GNOCCHI - RACCOLTA

raccolte varie dolci e salate

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

GNOCCHI - RACCOLTA

Messaggioda panini e focacce » 4 dic 2006, 16:54

Gnocchetti di ricotta2.jpg
serviti
Gnocchetti di ricotta2.jpg (9.49 KiB) Osservato 5 volte
Gnocchetti di ricotta di Rossella

Saranno dosi approssimative, sono quelle cose estemporanee, del resto quando c'è di mezzo la ricotta sapete gia che la quantità di farina non può essere mai precisa.

di certo ho messo:

ingredienti

4 cucchiai colmi di ricotta asciutta(di pecora)
4 cucchiai colmi di parmigiano grattugiato
un tuorlo d'uovo
noce moscata grattugiata
e farina q.b. per avere una pasta morbida ed elastica

Cuocerli in acqua salata, appena vengono a galla sono pronti.
Li ho conditi con pomodoro fresco zucchine fritte e ricotta salata.

Rossella.
Allegati
Gnocchetti di ricotta1.jpg
Gnocchetti di ricotta1.jpg (5.38 KiB) Osservato 5 volte
Gnocchetti di ricotta.jpg
Gnocchetti di ricotta.jpg (5.86 KiB) Osservato 5 volte
Avatar utente
panini e focacce
 
Messaggi: 559
Iscritto il: 28 mar 2008, 22:40

Messaggioda biarob » 5 dic 2006, 9:59

A me piacciono molto questi gnocchi penso di origine valtellinese:

Gnocchi con grano saraceno
Ingredienti per 4 persone:
1 kg patate farinose,
250 g circa di farina di grano saraceno
Lavate le patate, fatele lessare con una foglia di alloro in acqua leggermente salata, pelatele e passatele raccogliendo la purea sul piano di lavoro. Non appena è possibile lavorare la purea, incorporate poco per volta la farina finchè l'impasto è compatto e non più appiccicoso. Ricavate dall'impasto tanti salsicciotti grossi un pollice arrotolandoli sotto le mani, tagliateli a pezzi di 3 cm che passerete sui rebbi di una forchetta e che allineerete su uno strofinaccio infarinato. In una pentola con abbondante acqua salata in ebollizione tuffate la metà degli gnocchi, quando salgono in superficie prendeteli con la schiumarola larga e conditeli con il condimento che avrete scelto, procedete con l'altra metà , mescolate delicatamente .
Sono buoni conditi anche solo con burro fuso e parmigiano,
oppure con un sugo ai funghi.
Io, quando voglio farmi del male, li preparo con della pancetta tritata rosolata in tanto burro , aggiungo un pò di concentrato di pomodoro e alla fine uno o due cucchiai di acqua di cottura.
roberta
Avatar utente
biarob
 
Messaggi: 240
Iscritto il: 27 nov 2006, 8:07
Località: scanzorosciate (bg)

Messaggioda biarob » 5 dic 2006, 10:06

mi sono ricordata anche questa ricetta di gnocchi che aveva dato Anna Manduchi , che io avevo realizzato usando dello stracchino al posto dello sququerone (buoni!):

gnocchetti di squaquerone al pomodoro e basilico

impasto gnocchetti (per 2-3 persone)
150 gr di squaquerone
farina qb per avere un impasto che non si appiccica al piano di lavoro (consistenza tipo la sfoglia per la pasta fresca, appena più morbida)
sugo:
1/2 confezione di pelati
3 spicchi di aglio
1/2 cucchiaino di sale grosso
1 cucchiaino di zucchero
pepe o peperoncino
5 cucchiai di olio
si impasta in una ciotola lo squaquerone aggiungendo pian piano la farina (fino a che rimane molto colloso è meglio usare una forchetta) poi si aggiunge farina poco alla volta impastando vigorosamente finchè l'impasto smette di essere appiccicoso e si lavora bene. si fanno dei serpentelli sottili come un dito e si tagliano degli gnocchetti (a noi piacciono piccoli e non rigati...de gustibus)
si mettono su un vassoio infarinato. mentre l'acqua bolle far soffriggere aglio in olio, unire i pelati, lo zucchero il sale il pepe e far restringere a fuoco vivace.
buttare gli gnocchetti in acqua bollente ben salata e cuocere per 1 minuto dopo che sono venuti in superficie.
condire col sugo, basilico fresco spezzettato e abbondante parmigiano! servire caldissimi.
ottimi anche in bianco con i sughi verdurosi di primavera (zucchine, fiori di zucca, asparagi)o con sughi di pesce tipo vongole!
se non trovate lo squaquero va bene anche stracchino robiola o ricotta non acquosi!
roberta
Avatar utente
biarob
 
Messaggi: 240
Iscritto il: 27 nov 2006, 8:07
Località: scanzorosciate (bg)

Messaggioda PierCarla » 5 dic 2006, 10:16

E lo sapevo che ci dovevano essere ricette diverse e incredibili!!!!!!!!!!!
Roberta, bellissime grazie
Hai usato stracchino un po asciutto (pasta cruda per intenderci) oppure quei bei taleggi grassi che noi abbiamo sempre in casa?
Avatar utente
PierCarla
 
Messaggi: 1014
Iscritto il: 23 nov 2006, 12:42
Località: prov. Bergamo

Messaggioda biarob » 5 dic 2006, 10:35

PierCarla ha scritto:E lo sapevo che ci dovevano essere ricette diverse e incredibili!!!!!!!!!!!
Roberta, bellissime grazie
Hai usato stracchino un po asciutto (pasta cruda per intenderci) oppure quei bei taleggi grassi che noi abbiamo sempre in casa?


La seconda opzione...
taleggio grasso , saporito e un po' spatasciato!!!! :lol: :lol: :lol:
roberta
Avatar utente
biarob
 
Messaggi: 240
Iscritto il: 27 nov 2006, 8:07
Località: scanzorosciate (bg)

Messaggioda M.Giovanna » 5 dic 2006, 10:41

Le dosi precise per questa ricetta non esistono, anche una precisina come me si è dovuta arrendere ed ho dovuto imparare, man mano che li facevo, la giusta consistenza. Questa è la ricetta della mia mamma:

Immagine

Ingredienti:
patate lesse
farina 00
ragù alla napoletana
fior di latte
parmigiano grattugiato

Esecuzione:
Schiacciare le patate dopo averle sbucciate e lasciarle raffreddare; una volta fredde aggiungere la farina necessaria fino a che infilando il dito nella pasta non sentiremo più l'umidità . Ricavare dei bigoli prelevando dei pezzi dall'impasto, tagliarli a piccoli pezzetti e con l'indice praticare una fossetta rotolandoli sul tavolo senza fare troppa pressione; spolverarli con abbondante farina.

Immagine

A questo punto gettarli in acqua bollente salata, appena salgono a galla lasciar riprendere il bollore dopodichè alzarli con un mestolo forato e passarli sotto l'acqua fredda per non farli attaccare, condirli con il ragà, disporre la metà in una pirofila sul cui fondo avremmo messo un pò di ragà, spolverare con parmigiano, aggiungere dadini di fior di latte, altro ragà, coprire con i restanti gnocchi, spolverare con parmigiano e cuocere in forno fino a che si asciughi l'acqua del fior di latte e del ragà.
Sono ottimi, basta prendere solo un pò la mano per riuscire ad ottenere la giusta coinsistenza dell'impasto.
M.Giovanna
 
Messaggi: 272
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:36

Messaggioda elvira » 5 dic 2006, 11:11

Per risolvere il problema delle patate non adatte, il trucco è fare i gnocchi come dice Mariagiovanna, lasciando raffreddare le patate prima di impastare e poi aggiungere un tuorlo nell'impasto. Reggono anche gli impasti fatti con le patate meno adatte!
elvira
 
Messaggi: 287
Iscritto il: 27 nov 2006, 10:17
Località: MARZANO(PV)

Messaggioda Rossella » 5 dic 2006, 12:03

Un'altro trucchetto che ho appreso da recente da Paolo che scrive sui gruppi Ihc, è quello di cuocere le patate in pentola a pressione a vapore, con tutta la buccia ancora calde le schiacci con lo schiacciapatate, in questo modo la patata assorbe molto meno farina e rimangono molto più leggeri facendo un mix tra farina 00 e semola.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14278
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Serena » 5 dic 2006, 21:03

In Valchiavenna (zona limitrofa a Teglio patria dei pizzoccheri) si usa fare degli gnocchetti di pane oppure solo di farina che vengono poi conditi come i pizzoccheri.

Gnocchi di pane

3/4 panini raffermi
2/3 bicchieri di latte
farina
sale
pepe
1 uovo

spezzettare il pane e metterlo a bagno nel latte per due o tre ore o fino a quando non si sia ben ammollato.
Trascorso questo tempo prendere un chucchiaio di legno e mescolare energicamente fino a ridurre il tutto ad una poltiglia. A questo punto unire l'uovo, il sale, il pepe e farina quanto basta per ottenere un composto della giusta consistenza che non deve essere ne dura ne molliccia.
Gli gnocchetti vanno fatti prendendo poco impasto per volta con un cucchiaino gettandolo nell'acqua che bolle ( e nella quale si sono messe verze e patate), la grandezza deve essere più o meno quella di una mandorla.
Vanno fatti cuocere circa tre minuti da quando vengono a galla.
Scolarli con la schiumarola insieme alle verdure e condirli con abbondante burro soffritto con l'aglio e formaggio tipo bitto o casera.


Gnocchetti della valchiavenna senza pane

800 gr. di farina
acqua
1 uovo
sale
pepe


Preparare un impasto omogeneo con farina, acqua, uova, sale e pepe.
Anche questi gnocchi vengono fatti al cucchiaio, quindi il composto deve avere una consistenza non dura e non molliccia.
Metterli a bollire pochi per volta nell'acqua in cui gia si sono messe patate e verze e scolarli con la schiumarola insieme alle verdure.
Il tempo di cottura di questi è più lungo di quelli di pane, ci vogliono infatti sei sette minuti.
Condire con abbondante burro soffritto con l'aglio e formaggio tipo bitto o casera.

Pier...sei contenta??? :roll: :roll: :roll:
Avatar utente
Serena
 
Messaggi: 81
Iscritto il: 5 mar 2008, 17:26

Messaggioda imercola » 6 dic 2006, 1:02

io ho trovato questi nel mio archivio:


GNOCCHI ALLA PARIGINA GRATINATI ALLA BISQUE DI GAMBERI TARTUFATI

Ingredienti per 4 persone:

Per gli gnocchi:
200 gr. di farina bianca
100 gr. Burro
4 dl. latte
3 uova
90 gr. Gran Formaggio Prealpi
noce moscata
sale

per la salsa:
1 spicchio dìaglio
300 gr. code di gamberi sgusciati
un mazzetto di erba cipollina
olio tartufato
bisque di pesce
sale e pepe
un bicchierino di sherry

Ponete in una casseruola il latte, il burro una presa di sale e un pizzico di noce moscata.
Portate il latte ad ebollizione e gettatevi dentro tutto in un colpo la farina
Togliere quindi il recipiente dal fuoco e lavorare energicamente il composto, con un cucchiaio di legno, in modo da sciogliere bene i grumi.
Rimettere la casseruola sul fuoco e continuare a rigirare l'impasto fino a quando si staccherà completamente dalle pareti della casseruola, formando un'unica grossa palla.
Mettere l'mpasto in una terrina e incorporatevi con cura, poco alla volta il Gran Formaggio Prealpi; lasciare intiepidire e amalgamarVi quindi uno alla volta le uova, facendo attenzione a che il primo uovo sia assorbito dall'impasto, prima di aggiungerne un altro.
Ponete quindi sul fuoco un'ampia pentola contenente acqua leggermente salata, portare a ebollizione e aiutandovi con due cucchiai far cadere delle piccole quantità di impasto.
Cospargete il fondo dei tegamini da forno con un pò di Burro Prealpi e appena gli gnocchetti verranno a galla estraeteli con il mestolo forato, scolarli bene e disporli nel tegamino. Cospargete la superficie di Gran Formaggio, una noce di burro e mettete in forno caldo a 200 per 20 minuti circa, fino a quando la superficie non risulti dorata e gli gnocchi non si siano gonfiati.
Preparate intanto la salsa, facendo rosolare l'aglio tritato nell' olio d'oliva, quindi unire le code di gamberi tagliate in tre, rosolare bene, bagnare con un bicchierino di sherry e flambare. Unire la bisque di pesce e lasciar ridurre aggiustando di sapore; unire una lacrima di olio tartufato.
Quando gli gnocchi sono pronti, toglierli dal forno, ricoprirli di salsa e finirli con una spolverata di erba cipollina tagliuzzata.

Ristorante Al Bersò
Induco Olona (VA)

questi sono tratti tutti da cucinait.com

GNOCCHI ALLA PARIGINA

1)Alda Muratore

Fai scaldare 1/5 di litro di acqua, con 80 g di burro, quando accenna a prendere il bollore versa in un colpo solo 100 g di farina, abbassa il fuoco e rimescola energicamente fino a che il composto si stacca dalle pareti; trasferisci in una ciotola e aggiungi 3 - 4 uova, sempre rimescolando (anche con la frusta agancio). È importante aggiungere un uovo alla volta, facendo attenzione che sia ben assorbito primadi aggiungere il seguente. Se le uova sono grandi, tre basteranno. Si deve ottenere una pastella spessa che, sollevata, cade a fatica dal cucchiaio. Aggiustare si sale.
Fai bollire una pentola d'acqua, e al bollore butta questa pasta nell'acqua, lavorando con due cucchiaini o facendola cadere da una tasca da pasticceria. Appena i gnocchetti viengono a galla, bisogna raccoglierli con la cucchiaia bucata, trasferirli su un colino e immediatamente in una pirofila imburrata. Cosparere infine di burro fuso e parmigiano e passare in forno a gratinare.

2) flavia nicoletta mazzola clerici:

puoi anche prepararli prima, disporli in una teglia imburrata senza sovrapporli e passarli nel congelatore. la ricetta originale poi li fa ricoprire con una besciamella molto liquida, che non li appesantisce, ma anzi, li lascia crescere quasi come un soufflé.
Alda ha dimenticato un passaggio importante: prima unisci un tuorlo per volta, poi i bianchi montati a neve ferma.

Sergio Salomoni:

Confermo quanto detto d Alda: le uova si mettono intere.

Per la salsa Mornay: besciamella circa 3 dl - panna liquida 1 dl emmental grattugiato 50 gr - burro, a temp. ambiente, 50 gr.
Per gli gnocchi: farina setacciata 250 gr latte ½ lburro 100 gr uova intere num. 6 parmigiano grattugiato 100 gr noce moscata - sale. Per completare: parmigiano grattugiato 50 gr burro fuso 50 gr.
Preparare la salsa Mornay: mettere sul fuoco la besciamella, farla scaldare e aggiungervi la panna, amalgamandola bene; portare lentamente all'ebollizione e far ridurre di circa un terzo. Togliere dal fuoco, unirvi l'emmental e il burro a piccoli pezzi e tenere da parte. Per evitare che si formi sopra una pellicina, passare la superficie con un pezzettino di burro.
Preparare la pasta: mettere in un tegame il latte con i 100 gr di burro, un pizzico di sale e una grattata di noce moscata. Portare all'ebollizione e versarvi la farina tutta in una volta. Mescolare energicamente con una spatola di legno, finchè si avrà un composto liscio e omogeneo, che si stacca dalle pareti del recipiente. Togliere dal fuoco, fare intiepidire leggermente ed unire le uova intere, una alla volta, e alla fine il parmigiano grattugiato. Assaggiare e controllare il sale.
Preparazione finale. Accendere il forno a 200°. Versare qualche cucchiaio di salsa Mornay sul fondo di una larga pirofila, che possa andare in forno. Mettere sul fuoco un largo tegame contenente acqua leggermente salata e portarla all'ebollizione; quando questa inizia, abbassare il fuoco in modo che l'acqua frema appena senza bollire. Mettere l'impasto preparato in una tasca da pasticcere con bocchetta liscia da 1, 5 cm e, stando sull'orlo del tegame, farne uscire un cilindretto di pasta di circa 2 cm e, con un coltellino immerso spesso nell'acqua calda, tagliarlo a filo della bocchetta facendolo cadere nell'cqua. In questo modo finire tutto l'mpasto. Quando saliranno a galla (occorreranno 5/6 minuti) prelevateli con una schiumarola, e trasferiteli in un recipiente d'acqua fredda. Quindi riprelevateli e, dopo averli scolati benissimo, disponeteli ben staccati l'uno dall'altro disporli nella pirofila, possibilmente in un solo strato. Coprirli con la salsa rimasta, spolverarli con il parmigiano grattugiato e versarvi il burro fuso. Metterli in forno a far gratinare e servire. Possono essere preparati, e la presentazione ne guadagna, in piccole pirofile individuali di vetro o di porcellana.
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 980
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Messaggioda Mariella Ciurleo » 6 dic 2006, 11:59

A proposito di cottura delle patate, devo confessare che io le ho sempre lessate normalmente con la buccia in acqua. Le schiaccio con tutta la buccia nello schiacciapate e le "spargo" sull'asse di legno in modo che si raffreddino rapidamente e che l'asse assorba più umidità possibile. Poi, quando si sono raffreddate, ci verso a pioggia la farina sufficiente a rendere l'impasto lavorabile in filoncini. Se le patate non mi convincono troppo ci aggiungo un uovo, ma non sempre.
L'importante è aggiungere meno farina possibile e non lavorare l'impasto delicatamente e solo il minimo indispensabile, altrimenti gli gnocchi diventano gommosi.

Domenica scorsa li ho preparati con un bel sugo di castrato ed erano proprio buoni! 8) :roll: 8) :roll:

Un bacio
Mariella
Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono (G. Gaber)
Avatar utente
Mariella Ciurleo
 
Messaggi: 403
Iscritto il: 4 dic 2006, 8:28
Località: Roma (Q.re Talenti)

Messaggioda Danidanidani » 6 dic 2006, 14:22

Gnocchi di semolino o "gnocchi alla romana":
per 4 persone
250 gr di semolino
1 litro di latte
1 etto abbondante di parmigiano grattugiato
80 gr di burro fuso
2 rossi d'uovo
sale.
mettere il latte in una casseruola e, quando bolle versarvi a pioggia il semolino.Bisogna mescolare di continuo, per evitare che si formino grumi e par evitare che la "polentina" si attacchi al fondo della pentola.Dopo circa 15 minuti, togliere dal fuoco e condire con mezzo etto di parmigiano, la metà del burro fuso e sale.Aggiungere due rossi d'uovo e versare il semolino così condito su un piano di marmo inumidito (io lo verso su un foglio di carta metallina inumidita).livellarlo ad un'altezza di circa 1 centimetro e lasciarlo raffreddare per circa 2 ore.
ritagliare il semolino a tondini (io uso un bicchierino da liquore) del diametro di circa 5 cm.Disporre in una pirofila imburrata ( :oops: , ci vorrà dell'altro burro...) uno strato composto dai ritagli del semolino, spolverare di parmigiano e fare analoghi strati con i tondini di semolino, mettendoli degradanti, affinchè alla fine l'aspetto sia vagamente piramidale, cospargendo ogni strato col
parmigiano.Sull'ultimo strato ulteriore parmigiano e poi il restante burro fuso.Mettere in forno caldo a 220C e lasciare fino a gratinatura.Bisogna mangiarli subito, ben caldi.Ciao Daniela
Daniela Del Castillo
le mie foto qui:
http://www.flickr.com/photos/8594434@N08/?saved=1
Immagine
Avatar utente
Danidanidani
 
Messaggi: 3214
Iscritto il: 26 nov 2006, 0:01
Località: Macerata Feltria

Messaggioda rosanna » 9 dic 2006, 10:45

sul non uso del microonde sono daccordo.

Consiglio di adriano:

Le patate vanno schiacciate a caldo, compattate con le mani e lasciate raffreddare. Impastate a freddo, assorbono - farina. 1 kg patate vecchie, 250 gr farina (1/2 semola e 1/2 0), e se le patate non vi convincono, 1 uovo. E' importante la lavorazione, fermarsi quando, tagliato di netto l'impasto, l'interno si presenta omogeneo.

Gnocchi della mamma di lydia
Io per un kg di patate metto 300-350 gr farina 00, 100 gr semola, 1 uovo
parmigiano grattugiato e
sale q.b.



Gnocchi di patate con zucchine e gorgonzola


Ingredienti: (dose per 6 persone)

Per gli gnocchi: patate kg 1 - farina g 250 - grana padano g 30 - noce moscata - sale. -

Per il sugo: zucchine g 450 - Gorgonzola g 350 - 2 scalogni - brodo - olio - sale

Per gli gnocchi, lessate le patate con la buccia, scolatele ancora al dente, pelatele subito e passatele allo schiacciapatate, facendo cadere il ricavato sulla spianatoia, sopra la farina (circa g 200) raccolta a mucchietto. Condite con una presina di sale, noce moscata grattugiata, il grana, impastate rapidamente, quindi dividete l'impasto in 6 pezzi e, con ciascuno, formate un filoncino grosso come un pollice. Tagliate i filoncini a tocchetti che passerete sulla grattugia riga-gnocchi (o sul dorso di una forchetta). Via, via che gli gnocchi saranno pronti, trasferiteli su un vassoio spolverizzato con la farina rimasta. Portate a bollore abbondante acqua salata che vi servirà per lessare gli gnocchi e, intanto, preparate il sugo: soffriggete in un largo tegame, in un filo di olio caldo, le zucchine affettate molto sottili e gli scalogni tritati; salate, bagnate con un mestolino di brodo e lasciate stufare per 5', poi aggiungete il Gorgonzola, fatelo stemperare, unite quindi gli gnocchi, che avrete appena lessato, saltateli velocemente per farli insaporire e portateli subito in tavola.
Gnocchi di Irma Malanga Massucco
Anch'io vado ad occhio con le dosi di patate e farina, quindi non posso aiutarti...ma per il condimento un suggerimento te lo posso dare.
Metti in padella poco olio e dello scalogno tritato finissimo, fai appassire senza rosolare e unisci del radicchio rosso tagliato a striscioline. Lasci appassire anche quello, unisci uno spruzzo di vino bianco e fai sfumare. Sali a piacere. Poi scoli gli gnocchi e li condisci con il sughetto in una terrina che vada in forno ( o in ciotole individuali), cospargi di fiocchetti di stracchino e spolverizzi di parmigiano grattugiato. Passi sotto il grill, in forno caldo. Servi con lo stesso vino che hai usato per il sugo. Il gusto amarognolo del radicchio contrasta bene con la dolcezza dello stracchino.
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 5126
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Messaggioda rosanna » 9 dic 2006, 12:33

Ancora qualche ricetta, scusate nella fretta non ho annotato i nomi …

GNOCCHI ALLE OLIVE
1 patata grande lessata con buccia e passata allo schiacciapatate
farina q.b.
1 uovo
1 cucchiaio colmo di Montasio grattugiato
olive al forno snocciolate a piacere
sale

schiacciare sulla spianatoia la patata lessata e sbucciata, mettere sopra una manciata di farina, fare la fontana e dentro alla fontana mettere 1 uovo.
Con una forchetta incorporare un poco di impasto nell'uovo, quel tanto che basta per non farlo scappare in giro.
Unire il formaggio grattugiato, un pizzico di sale e le olive snocciolate e tritate .
Impastare bene il tutto e aggiungere farina necessaria, sino ad ottenere un impasto della consistenza degli gnocchi.
Formare i cilindretti e poi tagliare gli gnocchi della grandezza desiderata.
Cuocerli in acqua come al solito.
Per il sugo ....
rosolare aglio e cipolla
4 acciughe sott'olio
sfumare e unire basilico spezzettato con le mani
unire i pomodorini tagliati a metà e lasciare cuocere una decina di minuti
Condire gli gnocchi con questo sughetto, spolverare con Montasio grattugiato e un'altra spruzzata di basilico spezzettato a piacere.


Gnocchi al basilico

1 kg di patate farinose
200 gr. circa di farina
50 gr. basilico
2 cucchiaiate di pecorino gratt.
1 uovo - sale
Lessare le patate in acqua fredda con la buccia, pelarle e schiacciarle
Fare la fontana con patate e farina, nel buco mettere il basilico frullato con l'uovo e il formaggio, poco sale.
Fare l'impasto dei gnocchi e formarli, un poco piu' piccoli del solito e pasandoli sul retro di una grattuggia
Condirli con la salsa di pomodoro semplice semplice


GNOCCHI CON SUGO ALL'AMATRICIANA

1 kg di patate di pasta gialla
1 uovo
250 - 300 gr di farina 0
noce moscata
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato

per il sugo all' amatriciana
250 gr di guanciale magro
500 gr di salsa di pomodoro( polpa pronta
½ bicchiere di vino bianco
una spruzzata di aceto bianco
peperoncino a piacere
pecorino e parmigiano

Procedimento

Lessare le patate con la buccia in acqua salata e fredda
.Appena cotte passarle nello schiacciapatate e lasciarle freddare, impastare con l'uovo , il parmigiano , la noce moscata , la farina e confezionare gli gnocchi.

Per la salsa :
Tagliare a striscioline la pancetta e farle ben rosolare finche sarà croccante solo a quel punto unire il vino e l'aceto , far evaporare aggiungere la polpa di pomodoro, aggiustare di sale e di peperoncino e far cuocere per 10 minuti.
Lessare gli gnocchi in acqua salata, appena saliranno in superficie, togliere con un scolapasta e unire nella padella con la salsa, mantecare e unire i formaggi.
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 5126
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Gnocchetti di Chiavenna

Messaggioda natalia » 2 set 2007, 10:45

Ricetta mia personale
[Quella originale teoricamente non necessita l'uso del pane, prediligendo solo acqua e farina ma è evidente la difficoltà della preparazione dell'impasto]

Ingredienti Per 4 Persone:

200g Pane Bianco Raffermo
1dl Latte Fresco
1dl Acqua Fredda
10g Sale Fino
100g Patate Novelle
100g Burro D'alpe
4 Foglie Di Salvia
2 Spicchi D'aglio
50g Formaggio Latteria Giovane (tipo Casera)
50g Parmigiano

Procedimento
Tagliare A Cubetti Il Pane Ed Ammorbidirlo Col Latte Tiepido.
Creare L'impasto Mischiando La Farina Con Il Pane Ammorbidito, Aggiungere Acqua E Sale.
Impastare Energicamente Ottendendo Un Impasto Morbido Ed Omogeneo. Fatto Questo Lasciar Riposare Per 30 Minuti.
Formare Dei Piccoli Gnocchetti Irregolari Aiutandosi Con Un Cucchiaio.
Far Cuocere I Gnocchetti In Abbondante Acqua Salata Per 20 Minuti Con L'aggiunta Delle Patate Precedentemente Sbucciate E Tagliate A Cubetti Di 1 Cm.
Preparae A Parte Il Soffritto Di Burro, Salvia E Aglio Ben Croccante E Spumoso.
Ultimata La Cottura Scolare I Gnocchetti In Una Pirofila Aggiungere I Formaggi E Condire Col Burro Spumeggiante.
Passare In Forno Per 3 Minuti.
Mescolare Il Tutto Prima Di Servire

Buon Appetito

Ps. Una curiosita' : la storia della provincia di Sondrio raccconta che un tempo la Valchiavenna era una terra molto ricca grazie alle merci in transito verso il passo del Settimo e verso il Passo dello Spluga, mentre la Valtellina era più povera e dedita soprattutto all'agricoltura. La farina bianca era difficilmente reperibile, a differenza di quella di grano saraceno. Per questo motivo i Chiavennaschi che se lo potevano permettere cucinavano i pizzoccheri con la farina bianca. Anche se io preferisco di granlunga i Pizzoccheri di Teglio
Se la vita non ti sorride tu falle il solletico

Il mio Flickr
Avatar utente
natalia
 
Messaggi: 95
Iscritto il: 31 ago 2007, 8:17
Località: Chiavenna [Sondrio]

Re: Gnocchi Gnocchi Gnocchi

Messaggioda Maria Luisa » 17 giu 2008, 11:50

Ho mangiato diversi anni fà degli gnocchi di patate con gli spinaci nell'impasto, qualcuno sa dirmi come si fanno?
grazie.questo post è molto bello.
Avatar utente
Maria Luisa
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 17 feb 2008, 16:00
Località: Catania

Re: Gnocchi Gnocchi Gnocchi

Messaggioda Sandra » 17 giu 2008, 12:55

Cercavi questi: Gnocchetti verdi con ragout di cervo di Zerovisibility Maria Luisa?



750 gr di patate
250 gr di spinaci
250 gr di farina 00
1 uovo
½ kg di polpa di cervo
1 carota
1 costa di sedano
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
200 gr di passata di pomodoro
Bacche di ginepro
Chiodi di garofano
Sale/pepe
1 bicchiere di vino rosso
Parmigiano ( se piace)

Bollire le patate in acqua salata. Una volta fredde, sbucciarle e passarle al passapatate. Fare la fontana e unire la farina gli spinaci precedentemente bianchiti , e tritati finemente, l’uovo, sale , e formare gli gnocchi. Cuocerli in acqua bollente salata per qualche minuto, quindi scolarli e passarli in acqua e ghiaccio . Stenderli su un vassoio con pochissimo olio e tenere da parte. ( Cosi' , si conservano in frigorifero per qualche giorno).

Per il ragout, passare al tritacarne la polpa di cervo, e le verdure. Soffriggere bene in un casseruola, e quando il tutto e’ ben rosolato, sfumare col vino. Unire la passata di pomodoro, le spezie, regolare di sale e pepe e portare a cottura come un normale ragout in un paio d’ore a fuoco bassissimo.

Trasferire il ragout in padella e saltarvi gli gnocchi . Impiattare e , se piace , aggiungere del parmigiano.
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 9016
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Gnocchi Gnocchi Gnocchi

Messaggioda Clara » 17 giu 2008, 13:33

Bene, visto che è tornato su questo bel 3d, posto anche questa ricettina di gnocchi verdi :D

° GNOCCHI RICOTTA E SPINACI

6 hg di spinaci
4 hg di ricotta
2 uova
formaggio grana grattugiato
pangrattato, noce moscata,sale, pepe
farina
per condire:
altro formaggio grana grattugiato, tanto, burro, salvia
ma anche pesto se volete, ci sta.

Lessare gli spinaci e strizzarli molto bene.
Tritarli, unire la ricotta, le uova, sale pepe e pangrattato quanto serve per ottenere un composto
che non sia nè troppo molle nè troppo duro, giusto per formare delle palline .
Passare le palline nella farina.
Buttarle nell'acqua salata in ebollizione, scolarle con la schiumarola e condirle.

Immagine

Immagine
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 7095
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Gnocchi Gnocchi Gnocchi

Messaggioda Clara » 17 giu 2008, 13:44

E, anche se non sarebbe proprio stagione, ma tanto caldo non fa :roll: , metto anche questa

Ghenefle

Questo piatto l’ho mangiato in un ristorante di Champlas Janvier, un borgo nei pressi di Sestriere, valli olimpiche. Mi è molto piaciuto, è molto “formaggioso” e io adoro il formaggio. Sono quindi risalita alla ricetta che è tipica dell’alta Val Susa e ho cercato di riprodurla il più possibile simile a quella che ho mangiato.

ingredienti
1 kg. di patate, 250 gr. pane raffermo , 3 uova, latte, farina burro, noce moscata, sale

Lessare le patate e passarle allo schiacciapatate, aggiungere il pane raffermo, precedentemente ammollato nel latte*, le uova, un pizzico di noce moscata, sale. Lavorare l'impasto fino a raggiungere una consistenza tale da poter ottenere degli gnocchi, se occorre aggiungere a questo scopo del pane pesto o della farina. Ricavare dall'impasto degli gnocchi un po’ grandini a forma di uovo, passarli nella farina bianca e disporli su un canovaccio. Cuocerli in abbondante acqua salata in ebollizione sino a quando vengono a galla, come i comuni gnocchi. Sistemarli in una teglia o in pirofile monoporzione, sopra uno strato di formaggio fuso, preferibilmente toma di montagna, ricoprirle con altro formaggio fuso e far gratinare in forno.

(*Per ottenere un impasto più omogeneo ho frullato un po’ il pane ammollato nel latte, che altrimenti si presentava non troppo fine.
Un’altra variante che ho fatto è quella di lessare le patate. Nella ricetta originale vengono grattugiate finemente crude e in questo modo, invece di raccogliere gli gnocchi con la schiumarola appena vengono a galla, bisogna lasciarli cuocere per una ventina di minuti )

E’ curioso come ogni paesino o borgata della valle abbia una sua versione di questo piatto, chiamato anche “las calhetas”. Le varianti riguardano alcuni ingredienti che possono essere aggiunti all’impasto base: cipolle rosolate nel burro, prezzemolo o avanzi di carne, lardo, spinaci, erbe aromatiche, formaggio locale, insomma cose che si potevano recuperare o reperire sul posto.
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 7095
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Gnocchi Gnocchi Gnocchi

Messaggioda Riccardo Frola » 17 giu 2008, 14:44

GNOCCHETTI DI TARASSACO ALLA CAMOMILLA

Ingredienti per 4 persone:

Per gli gnocchi:
200g di tarassaco
200g farina
100g burro
100g grana grattato
5 uova
sale qb

Per la salsa:
25g burro
25g farina
2, 5dl latte
1dl panna da cucina
25g grana grattato
sale pepe nero qb
10 fiori di camomilla


Preparazione:

Pulire bene il tarassaco eliminendo le radici amare e lavarlo bene.
Passare al mixer per tritarlo il più fine possibile e metterlo in un colino cosparso di sale per eliminare l'acqua di vegetazione che potrebbe risultare amara.
Portare ad ebollizione in una casseruola 4 decilitri di acqua con il burro e un pizzico di sale
Versare la farina tutta in una volta e mescolare energicamente fino ad ottenere un composto liscio che si staccherà dalle pareti in una massa unica.
Togliere dal fuoco, e unire il grana, il tarassaco ben strizzato e lasciar intiepidire mescolando spesso.
Amalgamare le uova, uno alla volta senza aggiungere il sucessivo se il precedente non sarà ben assorbito.
Questo impasto è simile come procedimento ai gnocchi alla parigina, ma con aggiunta del tarassaco.
Preparare la salsa portando a bollore il latte con i fiori di camomilla.
In un padellino far fondere il burro e aggiungere la farina e farla tstare per un minuto ottenendo un piccolo roux bianco che servirà da composto legante.
Aggiungere il roux al latte caldo privato dei fiori, mescolare bene per ottenere un composto denso.
Aggiungere il grana, la panna, ed aggiustare di salee pepe. Tenere in caldo.
Portare ad ebollizione abbondante acqua, mettere il composto per gli gnocchi in una tasca da pasticcere, e far cadere piccoli gnocchi in acqua.
Cuocere gli gnocchi finchè non verranno a galla.
Scolarli e condirli con la salsa.

:saluto: *smk*
....alcuni Chef trasformano un gusto in un piatto.....
......altri Chef trasformano un piatto in un gusto.......
(R.Frola)
Avatar utente
Riccardo Frola
 
Messaggi: 369
Iscritto il: 29 mag 2008, 16:44
Località: Genova Ovest Sampierdarena

Prossimo

Torna a Raccolte

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee