° focaccia della Val di Susa

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

° focaccia della Val di Susa

Messaggioda Clara » 29 mag 2008, 20:34

Immagine

Immagine


E' una focaccia che fanno qui in alta Val Susa, pane burro e zucchero la chiamano i miei figli.
Ho trovato una ricetta sul web qui ed ho provato a realizzarla:

Ingredienti:
1 kg di farina
1 bicchiere di latte circa
250 gr di burro
300 gr di zucchero
5 uova
25/30 gr lievito di birra fresco
2 cucchiai di grappa
A piacere uvetta e scorza grattugiata di limone o arancio

In un contenitore mettere tutti gli ingredienti: la farina, le uova, il latte, il burro ammollato, il lievito, lo zucchero e la grappa . mescolare il tutto sino ad ottenere un composto omogeneo.
Formare con l’impasto 4 pagnottelle e lasciar lievitare per un’ora. Spianate ogni pagnottella a disco come per la pizza 25 cm di diametro per 1 cm e ½ di spessore. Lasciate ancora lievitare per un’ora circa, cospargere la superficie di zucchero semolato. Con una forchetta bucherellatela per evitare che si formino bolle. Infornate a 200° per circa 20 min e far caramellare lo zucchero.

Devo dire che, come primo esperimento, anche grazie alle dritte di Adriano, è andato bene, sono soddisfatta, è venuta buona, il gusto si avvicina molto a quella che acquistiamo su, ma lo zucchero sulla superficie non si è caramellato.
Anzi, quella acquistata ha proprio come una leggera glassa di zucchero sopra.
E poi sa più di burro ed è più dolce. Forse qualche ritocchino ci vorrebbe , se Adriano fosse così gentile da dirmi il suo parere, ci terrei molto. :D *grazie*
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6383
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: focaccia della Val di Susa

Messaggioda stroliga » 29 mag 2008, 21:55

Clara ha qualcosa a che vedere con questa focaccia di Chieri?
****************************
Licia
“Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avete fatto, ma da quelle che non avete fatto.
Allora levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele.
Esplorate. Sognate. Scoprite.” (Mark Twain)

“Se avete costruito castelli in aria, il vostro lavoro non sarà sprecato: è quello il posto in cui devono stare.E adesso metteteci sotto le fondamenta.” David Thoreau
Avatar utente
stroliga
 
Messaggi: 1274
Iscritto il: 14 lug 2007, 8:27
Località: Bugliaga dentro - VCO

Re: focaccia della Val di Susa

Messaggioda Adriano » 29 mag 2008, 21:57

Purtroppo non la conosco, per cui posso solo farmene un'idea. Non aumenterei zucchero e burro, ma farei in modo da sentirli di più: fondo con 15gr di lievito un cucchiaino di miele il latte e tanta farina quanta ne serve a fare un impasto morbido - raddoppiare > impasto ( 250gr di burro di cui 80 fuso messo alla fine insieme a 80gr dello zucchero) con 20gr di sale (l'hai messo?) > triplicare > piegare a tre due volte - riposo 15' > spezzare, avvolgere a palla, riposo 20' > stendere, lievitare, pennellare con sciroppo di zucchero e spolverare con zucchero a velo abbondante > infornare a 220° per 10', poi concludere a 180° > all'occorrenza pochi minuti di grill per caramellare.
Te l'avrò inguaiata? :|? :oops:
Avatar utente
Adriano
 
Messaggi: 618
Iscritto il: 14 dic 2006, 21:17

Re: focaccia della Val di Susa

Messaggioda cinzia cipri' » 29 mag 2008, 22:11

a me sembra abbastanza simile all'originale!
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: focaccia della Val di Susa

Messaggioda Clara » 30 mag 2008, 14:05

Adriano ha scritto:Purtroppo non la conosco, per cui posso solo farmene un'idea. Non aumenterei zucchero e burro, ma farei in modo da sentirli di più: fondo con 15gr di lievito un cucchiaino di miele il latte e tanta farina quanta ne serve a fare un impasto morbido - raddoppiare > impasto ( 250gr di burro di cui 80 fuso messo alla fine insieme a 80gr dello zucchero) con 20gr di sale (l'hai messo?) > triplicare > piegare a tre due volte - riposo 15' > spezzare, avvolgere a palla, riposo 20' > stendere, lievitare, pennellare con sciroppo di zucchero e spolverare con zucchero a velo abbondante > infornare a 220° per 10', poi concludere a 180° > all'occorrenza pochi minuti di grill per caramellare.
Te l'avrò inguaiata? :|? :oops:


:shock: un pò :oops: :lol: :lol:
Grazie Adriano, adesso mi studio bene tutto e poi applico :D

stroliga ha scritto:Clara ha qualcosa a che vedere con questa focaccia di Chieri?


Licia, quella di Chieri non l'ho mai assaggiata, ma mi sembra molto simile anche nell'aspetto :D

Arancina ha scritto:a me sembra abbastanza simile all'originale!


Sì, Arancina, è abbastanza simile, diciamo che è la brutta copia :lol:

Quello che mi viene da pensare, in quelle prodotte dai vari laboratori, è che possano usare, oltre ai trucchi del mestiere,
degli aromi artificiali per amplificare , ad esempio, il gusto del burro. Se così fosse, meglio un pò meno saporita, ma genuina!
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6383
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee