e allungato con poco latte,e via in forno,controllandone spesso la cottura.La superficie deve risultare ben dorata,quasi color caramello. Cuociono all'incirca in 10-12 minuti,ad una temperatura non troppo alta,sui 180°C. Sono biscotti non troppo secchi,adorabili nel tè si prestano molto all'inzuppo e altrettanto buoni intinti nel passito o altro vino liquoroso. :D
Molti forni lesinano sulla quantità di mandorle,quelle siciliane sono buone quanto care,voi non siate altrettanto parsimoniosi.
Lisa

"Io tento una vita: ognuno si scalza e vacilla in ricerca:"
Salvatore Quasimodo
Avatar utente
angelobruno
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 7 set 2010, 17:31

Re: 'nzudde messinesi

Messaggioda anavlis » 29 apr 2011, 21:36

Sconoscevo questi biscotti e dagli ingredienti utilizzati debbono avere il profumo che ben descrivi. Peccato non avere una foto!
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: 'nzudde messinesi

Messaggioda Danidanidani » 30 apr 2011, 12:35

Anche io mezza siciliana...marito messinese.Se non vi spiace vi metto la foto degli 'nzuddi (a casa mia al maschile),non fatti da me,ma acquistati alla pasticceria Irrera di piazza Cairoli-Messina.Sono quelli quadrati in secondo piano.Sono una vera delizia e finiscono subito :D :D.Quelli della tua splendida ricetta vi assomigliano?Gli altri sono piparelli e ciambelle di frolla,ottimi pure loro. Grazie,grazie :saluto: :saluto: *smk* *smk*

Immagine
Daniela Del Castillo
le mie foto qui:
http://www.flickr.com/photos/8594434@N08/?saved=1
Immagine
Avatar utente
Danidanidani
 
Messaggi: 2803
Iscritto il: 26 nov 2006, 0:01
Località: Macerata Feltria

Re: 'nzudde messinesi

Messaggioda Luciana_D » 30 apr 2011, 13:49

Grazie Dani per avere dato un volto ai bei biscotti della ricetta *smk*
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri


Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee