La mia pizzata ...

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Re: La mia pizzata ...

Messaggioda Nonna Tata » 1 mar 2012, 14:35

Allora, visto che nessuno si arrabbia...sabato sera ho comprato della pizza al taglio, era l'ora di chiusura...la fornaia ci ha fatto omaggio di un bel pezzo di pizza "carpaccio di ananas fresco e taleggio" da assaggiare. Mi è pure piaciuta!
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 752
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: La mia pizzata ...

Messaggioda enzo2010 » 1 mar 2012, 16:05

Ananas e taleggio ???

Meglio le patatine, con la salsa rosa ...

:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Enzo
Avatar utente
enzo2010
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 18 feb 2012, 9:30
Località: Palermo

Re: La mia pizzata ...

Messaggioda beasarti » 13 apr 2012, 22:22

Per non aprire un altro argomento, metto qui sotto la mia pizza di stasera, che volevo condividere con voi, fatta con il lievito madre, che ho cominciato ad utilizzare da poco a questo scopo. Devo dire che il risultato mi soddisfa molto..

Immagine
Beatrice
Bologna
beasarti
 
Messaggi: 347
Iscritto il: 27 gen 2009, 20:15
Località: Bologna

Re: La mia pizzata ...

Messaggioda Luciana_D » 14 apr 2012, 7:44

Bella :clap: :clap: :clap:
Procedura e ricetta? cosa hai seguito
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: La mia pizzata ...

Messaggioda miao » 14 apr 2012, 8:23

:=:! :=:! E' bellissima Bea, dacci tutte le informazioni :D
il mio blog
Siate sempre allegri!!
Annamaria
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 3594
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: La mia pizzata ...

Messaggioda enzo2010 » 14 apr 2012, 8:31

Complimenti ...

Che forno hai usato ???
Enzo
Avatar utente
enzo2010
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 18 feb 2012, 9:30
Località: Palermo

Re: La mia pizzata ...

Messaggioda Donna » 14 apr 2012, 10:42

Ehi ehi! Enzo, Beatrice, ma che belle pizze avete fatto! :shock:

complimenti! :clap:
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3324
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: La mia pizzata ...

Messaggioda Rossella » 14 apr 2012, 11:01

Beatrice :clap: voglio saper di più però :piedino
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: La mia pizzata ...

Messaggioda beasarti » 14 apr 2012, 11:55

Scusate, sono di fretta, appena riesco spiego tutto : Chessygrin :
Beatrice
Bologna
beasarti
 
Messaggi: 347
Iscritto il: 27 gen 2009, 20:15
Località: Bologna

Re: La mia pizzata ...

Messaggioda beasarti » 14 apr 2012, 14:25

Faccio un pò fatica a darvi una ricetta perchè questa volta sono andata veramente ad occhio, ma cercherò di risalire alle quantità a ritroso. Dato che mi sono venute 6 pizze da 230 g l'una, più una piccina circa la metà, l'impasto finale doveva essere circa 1,5 kg. Sempre ad occhio, sono partita (di sera) da 200 g di lievito madre, rinfrescato in giornata, poi ho aggiunto circa 800 g di farina, 4/5 cucchiai di olio, sale, e ho impastato con acqua (suppergiù 400 g che dovrebbero portare al peso finale). Ho sciolto il lievito nell'acqua, aggiunto olio e sale poi la farina, fino ad ottenere un'impasto morbido ma non appiccicoso. Messo in ciotola chiusa in frigo per tutta la notte. La mattina ho reimpastato poi fatte le palline da 230 g. Messe ben infarinate e distanziate in scatole chiuse ermeticamente, di nuovo in frigo. Il pomeriggio, verso le 16 le ho portate a temperatura ambiente. Verso le 20 ho iniziato a tirarle, le ho condite solo con pomodoro olio sale e infornate, dopo qualche minuto estratte e aggiunto mozzarella, poi portato a cottura.
Uso il mio forno elettrico di casa, ventilato a t max (poco più di 250°C), con la piastra refrattaria inserita alla minima distanza dalla parete superiore del forno. 10 min prima di infornare accendo il grill, sempre al max, inserisco la pizza facendola scivolare sulla pietra da un piatto da pizza cosparso di semola, per non fare attaccare la pasta.
Avevo già descritto la modalità qui QUI
Beatrice
Bologna
beasarti
 
Messaggi: 347
Iscritto il: 27 gen 2009, 20:15
Località: Bologna

Re: La mia pizzata ...

Messaggioda anavlis » 15 apr 2012, 17:14

:clap: :clap: :clap: Beatrice debbo provare a farla anch'io con il LM. Poi ti mostro quello che verrà fuori.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10429
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: La mia pizzata ...

Messaggioda maria rita » 15 apr 2012, 20:02

Ma che belle pizze! Cornicioni perfetti: bravi.
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Precedente

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee