Crema di papaveri

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Crema di papaveri

Messaggioda iaiax » 3 mag 2011, 20:29

Ricetta estrapolata dalla SFIDA DI MAGGIO 2011 - MISERIA E NOBILTA'

Mi rendo conto che per la maggior parte delle persone sarà difficile seguire il mio consiglio.
Mi riferisco alle erbe spontanee, decisamente introvabili in città.
Non è una ricetta degna di una sfida ma voglio proporre la mia cena di stasera:

crema di papaveri.
Ingredientie base sono foglie tenere di papaver rhoeas, il comune papavero rosso dei campi.

Si fanno bollire in acqua le foglie di papavero senza sale, e si fa lessare una patata media, se vi piace l'aroma amarognolo potete tenere l'acqua di bollitura, altrimenti gettatela per un gusto più delicato e sostituitela con brodo.
Si frullano le foglie bollite con il liquido scelto e la patata e si aggiunge una cucchiaiata di farina, del formaggio a scelta, tipo asiago, fontina o simili e un po' di grana. Dopo qualche minuto di bollitura per fare sciogliere i formaggi e amalgamare il tutto la crema è pronta.
Si può ulteriormente arricchire con panna, o burro, o crostini.
Certo mia nonna in tempo di autarchia ci metteva solo papaveri e acqua...
Io uso tantissime erbe spontanee, i papaveri per esempio li coltivo nell'orto.


Non credevo che la ricetta venisse presa in considerazione!
Ieri sera ho ricevuto un "sollecito" nella posta elettronica, ho visto che la ricetta della mia cena sembrava adattarsi e l'ho inviata così, di volata.
Ecco la foto della crema di papaveri. Un fiore di papavero per guarnire non l'avevo, non sono ancora sbocciati, da me!

Immagine
Precisazione: non ho dimenticato di indicare il sale: avendoci messo del brodo non è servito.
Consiglio per chi volesse provare: in questa stagione i papaveri sono piuttosto amarognoli, bisogna tenere solo i ciuffetti più teneri, oppure cucinarla in aprile, quando le foglie sono più tenere, diciamo prima che inizino a formarsi i boccioli. :wink:
Il costo... un paio di bicchieri di latte e un paio d'etti di formaggio volendo esegerare. Diciamo 3 euro?
Claudia
Avatar utente
iaiax
 
Messaggi: 290
Iscritto il: 22 nov 2009, 23:16

Re: LA SFIDA DI MAGGIO - Miseria e Nobilta'

Messaggioda anavlis » 3 mag 2011, 20:43

iaiax ha scritto:Non è una ricetta degna di una sfida ma voglio proporre la mia cena di stasera: crema di papaveri.

: WohoW : è fantastica, altrocchè! e poi i papaveri si trovano ovunque basta allontanarsi un poco dalla città. Aspettiamo solo la foto magari con un bel papavero non cucinato accanto :D Grazie cara, anche per avere aperto le danze *smk*
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10429
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: LA SFIDA DI MAGGIO - Miseria e Nobilta'

Messaggioda scarabeo14 » 3 mag 2011, 21:02

Che bella!!ora i papaveri imperversano, domani o dopo vado in campagna e provvedo alla raccolta.
Grazie!IClaudia!!!
Bella quest'iniziativa, ora mi guardo in giro e preparo qualcosa.
Un *smk* alle autrici!
:saluto: diana
Diana
Lascio agli altri la convinzione di essere migliori . . . per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare.
Avatar utente
scarabeo14
 
Messaggi: 631
Iscritto il: 8 gen 2009, 20:34
Località: Bordighera

Crema di papaveri

Messaggioda Clara » 4 mag 2011, 17:37

Che ricette interessanti Claudia, grazie :D
Cosa non sìinventavano le nostre nonne per sfamare :)
I papaveri abbondavano nei campi intorno a casa mia, ma ora, sicuramente a causa dei diserbanti,
non ne vedo più :( e siccome non sono certa di riconoscere le foglie se non vedo il fiore :|?
chiedo: quando c'è già il fiore le foglie sono più dure e più amare? E sono ancora comunque buone?
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6383
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: LA SFIDA DI MAGGIO - Miseria e Nobilta'

Messaggioda iaiax » 4 mag 2011, 17:44

Sono molto amare, quando c'è il fiore. Già adesso, che iniziavano appena i boccioli e ho tenuto solo i ciuffetti più tenere erano piuttosto amare e non ho utilizzato l'acqua di bollitura. Sono ottimi in primavera, appena spuntati. Io ho risolto il problema dei concimi e diserbanti piantandoli nell'orto. Li ho in serra e li raccolgo anche durante l'inverno, li cucino in diversi modi, mi piacciono moltissimo. La foglia del papavero ha molte forme diverse, più o meno frastagliate, non è come altre erbe che sono sempre riconoscibili al primo colpo d'occhio.
Adesso li ho estirpati completamente, tanto le piante d'ora in poi saranno amare.
Ti consiglio di prendere le foglie più tenere e di fare una prova di assaggio.
Claudia
Avatar utente
iaiax
 
Messaggi: 290
Iscritto il: 22 nov 2009, 23:16


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee