Frittelle di riso per San Giuseppe (ricetta vintage)

Ricette di pasticceria

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Frittelle di riso per San Giuseppe (ricetta vintage)

Messaggioda CuocoFranco » 22 feb 2009, 16:26

Questa è un'antica ricetta di casa mia per fare le frittelle di riso, noterete che manca l'uovo, non è una dimenticanza: così vengono più croccantine: sono fantastiche !
Le dosi indicate sono per una quantità esagerata di frittelle, una volta le famiglie erano numerose.... quindi se non siete in moltissimi, dimezzatele.
Chi le proverà non potrà più farne a meno !



Frittelle di riso

Ingredienti per la cottura :
6 etti di riso piccolo, 1 litro di latte intero, 1 litro di acqua, 1 pizzico di sale, Scorza di limone intera (solo il giallo), 1 cucchiaio di zucchero, Poca cannella in polvere e vaniglia

Ingredienti per l’impasto:
Rum, Scorza grattugiata di arancia e limone, Vaniglia e cannella, Farina, 2 cucchiai di zucchero, Una noce di burro, Mezzo panetto di lievito di birra

La sera:
Cuocere il riso nella miscela di acqua e latte fino a che è disfatto e sodo, mettere poca farina sopra senza amalgamarla, fare la croce sull’impasto e lasciarlo riposare fino al mattino.

La mattina:
Aggiungere il rum, una buona dose di scorza di arancia e limone grattugiati, vaniglia, cannella, due cucchiai di zucchero, poca farina, e lavorare bene l’impasto.
Due ore prima di friggere, aggiungere la metà di un panetto di lievito di birra da 25 grammi sciolto in poco latte tiepido; amalgamare bene e tenere in luogo caldo coperto da un velo di farina e da un panno.
Prima di friggere controllare la consistenza dell’impasto, se è troppo molle aggiungere ancora un po’ di farina.
Friggere con cura dosando l’impasto con un cucchiaio, devono venire delle grossezza di una bella noce, asciugarle su carta da cucina e rotolarle ancora calde nello zucchero semolato.
Chi non ha mai posseduto un cane, non sa cosa significhi essere amato. (Arthur Schopenhauer)
Immagine
Avatar utente
CuocoFranco
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 22 feb 2009, 12:19
Località: Arezzo

Re: Frittelle di riso per San Giuseppe (ricetta vintage)

Messaggioda Cosmopolita » 22 feb 2009, 16:51

Mi piace questa ricetta vintage.
Ma il riposo di una notte intera a cosa serve :|?
Non si potrebbe fare tutto in giornata? Ho difficoltà nel fare programmi a "lunga" scadenza :D
Avatar utente
Cosmopolita
 
Messaggi: 174
Iscritto il: 4 set 2008, 10:33
Località: Roma

Re: Frittelle di riso per San Giuseppe (ricetta vintage)

Messaggioda Luciana_D » 22 feb 2009, 18:26

Cosmopolita ha scritto:Mi piace questa ricetta vintage.
Ma il riposo di una notte intera a cosa serve :|?
Non si potrebbe fare tutto in giornata? Ho difficoltà nel fare programmi a "lunga" scadenza :D

Immagino che il riposo sia un semplice rituale vista la presenza della croce e l'assenza in quella fase di qualsiasi lievito.
Mi chiedo invece quale tipo di farina e' consigliabile usare!?!?! :D

Anche queste Crispelle di riso catanesi di Rossella sono molto simili e da tenere in considerazione :)
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11824
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Frittelle di riso per San Giuseppe (ricetta vintage)

Messaggioda scented » 22 feb 2009, 18:59

a Siena queste frittelle si fanno nel periodo di carnevale! sono squisite!!
scented
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 3 ott 2007, 13:37

Re: Frittelle di riso per San Giuseppe (ricetta vintage)

Messaggioda Cosmopolita » 22 feb 2009, 20:34



Luciana, grazie della segnalazione. Mi erano sfuggite!
*smk*
Avatar utente
Cosmopolita
 
Messaggi: 174
Iscritto il: 4 set 2008, 10:33
Località: Roma

Re: Frittelle di riso per San Giuseppe (ricetta vintage)

Messaggioda CuocoFranco » 23 feb 2009, 0:44

La farina consigliata è la normale 00.
Per quanto riguarda il riposo notturno,
c'è sicuramente una parte rituale: come
vi ho già detto è una ricetta "arcaica";
ma non solo, il riposo serve anche per
amalgamare ed insaporire il riso, che
si "spappolerà" ancora di più, migliorando
l'impasto.
Il vero problema è la cottura del riso,
che se non adeguatamente controllata
è a fortissimo rischio di "attacco" :(
La ricetta è lunga, è vero, ma è così
buona, che non voglio modificarla.
Se volete scorciare i tempi, provate pure. :D
Chi avrà la pazienza e la fortuna di farle.....
lavorerà molto, ma mi sarà grato...... D:Do
Chi non ha mai posseduto un cane, non sa cosa significhi essere amato. (Arthur Schopenhauer)
Immagine
Avatar utente
CuocoFranco
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 22 feb 2009, 12:19
Località: Arezzo


Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee