° Ghirlanda o Albero di Natale salati

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

° Ghirlanda o Albero di Natale salati

Messaggioda benedetta lugli » 20 dic 2007, 21:45

Immagine

Ghirlanda natalizia salata

Pasta base

Ingredienti:

gr 25 di lievito di birra fresco
gr 50 acqua tiepida
gr 100 latte tiepido
gr 30 zucchero
gr 75 burro morbido
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di senape in polvere o di curry
2 uova intere
gr 500 farina 00

Sciogliere nel robot da cucina il lievito con l'acqua tiepida.
Aggiungere il latte tiepido, lo zucchero, il burro a pezzettini, il sale, la senape e le uova intere.
Unire un po' alla volta gr 280 di farina (presi dal totale dei gr 500) e frullare per mescolare, pulendo più volte con una spatola, le pareti della ciotola del robot. Lavorare per 3'.
Unire ancora altri gr 175 di farina (sempre presi dalla farina iniziale rimasta) e lavorare fino ad ottenere una pasta morbida e ben amalgamata.
Rovesciare sul tavolo infarinato ed impastare, lavorando a mano, per circa 10', usando ancora un poco di farina se necessario.
Imburrare generosamente una ciotola capiente e metterci la pasta, girandola dentro in modo da ungerla uniformemente.
Coprire e far lievitare in un luogo riparato fino a che avrà raddoppiato il volume, (circa 1 ½ ora).

Mentre lievita preparare il ripieno:

Ripieno

In una ciotola montare con le fruste gr 75 di burro con 2 cucchiai di parmigiano, unire gr 35 di farina. Amalgamare bene. Aggiungere mescolando con un cucchiaio gr 100 di dadini di pancetta affumicata, gr 100 di olive nere e gr 100 di quelle verdi denocciolate e tagliate a pezzetti, un pugno di gherigli di noce spezzettati con le dita, e circa gr 50/70 di emmenthal grattugiato con la grattugia a fori grossi.
Coprire e mettere in frigo.
La prossima volta voglio provare con un ripieno di gorgonzola, noci e pezzettini di pera, comunque vi potete sbizzarrire come volete, pomodori secchi, mandorle, pinoli, ecc.

Ghirlanda

Sgonfiare la pasta, lavorandola brevemente sul tavolo infarinato e stenderla con il matterello in un rettangolo largo cm 22 e lungo cm 75 circa.
Sbriciolare il ripieno preparato e spargerlo sopra la pasta, lasciando intorno un margine di circa cm 2, 5.
Iniziando dal lato lungo, arrotolare la pasta su sé stessa, per formare un rotolo ben stretto. Inumidire il bordo con un pennello bagnato nell'acqua e pressare bene per sigillare.
Usando un coltello ben affilato infarinato, tagliare il rotolo a metà nel senso della lunghezza ed intrecciare con delicatezza le due striscie di pasta l'una intorno all'altra, facendo attenzione a girareverso l'alto i lati tagliati in modo da mostrare il ripieno.
Trasferire la treccia su una teglia foderata con carta forno e formare un cerchio di circa cm 25 di diametro, unendo le due estremità.
Far lievitare in un luogo tiepido per circa 45'-60', fino a quando è ben gonfiata.
Spennelarla delicatamente con un po' di uovo sbattuto per dorarla e cospargerla di semini di sesamo o di papavero.
Cuocere in forno moderato a 170° per circa 20' o fino a quando è leggermente colorita.
Guarnire con un fiocco e qualche rametto di agrifoglio.

Per fare l'albero, seguite le spiegazioni di quello dolce , usando il ripieno salato.


Immagine Immagine

Immagine Immagine

Immagine Immagine

Immagine

Immagine Immagine

Immagine Immagine

Immagine Immagine
Ultima modifica di Rossella il 3 dic 2014, 7:26, modificato 5 volte in totale.
Motivazione: aggiunto il link della pagina di riferimento.
Cucino per amore
Avatar utente
benedetta lugli
 
Messaggi: 403
Iscritto il: 27 nov 2006, 21:34
Località: firenze

Messaggioda Clara » 20 dic 2007, 22:12

Che bella ricetta Benedetta!
Grazie, è da provare, sei bravissima, complimenti :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6374
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee