festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Dubbi, consigli, attrezzi & c

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Messaggioda cinzia cipri' » 23 apr 2009, 7:23

bisogna portare torte per la raccolta di fondi.
E voi direte: ma non ti mancano le idee?
no, le idee no, ma le mie idee in genere sono con cremine, multistrato, bigne' rotolanti, ecc ecc.

Io avrei pensato a pasticceria mignon ma facilmente fruibile, buste di biscotti e torte di tipo "casalingo"

le paste di meliga sono al primo posto in classifica.

E poi?

per il salato, non e' stato ancora trovato un panificio/pasticceria che si accolli l'onere di preparare gli stuzzichini.
Potrebbe esserci la possibilita' che venga chiesto di farlo alle mamme.
Iniziate a pensare a cosa possa essere portato a scuola che io possa preparare in mezza giornata, il giorno prima
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Messaggioda MEB » 23 apr 2009, 12:25

cinzia cipri' ha scritto:bisogna portare torte per la raccolta di fondi.
E voi direte: ma non ti mancano le idee?
no, le idee no, ma le mie idee in genere sono con cremine, multistrato, bigne' rotolanti, ecc ecc.

Io avrei pensato a pasticceria mignon ma facilmente fruibile, buste di biscotti e torte di tipo "casalingo"

le paste di meliga sono al primo posto in classifica.

E poi?

per il salato, non e' stato ancora trovato un panificio/pasticceria che si accolli l'onere di preparare gli stuzzichini.
Potrebbe esserci la possibilita' che venga chiesto di farlo alle mamme.
Iniziate a pensare a cosa possa essere portato a scuola che io possa preparare in mezza giornata, il giorno prima


scusa non ho capito lo scopo : dovete vendere della roba o la roba è per il rinfresco a latere di una raccolta fondi ?
Maria Elena Baroni
MEB
 
Messaggi: 228
Iscritto il: 27 nov 2006, 11:24
Località: Dovera - CR

Re: festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Messaggioda cinzia cipri' » 23 apr 2009, 12:29

il comune non ci da' i soldi per sistemare le pareti della scuola: giorni fa e' caduto l'intonaco addosso a due bambini in un'altra classe.
La scuola risulta ancora agibile ma di fatto non lo e'.
I genitori dei bambini si sono consultati e abbiamo deciso di vendere le torte all'interno della festa, allegando la lista degli ingredienti utilizzati (come farebbe un panificio o una pasticceria).
Il resto invece e' per nutrire gli affamati presenti.
Praticamente ci stiamo autofinanziando perche' la situazione e' d'emergenza e soldi non ce ne stanno
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Messaggioda Dida » 23 apr 2009, 12:54

Ti suggerisco crostate varie, sia dolci sia salate, torta di mele, torta di noci, torte salate semplici, mini croissant con prosciutto e formaggio, focaccia farcita tagliata a quadrotti.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2198
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Re: festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Messaggioda MEB » 23 apr 2009, 12:58

Ti metto una ricetta di biscotti al sesamo ( barazik ) buonissimi che ho fatto recentemente e che in ufficio si sono spazzolati in un lampo.
Li puoi facilmente confezionare "impilati" nei classici sacchetti trasparenti da biscotti e legare con un nastrino.

250 gr di burro
250 gr zucchero bianco
1 cucchiaio di zucchero ( meglio di canna )
250 gr semi di sesamo
500 gr farina bianca
1 albume leggermente sbattuto

Montare nel mixer elettrico il burro elo zucchero in una crema spumosa. Incorporare pian piano la farina. In una ciotola piu’ piccola mischiare i semi di sesamo e 1 cucchiaio di zucchero di canna e l’albume sbattuto. Formare con l’impasto delle palline, metterle su carta forno leggermente imburrata. Schiacciare ogni pallina in un biscottino tondo. Coprire ogni biscottino con uno bello strato di pastella di semi di sesamo, premendo leggermente in modo che I semi aderiscano bene. Infornare in forno gia’ caldo160 circa 10’ o fino a doratura. Sfornare e lasciare raffreddare 5’ prima di traferire I biscotti con una spatola su una gratella. Con questi ingredienti vengono una sessantina di biscotti.


Molto buoni e veloci e vendibili anche i biscotti con farina di cocco :

farina di cocco 250 gr
180 gr zucchero
2 uova

Montare le uova con lo zucchero fino a che sono spumose. Aggiungere il cocco. Fare della palline con le mani. Volendo inserirle nei pirottini . Cuocere a 160 gr fino a che sono dorati.


Se ti interessano altre idee per biscotti fammi sapere
Maria Elena Baroni
MEB
 
Messaggi: 228
Iscritto il: 27 nov 2006, 11:24
Località: Dovera - CR

Re: festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Messaggioda Donna » 25 apr 2009, 20:17

Fai i taralli al vino dolci! Ne puoi preparare tanti, con poco prezzo e piacciono a tutti! Inoltre li puoi fare con anticipo! : Thumbup :
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Messaggioda stroliga » 25 apr 2009, 21:05

Donna ha scritto:Fai i taralli al vino dolci! Ne puoi preparare tanti, con poco prezzo e piacciono a tutti! Inoltre li puoi fare con anticipo! : Thumbup :

sai Donatella che non ho trovato la ricetta :|?
****************************
Licia
“Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avete fatto, ma da quelle che non avete fatto.
Allora levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele.
Esplorate. Sognate. Scoprite.” (Mark Twain)

“Se avete costruito castelli in aria, il vostro lavoro non sarà sprecato: è quello il posto in cui devono stare.E adesso metteteci sotto le fondamenta.” David Thoreau
Avatar utente
stroliga
 
Messaggi: 1274
Iscritto il: 14 lug 2007, 8:27
Località: Bugliaga dentro - VCO

Re: festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Messaggioda cinzia cipri' » 26 apr 2009, 0:22

dacci la ricetta :D
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Messaggioda alexs » 26 apr 2009, 10:19

Io per il compleanno di Asia ho preparato il plum cake di tonno e olive,molto, molto facile emolto, molto gustoso
E' una ricetta che ho copiato dal giornale "Donna Moderna".
INGREDIENTI
3 uova
15o gr. di farina
200 gr. di tonno sott'olio sgocciolato
1 bustina di lievito per torte salate
1 cucchiaio di olio evo
60 gr. di parmigiano grattugiato
80 gr. di olive nere e verdi
sale e pepe

Sminuzzare grossolanamente il tonno con una forchetta, tritare grossolanamente le olive

Mescolare la farina con il lievito, il sale e il pepe, aggiungere le uova sbattute e l'olio poi incorporare anche gli altri ingredienti.
Versare in uno stampo da plum cake rivestito da carta forno bagnata e strizzata e infornare a 160° per 40 minuti.

Mentre come dolce sempre molto semplice ma gustosa puoi farela mia ciambella all'olio :cin cin:
sorridi al mondo e vedrai che anche lui ti sorriderà!

il mio nuovo blog dove si nutre il cuore e la panza....
Avatar utente
alexs
 
Messaggi: 295
Iscritto il: 17 ago 2008, 19:08
Località: Ancona

Re: festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Messaggioda Donna » 27 apr 2009, 13:15

stroliga ha scritto:
Donna ha scritto:Fai i taralli al vino dolci! Ne puoi preparare tanti, con poco prezzo e piacciono a tutti! Inoltre li puoi fare con anticipo! : Thumbup :

sai Donatella che non ho trovato la ricetta :|?


Scusate, Licia, Cinzia, non vengo spesso in questa stanza...e poi le foto facevano cagare come al solito! |^.^| Apepna le rifaccio metto aun foto decente. Li faccio sia al vino bianco che rosso....

tarallucci

Poi volevo ricordarvi queste di Paola Lazzari fatte sempre per un mercatino che reggono benissimo alla confezione di plastica:
Queste ciambelline sono una specialità di Porto S.Stefano e tutti i forni e pasticcerie le hanno in bella mostra. Una volta facevano parte de "i dolci della Sposa ", una sorta di bomboniera mangereccia che si donava agli invitati di un matrimonio. Ci sono innumerovoli ricette per questi dolcetti...chi li preferisce soffici e delicati chi invece croccanti da inzuppare, anche i vari forni producono differenti tipi. Tutti però sono caratterizzati dalla presenza di zucchero ed alchermes in superficie che li caratterizza. Ecco la ricetta che ho seguito . Dà un prodotto soffice e delicato. Quello croccante ve lo posto un'altra volta.
CIAMBELLINE GRANULATE
500g di farina tipo "00"
125g di burro morbido
200g di zucchero
150ml di latte tiepido
2 uova intere
carbonato d'ammonio 7g
vaniglia ed essenza di anice (o un cucchiaio d liquore d'anice.)
un pizzico di sale
Lavorare il latte tiepido, il burro morbido e lo zucchero in una ciotola, unire le uova quindi il sale e gli aromi o liquore, ed infine la farina mescolata all'ammoniaca. Impastare il necessario per far amalgamare la farina, quindi lasciare l'impasto nella ciotola a riposare per almeno un'ora al fresco (in frigo d'estate). L'impasto è molto morbido, ma non aggiungere farina. Dopo il riposo, rovesciare sul tavolo di lavoro infarinato e tranciare dei pezzi di impasto. Con delicatezza, e sempre con il tavolo spolverizzato di farina, fare i cannelli e dare la forma a ciambellina. Porre su teglie con carta forno e cuocere a 220°C per 10 min. circa. Devono appena colorire, ma rimanere sostanzialmente bianche. Quando saranno fredde, passarle, solo la parte superiore, nell'alchermes attendere qualche secondo che il liquore sia assorbito e quindi passarle nello zucchero, E' bene attendere qualche secondo che il liquore asciughi altrimenti anche lo zucchero diventerà rosa. Far asciugare una mezz'ora all'aria in modo che lo zucchero aderisca alla ciambella senza distaccarsi. Si conservano molto bene in bustine di cellophane, anzi sono più buone dopo qualche giorno. Sono perfette per la colazione o la merenda dei bimbi a cui di solito piacciono molto, anche per il bel colore rosa.
Paola
e foto di Paola perche' al mio mercatino non feci in tempo!
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Messaggioda Donna » 27 apr 2009, 13:56

Donna ha scritto:
stroliga ha scritto:
Donna ha scritto:Fai i taralli al vino dolci! Ne puoi preparare tanti, con poco prezzo e piacciono a tutti! Inoltre li puoi fare con anticipo! : Thumbup :

sai Donatella che non ho trovato la ricetta :|?


Scusate, Licia, Cinzia, non vengo spesso in questa stanza...e poi le foto facevano cagare come al solito! |^.^| Apepna le rifaccio metto aun foto decente. Li faccio sia al vino bianco che rosso....
viewtopic.php?f=3&t=2562&p=23253&hilit=tarallucci#p23253

Poi volevo ricordarvi queste di Paola Lazzari fatte sempre per un mercatino che reggono benissimo alla confezione di plastica:
Queste ciambelline sono una specialità di Porto S.Stefano e tutti i forni e pasticcerie le hanno in bella mostra. Una volta facevano parte de "i dolci della Sposa ", una sorta di bomboniera mangereccia che si donava agli invitati di un matrimonio. Ci sono innumerovoli ricette per questi dolcetti...chi li preferisce soffici e delicati chi invece croccanti da inzuppare, anche i vari forni producono differenti tipi. Tutti però sono caratterizzati dalla presenza di zucchero ed alchermes in superficie che li caratterizza. Ecco la ricetta che ho seguito . Dà un prodotto soffice e delicato. Quello croccante ve lo posto un'altra volta.
CIAMBELLINE GRANULATE
500g di farina tipo "00"
125g di burro morbido
200g di zucchero
150ml di latte tiepido
2 uova intere
carbonato d'ammonio 7g
vaniglia ed essenza di anice (o un cucchiaio d liquore d'anice.)
un pizzico di sale
Lavorare il latte tiepido, il burro morbido e lo zucchero in una ciotola, unire le uova quindi il sale e gli aromi o liquore, ed infine la farina mescolata all'ammoniaca. Impastare il necessario per far amalgamare la farina, quindi lasciare l'impasto nella ciotola a riposare per almeno un'ora al fresco (in frigo d'estate). L'impasto è molto morbido, ma non aggiungere farina. Dopo il riposo, rovesciare sul tavolo di lavoro infarinato e tranciare dei pezzi di impasto. Con delicatezza, e sempre con il tavolo spolverizzato di farina, fare i cannelli e dare la forma a ciambellina. Porre su teglie con carta forno e cuocere a 220°C per 10 min. circa. Devono appena colorire, ma rimanere sostanzialmente bianche. Quando saranno fredde, passarle, solo la parte superiore, nell'alchermes attendere qualche secondo che il liquore sia assorbito e quindi passarle nello zucchero, E' bene attendere qualche secondo che il liquore asciughi altrimenti anche lo zucchero diventerà rosa. Far asciugare una mezz'ora all'aria in modo che lo zucchero aderisca alla ciambella senza distaccarsi. Si conservano molto bene in bustine di cellophane, anzi sono più buone dopo qualche giorno. Sono perfette per la colazione o la merenda dei bimbi a cui di solito piacciono molto, anche per il bel colore rosa.
Paola
e foto di Paola perche' al mio mercatino non feci in tempo!

Immagine
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: festa a scuola di ruggero il 9 maggio

Messaggioda cinzia cipri' » 27 apr 2009, 14:24

che belle, donna!
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo


Torna a Carabattole e pignate

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee