Iris fritta palermitana

creare, scoprire, sperimentare e sperimentarsi con pathos e senso estetico attraverso un cammino che parte dalle emozioni, dai sentimenti e dalla curiosità.

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, Patriziaf, anavlis, Donna

Iris fritta palermitana

Messaggioda anavlis » 8 set 2017, 8:40

Iris fritta

Nata all'opera, cresciuta in strada
Il pasticcere palermitano Antonio Lo Verso creò questo dolce in occasione della serata di gala per l’opera Iris di Mascagni, nel 1901. Da allora l’iris, un simil panino panato e fritto, ripieno di crema di ricotta e pezzetti di cioccolato, è diventata una specialità gastronomica di strada, che i palermitani e i turisti gustano appena fritta ad ogni ora della giornata. Un’invenzione culinaria nata borghese e cresciuta democratica, perché a Palermo, si sa, il gusto è un diritto di tutti.

ricetta del "panino" abbastanza verosimile:
Ingredienti:

500 grammi di farina di grano tenero
50 grammi di zucchero
50 grammi di strutto
10 grammi di sale
15 grammi di lievito di birra
220 grammi di acqua

Facendo una biga, la sera prima, utilizzando una parte della farina prevista nella ricetta, si può diminuire il ldb.

Video

silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10257
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Iris fritta palermitana

Messaggioda Luciana_D » 8 set 2017, 18:17

Magnifico il filmato !!! : Groupwave :
Mi chiedo in cosa intinge l'iris per impanarla? latte?
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11742
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Iris fritta palermitana

Messaggioda anavlis » 8 set 2017, 20:27

Luciana_D ha scritto:Mi chiedo in cosa intinge l'iris per impanarla? latte?


È una pastella con sola acqua e farina. La stessa che si adopera, prima di impanare, per le arancine.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10257
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Iris fritta palermitana

Messaggioda Luciana_D » 9 set 2017, 6:18

anavlis ha scritto:
Luciana_D ha scritto:Mi chiedo in cosa intinge l'iris per impanarla? latte?


È una pastella con sola acqua e farina. La stessa che si adopera, prima di impanare, per le arancine.

Molto liquida
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11742
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Iris fritta palermitana

Messaggioda TeresaV » 9 set 2017, 18:27

Che meraviglia, Silvana! Grazie per il video *smk*

Quindi se ho ben capito, la caratteristica dell'Iris all'antica è la cottura in forno del panino prima della farcitura e della frittura?
Questo la differenzia dall'iris fritta direttamente (dopo la lievitazione) e poi farcita?

Io ho mangiato solo queste ultime in Sicilia (Siracusa, Marsala, Messina) e a casa di una carissima amica palermitana la cui mamma ci deliziava quando veniva a Roma. Seguendo le sue indicazioni, alcuni anni fa, le ho fatte anche io: impasto simil rosticceria e frittura diretta. Oggi, grazie a te, Silvana, forse ho capito come sono le vere iris!! : Thumbup :
Avatar utente
TeresaV
 
Messaggi: 1263
Iscritto il: 17 gen 2013, 6:44
Località: Bruxelles

Re: Iris fritta palermitana

Messaggioda anavlis » 11 set 2017, 13:38

la differenza è che, in quella antica, prima si prepara il panino, si ritaglia di sotto e si svuota un poco dalla mollica, si riempie prima con il cioccolato tagliato a pezzetti e poi con la crema di ricotta si tappa, passare in pastella di acqua e farina e friggere.

nella nuova versione si utilizza la pasta brioche per le cartocciate (senza uova) si riempie, si fa lievitare e si frigge (i casi di apertura si verificano e la pasta da lievitare ammollata dall'umidità della ricotta...complica la riuscita)

Alcune pasticcerie utilizzano come panino le brioche invendute.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10257
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo


Torna a La bottega degli esperimenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee