Il mio pane preferito e un dolce

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

Il mio pane preferito e un dolce

Messaggioda Eledigi » 27 gen 2007, 15:12

Salve a tutti,
inutile che mi scusi per la mia presenza intermittente, è proprio un dramma e non posso farci nulla. :cry: :cry:
E non riesco nemmeno a spignattare tanto, in questo periodo, ahime'.
Pero' una cosa che faccio in continuazione, di questi tempi, è il pane che vi metto di seguito.
Non è nulla di stravolgente, facile da fare, ma ha un sapore fantastico, secondo me.
E' nato per caso, e l'ho già fatto anche coi fichi secchi al posto dei datteri.
Il dattero dà un sapore più particolare, ma l'insieme è buono anche coi fichi.
Faccio questi panini, li congelo e ogni tanto me ne scongelo uno e me lo magno a morsi, senza niente, a metà mattina o pomeriggio.

PANINI DI SEGALE CON NOCCIOLE E DATTERI

INGREDIENTI: 250 GR di farina di segale, 250 gr di farina Manitoba, circa 15 gr di lievito di birra, 270 ml di acqua, 30 ml di olio di oliva, 80 gr di nocciole tostate, 130 gr di datteri non troppo molli, sale e pepe.

Preparare un preimpasto sciogliendo il lievito in 100 ml di acqua tiepida, poi aggiungendo 50 gr di farina di segale e 50 di Manitoba.
Lasciar lievitare per almeno un’ora, oltre il raddoppio.
Mettere in una ciotola la restante farina e i liquidi, aggiungere il preimpasto e iniziare a impastare. Aggiungere poi il sale e una bella manciata di pepe macinato.
Dopo circa 10 minuti, quando l’impasto si stacca dalla ciotola, aggiungere anche le nocciole tostate (di solito ne taglio a metà una parte) e i datteri a pezzi.
Prendere dei pezzi grandi meno di un pugno e dare la forma di un salsicciotto, poi chiudere in due e avvoltolare a mo’ di treccia.
Porre a lievitare su una placca i panini cosi’ ottenuti, spolverizzati di farina di segale, in forno intiepidito per un’ora e mezzo circa. Cuocere a 200 gradi per 15 minuti.
Di solito ottengo tra i dodici e i quindici panini.


Provo con una foto...
Immagine
E poi un dolce speziato, dal gusto un po' particolare ma molto facile, fatto ieri e preso da un libro irlandese.

DOLCE IRLANDESE SPEZIATO

INGREDIENTI: 1 banana mediamente matura, due grosse pere morbide, 70 gr di burro, 50 gr di zucchero di canna, 50 gr di zucchero bianco.
Inoltre: 60 gr di farina, un cucchiaino di lievito, due uova, 80 gr di zucchero, cannella e garofano macinati in abbondanza, 40 gr di burro, 60 ml di panna liquida.

Mettere in uno stampo antiaderente da 24 cm il burro (70 gr), farlo sciogliere in forno e poi aggiungere i due tipi di zucchero, rimettendo in forno per far sciogliere. Tagliare a fettine la banana e a spicchi non troppo sottili le pere, disporre prima la banana e poi le pere sul fondo della tortiera e rimettere per 5 minuti in forno.
Nel frattempo, preparare il secondo composto montando a spuma le uova con lo zucchero e le spezie. Aggiungere poi il burro e in seguito farina e lievito.Infine, aggiungere la panna.
Sbattere bene, poi versare sulla frutta.
Cuocere in forno per circa 40-45 minuti a 180 gradi.
Rovesciare quando è ancora caldo, altrimenti non si stacca…


E infine una fotina ancora, un particolare della torta a forma di T che ho fatto per il compleanno di Tommaso (4 anni).
Chissa', forse l'idea potrà servire a qualche altra mamma.

Immagine
Ultima modifica di Eledigi il 27 gen 2007, 15:33, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Eledigi
 
Messaggi: 299
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:05
Località: Macerata

Messaggioda Eledigi » 27 gen 2007, 15:15

Ops, vedo che le immagini sono piccoline, ma cliccandoci sopra si espandono. Puo' essere utile per quella della torta, se interessa.

CIAO A TUTTI, buona domenica!!!!!!!!!!
Avatar utente
Eledigi
 
Messaggi: 299
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:05
Località: Macerata

Messaggioda Eledigi » 27 gen 2007, 15:20

E ora che collego il cervello realizzo che dovrei mettere il dolce nell'altro forum...lo faccio.
Avatar utente
Eledigi
 
Messaggi: 299
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:05
Località: Macerata

Messaggioda Rossella » 27 gen 2007, 15:21

Eledigi ha scritto:Ops, vedo che le immagini sono piccoline, ma cliccandoci sopra si espandono. Puo' essere utile per quella della torta, se interessa.

CIAO A TUTTI, buona domenica!!!!!!!!!!

Grazie Il pane mi piace, lo proverò.
Per la torta invece non ho più bambini per casa da parecchi anni.
Per la foto del pane l'ho messa più grande, mi piace di più :wink: buona domenica a te!
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14278
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Eledigi » 27 gen 2007, 15:28

Grazie Rossella per l'aiuto, ho visto che hai anche cancellato il messaggio doppio...SMACK.
Avatar utente
Eledigi
 
Messaggi: 299
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:05
Località: Macerata

Re: Il mio pane preferito e un dolce

Messaggioda robertopotito » 29 gen 2007, 7:45

Eledigi ha scritto:Salve a tutti,
inutile che mi scusi per la mia presenza intermittente, è proprio un dramma e non posso farci nulla. :cry: :cry:
E non riesco nemmeno a spignattare tanto, in questo periodo, ahime'.
Pero' una cosa che faccio in continuazione, di questi tempi, è il pane che vi metto di seguito.
Non è nulla di stravolgente, facile da fare, ma ha un sapore fantastico, secondo me.
E' nato per caso, e l'ho già fatto anche coi fichi secchi al posto dei datteri.
Il dattero dà un sapore più particolare, ma l'insieme è buono anche coi fichi.
Faccio questi panini, li congelo e ogni tanto me ne scongelo uno e me lo magno a morsi, senza niente, a metà mattina o pomeriggio.

PANINI DI SEGALE CON NOCCIOLE E DATTERI

INGREDIENTI: 250 GR di farina di segale, 250 gr di farina Manitoba, circa 15 gr di lievito di birra, 270 ml di acqua, 30 ml di olio di oliva, 80 gr di nocciole tostate, 130 gr di datteri non troppo molli, sale e pepe.

Preparare un preimpasto sciogliendo il lievito in 100 ml di acqua tiepida, poi aggiungendo 50 gr di farina di segale e 50 di Manitoba.
Lasciar lievitare per almeno un'ora, oltre il raddoppio.
Mettere in una ciotola la restante farina e i liquidi, aggiungere il preimpasto e iniziare a impastare. Aggiungere poi il sale e una bella manciata di pepe macinato.
Dopo circa 10 minuti, quando l'impasto si stacca dalla ciotola, aggiungere anche le nocciole tostate (di solito ne taglio a metà una parte) e i datteri a pezzi.
Prendere dei pezzi grandi meno di un pugno e dare la forma di un salsicciotto, poi chiudere in due e avvoltolare a mo' di treccia.
Porre a lievitare su una placca i panini cosi' ottenuti, spolverizzati di farina di segale, in forno intiepidito per un'ora e mezzo circa. Cuocere a 200 gradi per 15 minuti.
Di solito ottengo tra i dodici e i quindici panini.


Provo con una foto...
Immagine
E poi un dolce speziato, dal gusto un po' particolare ma molto facile, fatto ieri e preso da un libro irlandese.

DOLCE IRLANDESE SPEZIATO

INGREDIENTI: 1 banana mediamente matura, due grosse pere morbide, 70 gr di burro, 50 gr di zucchero di canna, 50 gr di zucchero bianco.
Inoltre: 60 gr di farina, un cucchiaino di lievito, due uova, 80 gr di zucchero, cannella e garofano macinati in abbondanza, 40 gr di burro, 60 ml di panna liquida.

Mettere in uno stampo antiaderente da 24 cm il burro (70 gr), farlo sciogliere in forno e poi aggiungere i due tipi di zucchero, rimettendo in forno per far sciogliere. Tagliare a fettine la banana e a spicchi non troppo sottili le pere, disporre prima la banana e poi le pere sul fondo della tortiera e rimettere per 5 minuti in forno.
Nel frattempo, preparare il secondo composto montando a spuma le uova con lo zucchero e le spezie. Aggiungere poi il burro e in seguito farina e lievito.Infine, aggiungere la panna.
Sbattere bene, poi versare sulla frutta.
Cuocere in forno per circa 40-45 minuti a 180 gradi.
Rovesciare quando è ancora caldo, altrimenti non si stacca…


E infine una fotina ancora, un particolare della torta a forma di T che ho fatto per il compleanno di Tommaso (4 anni).
Chissa', forse l'idea potrà servire a qualche altra mamma.

[img][img]http://img442.imageshack.us/img442/795/latxx8.th.jpg[/img][/img]

mi intrigano i panini di segale....
grazie mille!!!
Roberto Potito
Finchè la barca va tu non remareee...finchèla barca va...lasciala andareee..(Orietta Berti)
robertopotito
 
Messaggi: 449
Iscritto il: 28 nov 2006, 7:38

Messaggioda pikkolin@ » 29 gen 2007, 8:23

Bello stò pane!
pikkolin@
 
Messaggi: 235
Iscritto il: 9 gen 2007, 14:40
Località: Roma

Messaggioda ddaniela » 29 gen 2007, 9:56

D:Do D:Do


PS: come hai fatto i pesciolini e le tartarughe della torta?
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda Eledigi » 31 gen 2007, 11:25

Ciao a tutti!
Daniela, stavolta le decorazioni le ho comprate.
Anzi, devo dire che volevo fare una torta del tutto diversa, perche' Tommaso mi aveva chiesto il sole, ma poi in un negozio di articoli per pasticceria ho visto quei bei pesci di caramelle gelatinose e zucchero e ho pensato di cambiare.
Le stelle le ho trovate in un negozio di caramelle, e i coralli sono ricavati dalle pseudo-liquirizie rosse arrotolate, a mo' di rotella.
Avatar utente
Eledigi
 
Messaggi: 299
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:05
Località: Macerata

Messaggioda elisabetta » 31 gen 2007, 22:22

Grazie per le belle ricette Elena!
Avatar utente
elisabetta
 
Messaggi: 1243
Iscritto il: 26 nov 2006, 17:02
Località: vico equense


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee