compito in classe: maestra per un giorno

Dubbi, consigli, attrezzi & c

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

compito in classe: maestra per un giorno

Messaggioda cinzia cipri' » 3 mag 2010, 22:13

Venerdì mattina, sono stata incaricata di fare una piccola lezioncina di cucina dolce per i bambini della classe di mio figlio Ruggero.
Parliamo dunque di bambini da 3 a 6 anni.
Non credo che avremo forno, ma potremo usare i fornelli, le mani, ecc.
La maestra mi aveva detto di rifare un dolce che ho inventato io e che hanno apprezzato tutti ad una festa della scuola, ma quel dolce richiede ingredienti costosi, oltretutto ai bambini potrei far fare veramente poco (non posso fargli maneggiare il cioccolato temperato, nè farglielo temperare.)
Cosa vi viene in mente da poter portare a casa per la festa della mamma che non sia cucinabile?
Avevo pensato a delle cheesecake fredde: che ne dite?
Devo acquistare gli ingredienti per 28 tortine e considerare comunque che una delle bambine è allergica all'uovo, quindi magari, per lei, qualcosa a parte, altrimenti nemmeno può toccare l'impasto.
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: compito in classe: maestra per un giorno

Messaggioda susyvil » 3 mag 2010, 22:41

Cinzia, e di questo salame di cioccolato cosa te ne pare?...non prevede nemmeno le uova! :wink:
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 2791
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

Re: compito in classe: maestra per un giorno

Messaggioda cinzia cipri' » 3 mag 2010, 23:06

susyvil ha scritto:Cinzia, e di questo salame di cioccolato cosa te ne pare?...non prevede nemmeno le uova! :wink:


lo hanno fatto il salame di cioccolato per natale (a forma di gatto).
Devo inventarmi qualcosa di diverso...
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: compito in classe: maestra per un giorno

Messaggioda Luciana_D » 4 mag 2010, 6:22

cinzia cipri' ha scritto:Venerdì mattina, sono stata incaricata di fare una piccola lezioncina di cucina dolce per i bambini della classe di mio figlio Ruggero.
Parliamo dunque di bambini da 3 a 6 anni.
Non credo che avremo forno, ma potremo usare i fornelli, le mani, ecc.
La maestra mi aveva detto di rifare un dolce che ho inventato io e che hanno apprezzato tutti ad una festa della scuola, ma quel dolce richiede ingredienti costosi, oltretutto ai bambini potrei far fare veramente poco (non posso fargli maneggiare il cioccolato temperato, nè farglielo temperare.)
Cosa vi viene in mente da poter portare a casa per la festa della mamma che non sia cucinabile?
Avevo pensato a delle cheesecake fredde: che ne dite?
Devo acquistare gli ingredienti per 28 tortine e considerare comunque che una delle bambine è allergica all'uovo, quindi magari, per lei, qualcosa a parte, altrimenti nemmeno può toccare l'impasto.

Puoi fare il cheese cake che ho inserito ma escludi il caffe' e mettici altro aroma :D Non ha nessun uovo e costa poco.Tutto a freddo a parte la gelatina.Pero' necessita di riposo in frigo :(
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11826
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: compito in classe: maestra per un giorno

Messaggioda cinzia cipri' » 4 mag 2010, 6:35

dalle 11 alle 16 mi sembra che ci siamo come tempi, no?
al limite aumento un po' la gelatina o studio come usare l'agar agar (che si solidifica prima mettendone molto meno).
Ho pensato che potremmo fare la base di pandistelle della cioccobianco.
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: compito in classe: maestra per un giorno

Messaggioda Luciana_D » 4 mag 2010, 6:47

cinzia cipri' ha scritto:dalle 11 alle 16 mi sembra che ci siamo come tempi, no?
al limite aumento un po' la gelatina o studio come usare l'agar agar (che si solidifica prima mettendone molto meno).
Ho pensato che potremmo fare la base di pandistelle della cioccobianco.

Allora si,ci sei con i tempi :D
La base di pandistenne necessita cottura,la base a freddo dei biscotti e cioccolato funo no :D
Devi solo decidere quale gusto fai invece del caffe'.Io ci vedrei della frutta frullata.Darebbe anche un bel colore :wink:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11826
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: compito in classe: maestra per un giorno

Messaggioda cinzia cipri' » 4 mag 2010, 6:50

Luciana_D ha scritto:
cinzia cipri' ha scritto:dalle 11 alle 16 mi sembra che ci siamo come tempi, no?
al limite aumento un po' la gelatina o studio come usare l'agar agar (che si solidifica prima mettendone molto meno).
Ho pensato che potremmo fare la base di pandistelle della cioccobianco.

Allora si,ci sei con i tempi :D
La base di pandistenne necessita cottura,la base a freddo dei biscotti e cioccolato funo no :D
Devi solo decidere quale gusto fai invece del caffe'.Io ci vedrei della frutta frullata.Darebbe anche un bel colore :wink:


non so nemmeno se abbiamo un minipimer: oggi mi informo su che attrezzature ci sono a disposizione
poi bisogna vedere per quanta roba devo comprare... 1 kg di biscotti? dobbiamo fare sulle 30 formine...
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: compito in classe: maestra per un giorno

Messaggioda Luciana_D » 4 mag 2010, 7:39

cinzia cipri' ha scritto:
Luciana_D ha scritto:
cinzia cipri' ha scritto:dalle 11 alle 16 mi sembra che ci siamo come tempi, no?
al limite aumento un po' la gelatina o studio come usare l'agar agar (che si solidifica prima mettendone molto meno).
Ho pensato che potremmo fare la base di pandistelle della cioccobianco.

Allora si,ci sei con i tempi :D
La base di pandistenne necessita cottura,la base a freddo dei biscotti e cioccolato funo no :D
Devi solo decidere quale gusto fai invece del caffe'.Io ci vedrei della frutta frullata.Darebbe anche un bel colore :wink:


non so nemmeno se abbiamo un minipimer: oggi mi informo su che attrezzature ci sono a disposizione
poi bisogna vedere per quanta roba devo comprare... 1 kg di biscotti? dobbiamo fare sulle 30 formine...

Per la forma da 23cm io uso 100gr di biscotto e 100gr di cioccolato.Credo 1kg dovrebbe bastare
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11826
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: compito in classe: maestra per un giorno

Messaggioda cinzia cipri' » 4 mag 2010, 7:46

ho pensato di moltiplicare tutto per 5: le formine d'altronde sono quelle tipiche monoporzione in alluminio, quindi siamo più o meno sui 6 cm di diametro se non erro.
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo


Torna a Carabattole e pignate

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee