Grani antichi di Sicilia

Dubbi, consigli, attrezzi & c

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Grani antichi di Sicilia

Messaggioda anavlis » 7 apr 2016, 8:59

Quando il grano cresceva alto e non era stato ancora nanizzato!

Un-tempo-gli-anni-40-del-secolo-scorso-il-grano-siciliano-era-alto-quanto-gli-uomini-e-le-donne.jpg


Per fortuna la volontà e la caparvietà di alcuni imprenditori siciliani, e primi tra tutti l'agricoltore Giuseppe Li Rosi e il proprietario del Molino Del Ponte Filippo Drago, stanno facendo da testa d'ariete per il recupero dei grani antichi autoctoni.

Li Rosi nel suo campo di grano, nuovamente alto!
lirosi2_intro.jpg
lirosi2_intro.jpg (20.61 KiB) Osservato 217 volte


Giuseppe Li Rosi è un imprenditore agricolo di Raddusa.

«Hanno tentato di cancellare i grani antichi dalla faccia della terra per poter vendere i semi su cui le ditte sementiere e le multinazionali hanno i loro diritti», spiega. Oggi, infatti, i contadini pagano le royalties, il diritto di proprietà, sui semi di grano, «mentre quelli delle varietà autoctone sono stati messi prima ai margini - racconta - poi nessuno li ha più coltivati e oggi addirittura uno scambio o una vendita tra contadini è un’azione illegale, perché non rientrano nella lista delle varietà commerciali e di quelle nel registro nazionale». Per questo, nella sua azienda di famiglia in contrada Pietrapesce tra la provincia di Catania e Enna, all'inizio ha dovuto coltivarli di nascosto. «Ho capito che se mi avessero scoperto mi avrebbero bloccato i contributi europei per l’azienda. Quindi per circa dieci anni li ho seminati come se fossero marijuana»

Una sua recente intervista per chi volesse approfondire l'argomento http://archivio.siciliainformazioni.com ... mo-peggio/

L'ultimo mugnaio, il cacciatore di antichi mulini a pietra Filippo Drago



Per approfondire: http://ilmercanteverde.it/wp/grani-anti ... ofuma-sud/ e http://ricerca.repubblica.it/repubblica ... mulini.htm
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10418
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Grani antichi di Sicilia

Messaggioda cinzia cipri' » 7 apr 2016, 11:17

bello, Silvana.
Io ho il sospetto che, prima, quando stavo a Milano, non avevo grossi problemi perché ho sempre usato monocultivar antiche (anche se non siciliane) e il lievito madre per fare il pane. La pasta sempre o monococco o matt o altre farine di questo tipo.
Costavano quanto compro ora le cose senza glutine ma stavo bene.
Quando sono tornata a Palermo e mi sono strafatta di pezzi di rosticceria, ecco che c'è stato il boom dei sintomi.
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Grani antichi di Sicilia

Messaggioda anavlis » 7 apr 2016, 14:51

cinzia cipri' ha scritto:bello, Silvana.
Io ho il sospetto che, prima, quando stavo a Milano, non avevo grossi problemi perché ho sempre usato monocultivar antiche (anche se non siciliane) e il lievito madre per fare il pane. La pasta sempre o monococco o matt o altre farine di questo tipo.
Costavano quanto compro ora le cose senza glutine ma stavo bene.
Quando sono tornata a Palermo e mi sono strafatta di pezzi di rosticceria, ecco che c'è stato il boom dei sintomi.


Ad un'amica di Federica, che vive a Brescia, intollerante al glutine - è quindi non ha una diagnosi certa di celiachia, che parrebbe non facile da diagnosticare - le ho fatto provare la "perciasacchi" molita da Drago e non le ha creato alcun problema. Adesso se la fa spedire o la compra a Milano dove hanno un punto vendita.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10418
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Grani antichi di Sicilia

Messaggioda cinzia cipri' » 7 apr 2016, 16:17

non mi viene difficile crederlo.
Ora, sono a livelli che basta davvero pochissimo (il pane che passa sopra al mio piatto) e sto malissimo per giorni.
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Grani antichi di Sicilia

Messaggioda CETTY » 7 apr 2016, 20:12

Silvana sai in che zona a Milano si trova il punto vendita?
CETTY
 
Messaggi: 405
Iscritto il: 21 nov 2012, 7:48

Re: Grani antichi di Sicilia

Messaggioda CETTY » 12 apr 2016, 17:28

CETTY ha scritto:Silvana sai in che zona a Milano si trova il punto vendita?

Silvanaaaaaa :piedino
CETTY
 
Messaggi: 405
Iscritto il: 21 nov 2012, 7:48

Re: Grani antichi di Sicilia

Messaggioda anavlis » 12 apr 2016, 18:35

Scusa! *smk* http://molinidelponte.com/welcome/assis ... -trovarci/ dal loro sito apri assistenza e guardi dove puoi trovare le loro farine a Milano c'é un panificio che le vende. Guarda anche i loro prodotti. Hanno anche un paio di postazioni su FB. Puoi pure telefonargli o mandare una mail, Filippo Drago é estremamente disponibile.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10418
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Grani antichi di Sicilia

Messaggioda Donna » 18 apr 2016, 8:56

Visto in uníntervista a Linea Verde : Love :
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3319
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02


Torna a Carabattole e pignate

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee