Muscoli ripieni alla spezzina

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Muscoli ripieni alla spezzina

Messaggioda Nonna Tata » 28 lug 2011, 13:36

Muscoli ripieni alla spezzina.jpg
Muscoli ripieni alla spezzina.jpg (12.41 KiB) Osservato 1396 volte
1 sacchetto di muscoli (cozze per chi non è ligure...) di circa 2,5 Kg
150 g mortadella
tre uova
50 g grana gratt
2 fette di pancarrè, private della crosta ed ammollate
1 bottiglia salsa di pomodoro (o pelati passati)
aglio e prezzemolo tritati fini
mezzo bicchiere vino bianco secco
olio evo - sale - noce moscata
Pulire accuratamente i muscoli, scartando quelli rotti e quelli piccolissimi
Sciegliere i più grandi (cinque o sei a persona) e aprirli a crudo, sopra una bacinella per recuperare il liquido che perdono, torcendo delicatamente il nervo che li tiene uniti, ma senza separarli del tutto.
Questo è un passaggio importante, serve a non far "spalancare" i muscoli in cottura, se non si è sicuri del procedimento, occorrerà legarli uno ad uno...
Far aprire i rimanenti muscoli con un cucchiaio di olio e uno spicchio d'aglio a fuoco vivo, coperti. Scolarli, farli intiepidire ed eliminare le valve,
Preparare il ripieno: ammollare il pane con il liquido dei muscoli, filtrato, poi strizzarlo
tritare finissima la mortadella e una manciatina dei muscoli cotti
unire tutto: pane, mortadella, muscoli tritati, grana, uova (metterne solo due e regolarsi per l'aggiunta del terzo, eventualmente usare solo il terzo tuorlo)
grattatina di noce moscata. Assaggiare ed eventualmente salare, ma non sarà necessario.
In un largo tegame dove i muscoli potranno essere allineati in un solo strato, appassire in abbondante olio il trito di aglio e prezzemolo, unire tutti i muscoli già cotti rimasti, far prendere calore, versare il vino, sfumare ad aggiungere il pomodoro. Salare leggermente.
Quando la salsa alzerà il bollore, allinearvi dentro i muscoli che avremo riempito uno ad uno con un cucchiaino di ripieno, disponendoli in cerchi concentrici.
Coprire e cuocere una mezz'ora, capovolgendo delicatamente i muscoli una sola volta, dopo i primi dieci minuti di cottura, scuotendo ogni tanto il tegame ed unendo se necessario qualche cucchiaio di acqua alla salsa..

(se si abbonda con il pomodoro potremo usare il sugo per condire degli spagnetti e usare i muscoli come secondo piatto)
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 752
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: Muscoli ripieni alla spezzina

Messaggioda scarabeo14 » 28 lug 2011, 13:54

Ciao!!!ti aspettavo.......... *smk*
ho visto che tu non li hai legati.......vedro' se riesco a seguire per bene, cio' che hai scritto !!
vorrei proprio evitare di farlo..... :?
Domani provo, speriamo.....ho visto che non metti maggiorana e neanche timo :?:
Grazie di tutto! :saluto: diana
Diana
Lascio agli altri la convinzione di essere migliori . . . per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare.
Avatar utente
scarabeo14
 
Messaggi: 631
Iscritto il: 8 gen 2009, 20:34
Località: Bordighera

Re: Muscoli ripieni alla spezzina

Messaggioda Clara » 28 lug 2011, 14:04

Eccoli qua! :D Anche questi li faceva la mia zia Evelina e ricordo che era un bel traffico :D
Non glieli ho mai visti legare, quindi immagino avesse la tattica giusta per aprirli a crudo.
Lei però li cuoceva poi in forno, senza pomodoro, e nel ripieno metteva il prezzemolo, sono sicura,
ma la mortadella no. :D

Grazie Stefania *smk*
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6380
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee