Fatto anch'io:Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda susyvil » 11 gen 2012, 12:49

Luciana_D ha scritto:La mia fetta



non alveolata come quella di Susy ma comunque migliore delle altre.
Buonissimo anche questo,umidita' interna perfetta e sofficita' "tipica" del panettone.
Credo sia un po' piu' dolce di Pina (per me troppo) o forse doveva riposare di piu'.E' meno profumato.

Non saprei chi mettere sul podio piu' alto.
A mio avviso tutti e due ci stanno bene :clap:


E' meravigliosa Lù...altrochè!!!! :clap: :clap: :clap: :clap:

Pensa te!!! :lol: ...io, rispetto a Pina, l'ho trovato meno dolce e più profumato!! :lol:
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 2790
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda miao » 11 gen 2012, 12:55

Un signor panettone bravissima :clap: :clap: :clap:
il mio blog
Siate sempre allegri!!
Annamaria
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 3594
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda rosanna » 11 gen 2012, 13:06

complimenti Luciana ! Posso dire la mia ? questo panettone per me ha troppo burro e dalle foto si vede , sia la fetta che intero. Personalmente preferisco il panettone di Pina
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4420
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda susyvil » 11 gen 2012, 13:10

rosanna ha scritto:complimenti Luciana ! Posso dire la mia ? questo panettone per me ha troppo burro e dalle foto si vede , sia la fetta che intero.

Ross, penso sia proprio questo il motivo che, per me, ha fatto la differenza e che mi ha spinta a dire che è il più buono provato fino ad ora!
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 2790
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda nicodvb » 11 gen 2012, 13:11

io sono devotamente fedele a questo per le stesse ragioni! :mrgreen:
Secondo me è perfetto, assolutamente unico. Non ho neanche aggiunto lo zucchero!
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda rosanna » 11 gen 2012, 13:32

A me troppo burro nei dolci, come troppo zucchero non piace tanto, preferisco i dolci leggeri e L. Di Carlo ha la mano, secondo i miei gusti, un po' pesante, ho fatto un paio di dolci dalle sue ricette passate gentilmente da Gaudia e non sono impazzita
Se dite che questo e' ottimo , per carita' ci credo....
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4420
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda Etta » 11 gen 2012, 15:12

Anch'io non amo i dolci ricchi di grassi...
Avatar utente
Etta
 
Messaggi: 1058
Iscritto il: 5 lug 2007, 14:04
Località: Milano

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda Luciana_D » 11 gen 2012, 15:22

Anzitutto grazie a tutti per i complimenti *smk* *smk* *smk* *smk*
Il panettone e' ottimo !!! pero' Pina profuna di piu',non so perche' :lol:
Controllero' il livello dei grassi e zucchero
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda Luciana_D » 11 gen 2012, 17:27

Lo zucchero e' identico per le due ricette.
Di Carlo ha +40gr burro
Tuorli stessa quantita'

Di Carlo differisce per una maggiore quantita' di uvetta (80 contro 140gr) ma Pina ha piu' canditi.
Tutto il resto e' praticamente la stessa cosa.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda susyvil » 11 gen 2012, 17:35

Luciana_D ha scritto:Lo zucchero e' identico per le due ricette.
Di Carlo ha +40gr burro
Tuorli stessa quantita'

Di Carlo differisce per una maggiore quantita' di uvetta (80 contro 140gr) ma Pina ha piu' canditi.
Tutto il resto e' praticamente la stessa cosa.

Forse è per questo che lo senti più profumato :D ...però DiCarlo ha i semini di vaniglia e Pina no! :wink:
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 2790
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda Luciana_D » 11 gen 2012, 20:16

susyvil ha scritto:
Luciana_D ha scritto:Lo zucchero e' identico per le due ricette.
Di Carlo ha +40gr burro
Tuorli stessa quantita'

Di Carlo differisce per una maggiore quantita' di uvetta (80 contro 140gr) ma Pina ha piu' canditi.
Tutto il resto e' praticamente la stessa cosa.

Forse è per questo che lo senti più profumato :D ...però DiCarlo ha i semini di vaniglia e Pina no! :wink:

Non saprei Susy ,sono cosi' simili.
Se avanza qualche fetta lo riassaggio tra un paio di giorni :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda ginnolo » 12 gen 2012, 9:24

rosanna ha scritto:A me troppo burro nei dolci, come troppo zucchero non piace tanto, preferisco i dolci leggeri e L. Di Carlo ha la mano, secondo i miei gusti, un po' pesante, ho fatto un paio di dolci dalle sue ricette passate gentilmente da Gaudia e non sono impazzita
Se dite che questo e' ottimo , per carita' ci credo....


C'è anche da dire che la differenza è minima, quei 40-50 grammi di burro su un panettone da 1kg ripartito su una fetta è quasi trascurabile.

Negli ultimi tempi ho notato che aggiungendo canditi di credro da quell'aroma in più al panettone!
Visita il mio blog http://www.ilpasticcione.net
Avatar utente
ginnolo
 
Messaggi: 165
Iscritto il: 12 gen 2011, 11:25
Località: Chieti

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda rosanna » 12 gen 2012, 11:36

dall'aspetto il Pina, sia quello di Luciana che quello di Susy, mi piace di piu' .De gustibus :D La cupola soprattutto ma anche la fetta di questo panettone li mostrano tutti ..i 40 gr. di burro in piu'
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4420
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda Etta » 12 gen 2012, 15:57

W Pina!!!!!Domani mi cimento nella sua veneziana all'arancia...speremo ben
Avatar utente
Etta
 
Messaggi: 1058
Iscritto il: 5 lug 2007, 14:04
Località: Milano

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda nicodvb » 16 gen 2012, 9:35

Rifatto per l'ennesima volta. Stavolta è lievitato molto prima: 8 ore la prima lievitazione e 9 la seconda. merito della pm?
Niente perdita di burro e lievitazione intorno ai 22°.
Immagine

C'è un sassolino da togliere dalla scarpa. La ricetta di questo panettone prevede 1100 gr di impasto crudo (esclusa la glassa che non conta), proprio come dovrebbe essere. Se in cottura si perde il 10% (come succede sempre) si arriva a 1000 gr di impasto cotto, proprio come quelli industriali e proprio come da specifica del pirottino. Nonostante questo in tutti quelli industriali e in tutti quelli fatti finora è venuto il cupolone. Anche Adriano nei commenti del suo blog è d'accordo che ci vuole il 10% in più rispetto all'impasto nominale, quindi continuo a dire che secondo me quel 15-20% in più è una quantità esagerata e non necessaria.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda rosanna » 16 gen 2012, 13:46

Nico perche' la busta ? Nonostante cio' si vede che e' bello
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4420
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda nicodvb » 16 gen 2012, 14:24

Per non farlo seccare, devo portarlo dai miei la prossima settimana.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda rosanna » 16 gen 2012, 14:53

nicodvb ha scritto:Per non farlo seccare, devo portarlo dai miei la prossima settimana.



il tempo della foto :lol: :lol: ?
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4420
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda nicodvb » 16 gen 2012, 15:14

rosanna ha scritto:
nicodvb ha scritto:Per non farlo seccare, devo portarlo dai miei la prossima settimana.



il tempo della foto :lol: :lol: ?

una settimana :-P o :p:
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Il Panettone di Leonardo Di Carlo

Messaggioda Luciana_D » 17 gen 2012, 22:27

nicodvb ha scritto:Rifatto per l'ennesima volta. Stavolta è lievitato molto prima: 8 ore la prima lievitazione e 9 la seconda. merito della pm?
Niente perdita di burro e lievitazione intorno ai 22°.


C'è un sassolino da togliere dalla scarpa. La ricetta di questo panettone prevede 1100 gr di impasto crudo (esclusa la glassa che non conta), proprio come dovrebbe essere. Se in cottura si perde il 10% (come succede sempre) si arriva a 1000 gr di impasto cotto, proprio come quelli industriali e proprio come da specifica del pirottino. Nonostante questo in tutti quelli industriali e in tutti quelli fatti finora è venuto il cupolone. Anche Adriano nei commenti del suo blog è d'accordo che ci vuole il 10% in più rispetto all'impasto nominale, quindi continuo a dire che secondo me quel 15-20% in più è una quantità esagerata e non necessaria.

Il mio impasto era di 1125 ;-))
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

PrecedenteProssimo

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee