Gnocco ingrassato

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Gnocco ingrassato

Messaggioda Annarita » 29 nov 2011, 12:49

Ciao!

Come vi ho detto, vado pazza per gli gnocchi!! Non so ma è qualcosa che mi porto dietro da quando sono bimba ... quando mia nonna ogni domenica ci portava appunto IL gnocco (come di dice qui a modena!!).
Mia nonna faceva quello sfogliato ma purtroppo ha lasciato una ricetta molto confusa che necessita di prove e prove ....

In attesa di perfezionare la ricetta di mia nonna, ne ho intanto provate delle altre tra cui quello di Dida postato sul forum "Universo Cucina". Io lo chiamo il gnocco "delle tazze" in quanto la ricetta è espressa in tazze ed è venuto buonissimo!

Un altro gnocco molto buono con sapore simile a quello che si acquista al forno è questo, trovato sul blog "Libri e altro":

GNOCCO INGRASSATO

E' uno gnocco che viene abbastanza alto, ideale da farcire con affettato.

Ingredienti:
1 Kg di farina 0
1 h di battuto di lardo o battuto di pancetta
200 ml circa di latte
200 ml circa di acqua frizzante
2 cubetti di lievito fresco o 20g di lievito secco
2 cucchiaini rasi di sale
20g zucchero
olio d'oliva q.b.
sale grosso q.b.
Fare una pappina con un paio di cucchiai di farina, lo zucchero, il lievito e acqua tiepida e lasciare riposare per mezz'ora circa.
Impastare la restante farina, il sale, il battuto di lardo, il latte, l'acqua e l'impasto lievitato.
Formare una palla, incidere con un taglio a croce e lasciare riposare coperto con un panno inumidito per due ore.
Stendere l'impasto in una teglia grande unta d'olio e lasciare riposare per un'altra ora.
Ungere con olio la superficie del gnocco, cospargere con un po' di sale grosso e fare una griglia di leggere incisioni in diagonale con un coltello (alla fine verranno tanti piccoli rombi).
Informare a 220° per 25-30 minuti (fino a quanto la superficie diventa rosata).

Purtroppo non sono riuscita a fotografarlo se non a fine cena .... però questo è quello che è rimasto ... giusto per farvi capire l'aspetto!

Immagine

Immagine

Veramente buooooonoooo, è stato molto gradito da tutti.
Presto vi posto un'altra ricetta.

Ciao!!
Annarita
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 15 nov 2011, 9:53

Re: Gnocco ingrassato

Messaggioda misskelly » 8 dic 2011, 10:54

Ottimo AnnaRita!...che bello il tuo gnocco e deve essere buonissimo farcito con prosciutto o salame o formaggi e frittatine... : Thumbup :
Come mai serve tanto lievito?...
Giovanna ...e Spike Immagine
Avatar utente
misskelly
 
Messaggi: 1962
Iscritto il: 25 mar 2008, 17:45
Località: ISERNIA

Re: Gnocco ingrassato

Messaggioda Luciana_D » 8 dic 2011, 19:48

Ha un'aspetto molto invitanta :-P o :p: ........ pero' come Miss credo che il LdB sia davvero eccessivo
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Gnocco ingrassato

Messaggioda anavlis » 9 dic 2011, 22:01

Deve essere davvero buono :clap: basta abbattere il lievito. Consiglio di fare una biga la sera prima ed impastare secondo le regole canoniche: sale e grassi alla fine Inserendo a poco a poco e stando attenti che non perda l'incordatura.
Sul forum c'è chi può dare consigli più precisi , con superiore esperienza lavora i grandi lievitati con ottimi risultati. Io ho solo un'esperienza relativa ad alcuni impasti. I grandi lievitati me li sogno la notte :sigh:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Gnocco ingrassato

Messaggioda Annarita » 11 dic 2011, 18:15

Eccomi!
Effettivamente, ricontrollando, la quantità di lievito è parecchia e forse è proprio per questo che viene così alto ...

Come vi ho scritto ho copiato questa ricetta su un blog. Adesso sono all'estero ma quando rientro controllo la ricetta del gnocco di mia suocera che è abbastanza simile e vi so dire.
Annarita
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 15 nov 2011, 9:53

Re: Gnocco ingrassato

Messaggioda Annarita » 7 mar 2012, 0:16

L'altra sera ho portato a casa di amici 2 gnocchi, quello descritto sopra (che riscuote sempre tanto successo) e un altro realizzato con la ricetta di mia suocera, molto buono anche questo. Vi riporto la ricetta (super veloce!):

INGREDIENTI:
MEZZO KG FARINA
MEZZO ETTO SCARSO DI LARDO
MEZZO ETTO ABBONDANTE DI STRUTTO
1 CUCCHIAINO DI OLIO (io in realtà ne avevo messo un cucchiaio)
2 CUCCHIAINI SALE
1 CUBETTO DI LIEVITO DI BIRRA FRESCO sciolto in 1 bicchiere di acqua unitamente ad un cucchiaino di zucchero.

Ho impastato tutto insieme nell'impastatrice aggiungendo un po' di acqua. L'impasto deve rimanere sodo ma se risulta troppo duro aggiungete ancora acqua (a dire il vero questo gnocco risulta sempre buono, anche con l'impasto morbido!).

Stendere l'impasto sulla teglia con carta forno e tracciare i rombi con il coltello. Lasciar lievitare per almeno 2 ore. Infornare a 220 fino a che non è dorato (nel mio forno circa 20 minuti).
Nota: in genere impasto dopo pranzo per mangiarlo alla sera.

Accade spesso che dopo la lievitazione lo metta in freezer direttamente sulla teglia. Una volta congelato tolgo la teglia e rimetto il gnocco in freezer in una sportina o sacchetto di plastica. All'occorrenza, lo tiro fuori dal freezer e prima di mangiarlo attendo almeno 10 ore.

Ovviamente ottimo farcito con i salumi!

Mi dispiace non aver la foto ma la prossima volta ve la posterò di certo.

Ciao! Annarita
Annarita
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 15 nov 2011, 9:53

Re: Gnocco ingrassato

Messaggioda misskelly » 7 mar 2012, 0:25

OTTIMO....questo lo provo a breve.... thank you
Giovanna ...e Spike Immagine
Avatar utente
misskelly
 
Messaggi: 1962
Iscritto il: 25 mar 2008, 17:45
Località: ISERNIA

Re: Gnocco ingrassato

Messaggioda Annarita » 7 mar 2012, 11:09

guarda, è veramente ottimo! :clap:
Annarita
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 15 nov 2011, 9:53

Re: Gnocco ingrassato

Messaggioda misskelly » 7 mar 2012, 11:40

AnnaRita scausa ma che differenza c'è tra lardo e strutto? posso usare solo strutto? perchè ho quello.... :|? penso di si.
Giovanna ...e Spike Immagine
Avatar utente
misskelly
 
Messaggi: 1962
Iscritto il: 25 mar 2008, 17:45
Località: ISERNIA

Re: Gnocco ingrassato

Messaggioda Rossella » 7 mar 2012, 19:20

misskelly ha scritto:AnnaRita scausa ma che differenza c'è tra lardo e strutto? posso usare solo strutto? perchè ho quello.... :|? penso di si.

Lo strutto (o sugna) è un prodotto alimentare ottenuto per fusione dei grassi presenti nel tessuto adiposo interno del maiale. Si presenta come pasta compatta di colore bianco, inodore e insapore.
Il lardo è lo strato di grasso che si trova appena sotto la cute del maiale. Si preleva dal collo, dal dorso e dai fianchi dell'animale.Dalla carcassa dei suini macellati viene sezionato in grossi pezzi rettangolati conservando (di solito) la cotenna, viene rifilato, cosparso di sale e (eventualmente) di spezie ed aromi. Il lardo riposa in salagione per alcuni giorni.
maggiori informazioniQUI :saluto:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee