Gelo di caffè

Ricette di pasticceria

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Gelo di caffè

Messaggioda Rossella » 19 ago 2011, 8:15

Riporto la ricetta come l'ho eseguita ieri, non mi ha soddisfatta perchè trovo sia troppo forte il sapore del caffè.
Gelo di caffè
Un litro di caffè preparato con la moka
250 gr. di zucchero
75 gr. di amido( si potrebbe diminuire a 70 gr.)
una bacca di cannella.
Caffe' caldo e cannella in infusione.
Nel tegame zucchero amido, aggiungere gradualmente il caffè fin tanto che' l'amido sarà totalmente sciolto.
Portare a cottura senza fare bollire la crema.
Mettere in un contenitore da budino o in monoporzioni.
Lasciare raffreddare per qualche ora, sformare e decorare accompagnando con panna fresca montata.
Vorrei rifarla ma con dosi diverse, qualcuno ha da darmi qualche dritta :D
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Gelo di caffè

Messaggioda Gaudia » 22 ago 2011, 23:26

Ciao Rossella, ho fatto una ricerca sui miei libri di cucina siciliana e ti riporto le 2 ricette che ho trovato.
Gelo di caffè di Alba Allotta:
5 dl di caffè non dolcificato
200 gr. di zucchero semolato
80 gr. di amido per dolci
1 cucchiaio di cacao amaro
5 dl di acqua
Riunire in una casseruola il caffè, lo zucchero, il cacao e l'amido sciolto nei 5 dl di acqua. Mescolare accuratamente e lasciare addensare su fiamma dolce, mescolando continuamente. Appena il composto sarà cremoso, trasferirlo in stampini da porzione e servirlo freddo.

Gelo di caffè- ricetta riportata dal Diamante della Grande Cucina di Sicilia di Pino Correnti:
Si versa mezzo litro di caffè amaro in una casseruola e si diluisce con 10 grammi di amido, 250 grammi di zucchero, una bacchetta di cioccolata amara di Modica tritata
(non ne riporta il peso); il tutto si allunga ancora un pò con acqua di zagara. Il tutto va girato a fuoco lento fino ad ottenere una gelatina consistente che, versata in scodelle dal fondo tapezzato da foglie di limone, si rapprende raffreddandosi. Questo gusto si collega anche all'abitudine dei siciliani di sorbire il caffè epresso mattutino con una fettina di limone dentro ( cosa che a me risulta nuova).
Buonanotte ^sleep^ *smk*
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2093
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: Gelo di caffè

Messaggioda Rossella » 23 ago 2011, 13:45

Grazie mille Gaudia, penso di provare la 1°, ti farò sapere *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Gelo di caffè

Messaggioda Gaudia » 23 ago 2011, 14:55

infatti è quella che mi convince di più però della seconda ricetta mi incuriosisce l'aggiunta dell'acqua di zagara: chissà ...
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2093
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: Gelo di caffè

Messaggioda Rossella » 24 ago 2011, 23:06

Gaudia ha scritto:infatti è quella che mi convince di pi ù però della seconda ricetta mi incuriosisce l'aggiunta dell'acqua di zagara: chissà ...

Provata oggi pomeriggio mezza dose, perfettamente equilibrata, lasciando al palato quella piacevolezza di caffe' non troppo amaro,ne troppo dolce.
Ho diminuito leggermente la dose dell'amido, 35gr. invece di 40 gr.
L'aggiunta dell'acqua di zagara che riporta la seconda ricetta incuriosisce anche me, si potrebbe aromatizzare utilizzando questa ricetta, aspettare la fioritura e :|?

Grazie : Love :
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Gelo di caffè

Messaggioda Gaudia » 25 ago 2011, 18:00

Grazie a te di averla provata: la farò anch'io *smk*
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2093
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: Gelo di caffè

Messaggioda Luciana_D » 25 ago 2011, 19:11

Copiato anche io ;-))
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Gelo di caffè

Messaggioda anavlis » 26 ago 2011, 9:18

Non ho mai preparato il gelo di caffè (con l'amido) ma sempre la gelatina di caffè (con i fogli di colla di pesce). Non ho una "ricetta" anche perchè l'intensità del caffè e la quantità di zucchero sono personali. E' sufficiente assaggiare prima e regolare la panna, più o meno dolce, tenendo conto della dolcezza della gelatina (o gelo). Personalmente preferisco una gelatina poco zuccherata con una panna un poco più dolce. E' solo una questione di gusti ;-))
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo


Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee