Coniglio con le melanzane

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Coniglio con le melanzane

Messaggioda rosanna » 21 ott 2007, 21:29

rosanna1.jpg
rosanna1.jpg (11.01 KiB) Osservato 17 volte
Un coniglio max 1, 5 Kg
tagliato a pezzi
2 melanzane
200 gr. di pomodorini
130 gr. di pancetta
Una testa d’aglio tutta intera
Rosmarino e timo
Vino bianco un bicchiere grande
3 cucchiai di olive nere
Olio e.v. 1 dl e ½
Sale pepe q.b.


Rosolare il coniglio con olio aglio e pancetta tagliata a bastoncini . Bagnare con il vino e far evaporare per poco (non tutto), aggiungere gli aromi abbondanti e se del caso un poco d’ acqua.
Friggere le melanzane tagliate a cubetti e tenere da parte. Incidere a croce i pomodorini (finalmente trovo i datterini e non li mollo più) ed aggiungerli quando il sugo è quasi tirato. Cuocere per poco ancora. Alla fine allungare il sugo con un mestolino d’acqua, unire le melanzane e le olive . Coprire per 5 minuti e servire. Volendo condire la pasta aumentare l’olio oppure aggiungere un cucchiaio di strutto :wink: .
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4411
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Messaggioda rosanna » 22 ott 2007, 5:54

lydia, la prossima volta vieni a pranzo, la domenica c'è sempre una bella guaglionera :lol: Ieri c'erano ragazzi che non mangiano il coniglio ed ho dovuto fare anche i polpi alla luciana. Meno male che ho il pescivendolo appena fuori il cancello di casa !

Coniglio all'ischitana
Un coniglio da kg. 1, 500
Olio ev 1 dl e ½
Una testa d'aglio intera così com'è
Pomodorini 6-7
Vino bianco 2 dl e ½
Basilico, prezzemolo,
timo abbondanti
sale e peperoncino q.b.

lisa, come vedi cambia di poco :)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4411
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Messaggioda AMR » 26 ott 2007, 8:37

Tutto bene nella ricetta di Rosanna, solo le suggerirei di proporre i pezzi del coniglio cucinato, alla visione nostra o dei suoi commensali , ancora nel tegame di coccio dove viene preparata. Tegame di Coccio , su suttopiano in paglia lavorata artigianalmente per proteggere la tovaglia ed il tavolo, che deve possibilmente mostrare all'apice o alla base, su o tra i pezzi di coniglio ( dipenderà dall'ampiezza del tegame) la stessa testa d'aglio , intera e con ancora incamiciati i relativi spicchi . Una scena da non credersi.
Alberto M.R.
L'unico modo per liberarsi di una tentazione é abbandonarsi ad essa.
Oscar Wilde
Avatar utente
AMR
 
Messaggi: 100
Iscritto il: 4 gen 2007, 17:42

Messaggioda AMR » 26 ott 2007, 8:46

rosanna ha scritto:lydia, la prossima volta vieni a pranzo, la domenica c'è sempre una bella guaglionera :lol: Ieri c'erano ragazzi che non mangiano il coniglio ed ho dovuto fare anche i polpi alla luciana. Meno male che ho il pescivendolo appena fuori il cancello di casa !

Coniglio all'ischitana
Un coniglio da kg. 1, 500
Olio ev 1 dl e ½
Una testa d'aglio intera così com'è
Pomodorini 6-7
Vino bianco 2 dl e ½
Basilico, prezzemolo,
timo abbondanti
sale e peperoncino q.b.

lisa, come vedi cambia di poco :)


Direi quasi PERFETTA! Quasi come la mia.
Perché io faccio sgocciolare tutta l'acqua presente nei pomodorinì( altrimenti uso quelli asciutti del " pencolo") il vino bianco asciutto, DEVE coprire i pezzi di coniglio ( ecco perchè non dò il quantitativo), testa compresa spaccata in due, ( il coniglio in cottura non DEVE vedere acqua perchè altrimenti risulta alla fine stopposo , come giustamnete non c'é nella tua ricetta) e come aromi io uso solo rosmarino , inizialmente nella fase della rosolatura , e nel finale , a fuoco spento BASILICO e nocciola di burro.
Maccheroni consigliati per questo sugo PARADISIACO: mezzanelli, absolutment!
Alberto M.R.
L'unico modo per liberarsi di una tentazione é abbandonarsi ad essa.
Oscar Wilde
Avatar utente
AMR
 
Messaggi: 100
Iscritto il: 4 gen 2007, 17:42


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee