GLASSA DI AMARETTO PER PANETTONE di Iginio Massari

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

GLASSA DI AMARETTO PER PANETTONE di Iginio Massari

Messaggioda Rossella » 24 dic 2014, 7:09

GLASSA DI AMARETTO PER PANETTONE di Iginio Massari dal gruppo su fb

MANDORLE DOLCI GREZZE GR 750
ARMELLINE GR 250
NOCCIOLE GR 500
ZUCCHERO GR 4000
CACAO GR 100
FARINA DI MAIS GR 100
FECOLA GR 100
ALBUME GR 1500

macinare tutto a secco, aggiungere albume d'uovo o in la planetaria con frusta o con il mixer.
Se la ghiaccia troppo dura, si staccherà dalla superficie del panettone
Se troppo molle si bagnerà dopo circa 8-10 gg dopo la cottura
Il panettone cotto con la ghiaccia all'amaretto, svilupperà di più, perché la medesima provoca una barriera- vapore aumentando il volume del dolce
nota:
con queste dosi glassi circa 20 panettoni da 1 kg, se la dividi per dieci ne glassi 2! Al posto delle armelline vanno bene le mandorle amare!
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: GLASSA DI AMARETTO PER PANETTONE di Iginio Massari

Messaggioda titione06 » 24 dic 2014, 9:20

grazie ROSSELLA *smk*
copiato
Christiane
titione06
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 25 nov 2010, 18:04
Località: BIOT in FRANCIA


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: DotBot e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee