°Cose goduriose alla cipolla caramellata

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

°Cose goduriose alla cipolla caramellata

Messaggioda ClaudiaCadoni » 3 apr 2014, 18:21

Utilizzo di lievito madre (non poco!) NON rinfrescato.
Una goduria, che metto qui pensando a tutti i colombari in azione in questi giorni! :wink:
Immagine


14 g di burro
113 g cipolla sbucciata, affettata sottilmente (più o meno una mezza cipolla, io gialla ché quelle avevo)
25 g zucchero di canna
120 g farina (non di forza) Io ho usato la 0 etichetta rossa, Rieper
2 tsp di lievito in polvere
3/4 tsp di sale
113 g burro freddo
11 g erba cipollina fresca, tritata
255 g lievito madre, NON rinfrescato (ottima cosa se ne avete per il pane, vero?) Io ne ho di liquido idratato al 100% e ho aggiunto farina per ottenere qualcosa di simile a un lievito madre che ho ipotizzato essere al 60%. In un altro post metterò i calcoli per le conversioni, sperando che a qualcuno possano essere utili.
1) Unire il burro (i 14 gr.) , la cipolla, e lo zucchero in una padella e metterla sul fuoco medio-basso. Cuocere le cipolle, coperte, per circa 30 minuti, controllando e mescolando ogni 5 minuti, dovranno risultare ben caramellate; occhio eh, dovrete presidiare ché qui i tartari arrivano e vi carbonizzano cipolle e padella. Trasferire le cipolle in una ciotola, raffreddare a temperatura ambiente, poi in frigorifero, per almeno 3 ore, a refrigerarsi perfettamente. A me sembra un tantinello tanto ma così ho fatto, hai visto mai che mi rovini il burro dell’impasto finale, che deve rimanere “impacchettato” in briciole infarinate.

2) Preriscaldare il forno a 220* C. Imburrate una teglia o utilizzate un foglio di carta forno.

3) Riunire la farina, il lievito chimico e il sale. Lavorare, io dico con la punta delle dita, il burro nella farina fino ad ottenere un composto non uniforme, come un insieme di briciole irregolari.

4)Aggiungete l’erba cipollina e cipolle caramellate. Io ne ho di ottima, erba cipollina essiccata con grandissima cura che viene dal Nord Europa, e quella ho usato, visto che la mia se ne sta acquattata in attesa di temperature più miti: ne ho versato un po’ nel cavo della mano, direi più di un cucchiaione colmo.

5) A pezzi aggiungere il lievito madre e lavorare fino a quando la pasta diventi sufficientemente coesa, in modo da poterla lavorare sulla spianatoia. Capovolgete l’impasto su una superficie leggermente infarinata e usare una spatola (di quelle da impasto) per ripiegarlo su sé stesso cinque o sei volte, fino a compattarlo.

6) Appiattite la pasta formando un disco spesso cm. 2,5. Ecco, io qui ho avuto qualche difficoltà e ho controllato le mie conversioni perché lo spessore richiesto mi pareva davvero troppo (rispetto agli otto biscotti che si dovrebbero ottenere con taglia biscotti di quella misura). Così ho abbassato di più, a circa un cm. e sono proprio venuti buonissimi.

7) Utilizzare un tagliabiscotti del diametro di cm. 6.5 e ritagliare i biscotti, reimpastare gli scarti per formarne altri. Si fa in un lampo, io ho usato quelli ondulati (circa 6 cm). L’impasto sta buonino e non si attacca, quindi anche i reimpasti sono perfetti nel senso che non c’è farina non elaborata in mezzo.

8) Cuocere i biscotti per 15-18 minuti, finché appena iniziano a dorarsi. Ecco, io li ho cotti per 18 minuti e cominciavano a colorirsi pericolosamente, la prossima volta li coprirò e seguiterò, credo, fino a 20 minuti. Del resto le istruzioni in sintesi nella pagina danno anche 20 minuti di cottura, a differenza del tempo, quello che ho citato inizialmente, indicato nel procedimento dettagliato.

9) Togliere i biscotti dal forno e servirli caldi con un po ‘di burro. Estratti dal forno li ho pennellati con un pezzetto di burro che si fondeva tranquillamente a contatto con i detti.

Resa: otto biscotti. I miei di più perché più sottili e non cambierò lo spessore.

http://cicalarauca.wordpress.com/2014/0 ... ramellate/
ClaudiaCadoni
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 20 feb 2014, 13:56

Re: Cose goduriose alla cipolla caramellata

Messaggioda Rossella » 3 apr 2014, 19:11

Che bell' idea Claudia, pastamadreagogò, :lol: :lol: che finisce regolarmente nella pattumiera perchè proprio non c'è la faccio a riutilizzarla, :result^ anzi qualcosina l'ho recuperata con il pane di oggi ai semi di papavero! Sbaglio o mi ricordano in qualche modo gli scones? Insomma, saddaprovà!!!
Grazie chèrie *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Cose goduriose alla cipolla caramellata

Messaggioda anavlis » 3 apr 2014, 20:56

Ottima anche questa ricetta da provare appena potrò :wink: :clap: :clap:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10416
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Cose goduriose alla cipolla caramellata

Messaggioda ClaudiaCadoni » 3 apr 2014, 21:05

appena ho un po' di tempo provo altre ricette, sempre dal sito King Arthur con lievito madre denutrito :-))
così vi divertite un po'
ho anche adocchiato dei simil Pretzel dolci (in cui la doratura viene ottenuta, se non ricordo male, con del malto :))

^danz^<>
ClaudiaCadoni
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 20 feb 2014, 13:56

Re: Cose goduriose alla cipolla caramellata

Messaggioda Rossella » 4 apr 2014, 5:32

ClaudiaCadoni ha scritto:appena ho un po' di tempo provo altre ricette, sempre dal sito King Arthur con lievito madre denutrito :-))
così vi divertite un po'
ho anche adocchiato dei simil Pretzel dolci (in cui la doratura viene ottenuta, se non ricordo male, con del malto :))

^danz^<>

E noi qui siamo, attendiamo il seguito *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee