Girelle all'uvetta o pain raisins

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda Rossella » 17 apr 2016, 11:27

Dal blog della bravissima Paola Lena, *smk* che vi esorto di andare a vedere, ho preparato l'impasto come indica la ricetta , rimarrà in frigorifero fino a domani mattina.

http://paolalenae.blogspot.it/2016/04/girelle-alluvetta-o-pain-aux-raisins-o.html?spref=fb

Girelle all'uvetta o pain aux raisins o meglio ancora Schneck
Adoro l'uvetta, adoro la crema pasticcera ed adoro la pasta brioche, questi sono gli ingredienti per queste delizie, di conseguenza mi piacciono da impazzire .Le faccio spesso e ne congelo una parte per le voglie improvvise.
Consiglio assolutamente di preparare la pasta brioche alla sera , metterla in una ciotola capiente coprirla per bene e schiaffarla in frigo dove lieviterà e darà modo agli aromi di amalgamarsi completamente.


    Per il lievitino

  • 100 gr di farina di forza
  • 12/15 gr di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino da caffè di malto
  • circa 50 ml di acqua tiepida

    İmpastare e lasciar raddoppiare coprendo con pellicola per alimenti.

    Serviranno poi
  • 400 gr di farina di forza
  • 2 uova intere
  • 100 gr di burro morbido
    100 gr di zucchero
  • 50 ml di acqua tiepida
    vaniglia, la scorza di un limone, e la scorza di un arancio ( grattugiate)
  • sale 1/2 cucchiaino
esecuzione
Mettere nell'impastatrice la farina , lo zucchero e l'acqua cominciare ad impastare , poi aggiungere un uovo alla volta facendoli assorbire per bene ( la dose di acqua é indicativa , può variare in base alla farina usata e dalla dimensione delle uova) İo uso uova taglia L. Aggiungere poi il lievitino e gli aromi , far amalgamare per bene arrivando all'incordatura. Ora si aggiunge il burro che deve avere la stessa consistenza della pasta quindi regolatevi potrebbe aver bisogno di essere passato in microonde per qualche secondo.İl burro dovrà essere aggiunto poco per volta dando il tempo all'impasto di assorbirlo completamente senza perdere l'incordatura. Non abbiate alcuna fretta, date il tempo alla macchina di fare il suo lavoro. Con l'ultimo pezzetto di burro si aggiunge il sale. L'impasto finale deve essere abbastanza sostenuto.Si raccoglie a palla , si copre molto bene e si mette in frigorifero fino al mattino successivo. Conviene preparare alla sera anche la crema pasticcera , in modo che sia pronta e ben fredda al mattino.

    Per la crema
  • 500 ml di latte
  • 4 tuorli (L)
  • 150 gr di zucchero
  • 80 gr di farina
  • scorza grattugiata di un limone
La crema dovrà essere ben soda , altrimenti viene assorbita dall'impasto e sparisce.

Ci vorranno anche circa 200 gr di uvetta sultanina bel lavata ed ammollata in acqua tiepida İo la preparo la sera e la lascio in un grosso colino in modo che asciughi.

Servirà poi 1 tuorlo d'uovo mischiato ad un cucchiaio di latte per spennellare.

La mattina si toglie dal frigo la pasta brioche, le si da il tempo di tornare a temperatura ambiente , la si stende sulla spianatoia in un rettangolo ( conviene dividerla in 2 per facilitarsi sia con il mattarello che poi per arrotolare) e si spalma abbondantemente con la crema pasticcera, si cosparge con l'uvetta e si comincia ad arrotolarla su se stessa ( dal lato più lungo del rettangolo) Avremo ottenuto un bel serpentello che ora taglieremo a fette di max 2 cm. Disporre queste girelle su una teglia foderata di carta forno, spennellare con il mix di tuorlo e latte e lasciar lievitare.Accendere il forno a 180 e cuocere per una ventina di minuti. o comunque fino a colorazione Non é obbligatorio ma io una volta tolte dal forno le spennello immediatamente con uno sciroppo fatto con pari peso di acqua e zucchero e cotto fino a che leggermente addensato.
Allegati
image.jpeg
Impasto brioche pronto
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda Donna » 18 apr 2016, 7:48

Ross, grazie a te ho conosciuto questa donna panificatrice bravissima!
DA fare assolutamente, hai ragione.
FAcci vedere ma son sicura dei tuoi risultati!

IO adoro queste briosche, le compravo sempre in Italia.... : Love :
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda anavlis » 18 apr 2016, 8:03

Donna ha scritto:Ross, grazie a te ho conosciuto questa donna panificatrice bravissima!
DA fare assolutamente, hai ragione.
FAcci vedere ma son sicura dei tuoi risultati!

IO adoro queste briosche, le compravo sempre in Italia.... : Love :


Non la conosco la signora, ma vorrei ragionare con voi su alcune cose che mi convincono poco :|?

Prepara il lievitino che diventerà tutto lievito utilizzabile e allora perchè partire con gr16 di ldb? decisamente troppo. Peraltro l'impasto maturerà in frigo per diverse ore.
Consigliare di ammorbidire il burro nel MO è rischioso! è facile sbagliarne la consistenza. Il Bravo Adriano insegna una tecnica più corretta: uscire il burro e tenerlo a temperatura ambiente e prima di inserirlo va semplicemente spatolato. Avrà la stessa consistenza dell'impasto e si riesce a seguire facilmente.
Sentiamo Rossella
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10425
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda Rossella » 18 apr 2016, 8:51

anavlis ha scritto:
Donna ha scritto:Ross, grazie a te ho conosciuto questa donna panificatrice bravissima!
DA fare assolutamente, hai ragione.
FAcci vedere ma son sicura dei tuoi risultati!

IO adoro queste briosche, le compravo sempre in Italia.... : Love :


Non la conosco la signora, ma vorrei ragionare con voi su alcune cose che mi convincono poco :|?

Prepara il lievitino che diventerà tutto lievito utilizzabile e allora perchè partire con gr16 di ldb? decisamente troppo. Peraltro l'impasto maturerà in frigo per diverse ore.
Consigliare di ammorbidire il burro nel MO è rischioso! è facile sbagliarne la consistenza. Il Bravo Adriano insegna una tecnica più corretta: uscire il burro e tenerlo a temperatura ambiente e prima di inserirlo va semplicemente spatolato. Avrà la stessa consistenza dell'impasto e si riesce a seguire facilmente.
Sentiamo Rossella

Silvana, per quanto riguarda il lievito è bene non diminuire troppo,( anche Adriano ci insegna questo) sopratutto se poi decidi di congelare una parte di impasto,diversamente non avrebbero la spinta necessaria. Ho messo 12gr. di lievito di birra , l'impasto giace ancora in frigorifero : Chessygrin :
Per quanto riguarda il burro giusta osservazione Silvana, procedo sempre cosi spatolandolo se necessario, ma visto che utilizzo sempre burro bavarese , quello dell'eurospin, bastano cinque minuti per raggiungere la consistenza dell'impasto.
A piu tardi bellezze :wink:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda Rossella » 18 apr 2016, 10:02

image.jpg
Una volta arrotolato lo mettiamo in frigorifero
image.jpg
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda anavlis » 18 apr 2016, 10:29

Adriano ne usa gr 8 per le girelle, cambia la crema interna http://profumodilievito.blogspot.it/201 ... le-ed.html
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10425
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda rosanna » 18 apr 2016, 11:32

anche la glassa di Adriano mi piace, l'uvetta l'ho messa ieri sera con acqua tiepida e marsala per una mezzoretta e poi in colino nella notte. Ho messo il mezzo cucchiaino di sale, come a ricetta, pesa 3,5 gr contro gli 8 gr. di Adriano . Forse per mezzo kg di farina ci vuole un po' più ...un cucchiaino intero . Vediamo ..
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4410
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda anavlis » 18 apr 2016, 12:06

Rossella ha scritto: [Silvana, per quanto riguarda il lievito è bene non diminuire troppo,( anche Adriano ci insegna questo) sopratutto se poi decidi di congelare una parte di impasto,diversamente non avrebbero la spinta necessaria.


Nella ricetta non si parla di congelatore...freezer o frigo?
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10425
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda Rossella » 18 apr 2016, 12:55

anavlis ha scritto:
Rossella ha scritto: [Silvana, per quanto riguarda il lievito è bene non diminuire troppo,( anche Adriano ci insegna questo) sopratutto se poi decidi di congelare una parte di impasto,diversamente non avrebbero la spinta necessaria.


Nella ricetta non si parla di congelatore...freezer o frigo?

Lo farò io, al momento i salsicciotti sono in frigorifero, questo mi consentirà di sezionare meglio le girelle, una parte di esse le adagerò su un vassoio e le metterò in freezer. Quando saranno congelate le metterò tutte insieme in un sacchetto, le altre attenderò la lievitazione per infornarle. :wink:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda Rossella » 18 apr 2016, 12:56

rosanna ha scritto:anche la glassa di Adriano mi piace, l'uvetta l'ho messa ieri sera con acqua tiepida e marsala per una mezzoretta e poi in colino nella notte. Ho messo il mezzo cucchiaino di sale, come a ricetta, pesa 3,5 gr contro gli 8 gr. di Adriano . Forse per mezzo kg di farina ci vuole un po' più ...un cucchiaino intero . Vediamo ..

Dimmi della glassa di Adriano, :P
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda rosanna » 18 apr 2016, 14:04

Glassa girelle Adriano :
50gr di marmellata di pesche (o albicocche) setacciata
30gr di acqua
15gr di zucchero
15gr di glucosio
2gr (1 cucchiaino da caffè) di amido di mais


Glassiamo con un pennello le girelle all’uscita dal forno e lasciamo raffreddare su una gratella.


Nell'arrotolamento ho usato albume per tenere unito l'impasto in cottura e per formare le girelle ho tagliato il rotolo prima col filo :D poi per far prima con il coltello di ceramica bagnato con l'albume per un taglio netto

per le foto l'ordine è inverso ..
Allegati
IMG_3259.JPG
IMG_3253.JPG
IMG_3251.JPG
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4410
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda Rossella » 18 apr 2016, 14:34

image.jpeg
image.jpeg
Grazie per la glassa Ros. ho eseguito anch'io con lo stesso metodo , filo e coltello ceramica, neanche se ci fossimo parlate :lol: :lol:
ho terminato adesso, un rotolo gia sezionato, l'ho messo a congelare, il resto attendiamo :-P o :p:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda rosanna » 18 apr 2016, 16:00

ottime , ne ho mangiate cinque o sei :oops: le regalo tutte ..altrimenti

il sale va bene cosi 3,5 gr.

Sandra che ti sei persa! facevo bene ad insistere, benché fosse.. notte
Allegati
IMG_3281.JPG
IMG_3293.JPG
IMG_3283.JPG
IMG_3284.JPG
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4410
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda anavlis » 18 apr 2016, 16:59

Bravissima come sempre : Groupwave : : Groupwave : le volevi fare in notturna con Sandra? :shock: sei fantastica! :lol: :lol: :lol:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10425
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda Rossella » 18 apr 2016, 17:21

Concordo con Rosanna :D

image.jpeg
Tutta la palazzina al rapporto :lol: :lol:

Veramente buonissime!!! :saluto:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda anavlis » 18 apr 2016, 19:26

E Rossella non poteva essere da meno!!!!!!! : Groupwave : : Groupwave : : Groupwave :
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10425
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda Rossella » 18 apr 2016, 19:28

anavlis ha scritto:E Rossella non poteva essere da meno!!!!!!! : Groupwave : : Groupwave : : Groupwave :

Grazie, ma Rossella forse ha abbondato un po con L' uvetta. :lol: :lol:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda anavlis » 18 apr 2016, 19:53

Rossella ha scritto:
ma Rossella forse ha abbondato un po con L' uvetta. :lol: :lol:


e se piace perchè no?! a me piace tantissimo nella brioche. Te le ricordi le millefoglie o le treccine? pasta brioche con tanta uvetta e spolverate di zucchero :-P o :p:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10425
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda Clara » 18 apr 2016, 20:02

Rossella ha scritto:
anavlis ha scritto:E Rossella non poteva essere da meno!!!!!!! : Groupwave : : Groupwave : : Groupwave :

Grazie, ma Rossella forse ha abbondato un po con L' uvetta. :lol: :lol:


Bellissime tutte :clap:
Mi piacciono tantissimo e vorrei provarle, ma con dosi inferiori, anche noi ormai siamo
solo in due e i dolci non dovremmo neanche guardarli : Sad : :result^
Quindi Rossella, metà le hai congelate prima della lievitatura finale, giusto?
E quando le tirerai fuori dal freezer come procederai esattamente? :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6375
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Girelle all'uvetta o pain raisins

Messaggioda Rossella » 18 apr 2016, 20:09

Grazie cara ^fleurs^
Clara ha scritto:
Rossella ha scritto:
anavlis ha scritto:E Rossella non poteva essere da meno!!!!!!! : Groupwave : : Groupwave : : Groupwave :

Grazie, ma Rossella forse ha abbondato un po con L' uvetta. :lol: :lol:


Bellissime tutte :clap:
Mi piacciono tantissimo e vorrei provarle, ma con dosi inferiori, anche noi ormai siamo
solo in due e i dolci non dovremmo neanche guardarli : Sad : :result^
Quindi Rossella, metà le hai congelate prima della lievitatura finale, giusto?
E quando le tirerai fuori dal freezer come procederai esattamente? :D

Si , procedo con per i croissant, una volta che ho ricavato le girelle, le sistemo in un vassoio su carta forno e congelo per poi sistemarle in seguito in un sacchetto tutt'e insieme.
Prendo quelle che mi servono, le dispongo nella teglia e le copro con la pellicola, attendo fino a lievitazione completa e in forno. riguarda i tempi, non so dirti ancora, con i croissant , mi basta uscirli dal frigorifero al mattino molto presto per infornarli verso le otto del mattino. :saluto:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Prossimo

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee