Coltura lievito osmotollerante

creare, scoprire, sperimentare e sperimentarsi con pathos e senso estetico attraverso un cammino che parte dalle emozioni, dai sentimenti e dalla curiosità.

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 22 set 2010, 21:28

nicodvb ha scritto:In effetti il tuo è raddoppiato lentamente, comunque è meglio continuare per vedere come va.
Oggi ho trovato la consistenza giusta del mio: 36 gr di lievito, 8+1 di zucchero+sale sciolti in 20 di acqua calda e 36 di farina (sto usando la spadoni per pizza perché ho finito la manitoba e sto aspettando la Rieper gialla). È praticamente un impasto incordato ma fluido, proprio quello che mi serviva.

Le foto non le ho fatte perché non metto le tacche e fra di noi non mi sembra che servano *smk* .


Guarda che mi fido 8)) era per vedere la tua creatura :lol:
Inoltre : Io non metto sale.E' grave? :shock:
Ma perche' dovrei mettere il sale?????????
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda ziaFania » 22 set 2010, 21:45

Voi due siete buffi. Come si direbbe a Roma? "Loro se la cantano e loro se la sonano".
Avatar utente
ziaFania
 
Messaggi: 221
Iscritto il: 14 ago 2010, 17:18
Località: San Diego

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 22 set 2010, 21:47

Luciana_D ha scritto:
nicodvb ha scritto:In effetti il tuo è raddoppiato lentamente, comunque è meglio continuare per vedere come va.
Oggi ho trovato la consistenza giusta del mio: 36 gr di lievito, 8+1 di zucchero+sale sciolti in 20 di acqua calda e 36 di farina (sto usando la spadoni per pizza perché ho finito la manitoba e sto aspettando la Rieper gialla). È praticamente un impasto incordato ma fluido, proprio quello che mi serviva.

Le foto non le ho fatte perché non metto le tacche e fra di noi non mi sembra che servano *smk* .


Guarda che mi fido 8)) era per vedere la tua creatura :lol:
Inoltre : Io non metto sale.E' grave? :shock:
Ma perche' dovrei mettere il sale?????????


anche il sale contribuisce alla pressione osmotica, preserva un po' la struttura del glutine e mi piace pensare che abitui (che brutta scelta è un termine terribilmente sbagliato, ma passamelo...) il lievito agli impasti, visto che di sale ce n'è sempre.
*smk* *smk* *smk*
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 22 set 2010, 21:59

ziaFania ha scritto:Voi due siete buffi. Come si direbbe a Roma? "Loro se la cantano e loro se la sonano".

Si :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 23 set 2010, 8:34

Quanto sale nico? :shock:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 23 set 2010, 8:46

Luciana_D ha scritto:Quanto sale nico? :shock:


le ultime volte ho usato 1 gr di sale e 8 di zucchero su 36 di farina (25%), però prima di metterlo è meglio che io guardi ancora un po' come si comporta il mio: ho l'impressione che nel lungo termine il sale stia facendo male a quello in frigo che mi sembra mortino
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 23 set 2010, 9:08

Ho rinfrescato adesso ripristinando la dose normale di acqua perche' era secco come il deserto e portando lo zucchero a 25%.
Alla fine e' comunque piu' asciutto delle prime volte.
Vediamo tra qualche ora :wink:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 23 set 2010, 22:40

Luciana_D ha scritto:Ho rinfrescato adesso ripristinando la dose normale di acqua perche' era secco come il deserto e portando lo zucchero a 25%.
Alla fine e' comunque piu' asciutto delle prime volte.
Vediamo tra qualche ora :wink:


anche io ho notato un rassodamento dell'impasto rispetto ai giorni di "melma", nonostante le stesse quantità di zucchero e acqua.
Mi sa che abbiamo disattivato un enzima rompiscatole :wink:
Com'è andato il pupo oggi?
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 24 set 2010, 6:24

nicodvb ha scritto:
Luciana_D ha scritto:Ho rinfrescato adesso ripristinando la dose normale di acqua perche' era secco come il deserto e portando lo zucchero a 25%.
Alla fine e' comunque piu' asciutto delle prime volte.
Vediamo tra qualche ora :wink:


anche io ho notato un rassodamento dell'impasto rispetto ai giorni di "melma", nonostante le stesse quantità di zucchero e acqua.
Mi sa che abbiamo disattivato un enzima rompiscatole :wink:
Com'è andato il pupo oggi?

E andato bene :D Ero momentaneamente confusa sulla percentuale :lol: ma e' al 25%

Immagine
La foto l'ho fatta che erano le 23.00
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 24 set 2010, 8:32

È ora di testarlo. Ho preparato un poolish per la "brioche dell'angelo" (l'hai vista, vero)? speriamo bene...
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 24 set 2010, 8:44

nicodvb ha scritto:È ora di testarlo. Ho preparato un poolish per la "brioche dell'angelo" (l'hai vista, vero)? speriamo bene...

Oggi ho rinfrescato al 30% aumentando di un'inezia la farina.....poi passiamo al test :D
Non ho visto la brioche dell'angelo.......almeno credo.Fai vedere :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 24 set 2010, 8:56

Luciana_D ha scritto:
nicodvb ha scritto:È ora di testarlo. Ho preparato un poolish per la "brioche dell'angelo" (l'hai vista, vero)? speriamo bene...

Oggi ho rinfrescato al 30% aumentando di un'inezia la farina.....poi passiamo al test :D
Non ho visto la brioche dell'angelo.......almeno credo.Fai vedere :D

http://www.cookaround.com/yabbse1/showt ... ell'angelo


Purtroppo il lievito di segale mi sembra reagire con poca convinzione, mentre quello di farina di grano tenero sembra essere contento.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 24 set 2010, 11:26

INGREDIENTI PER LA BRIOCHE dell'Angelo

80 g di farina manitoba
170 g di farina 00
90 g di latte
50 g di zucchero
40 g di burro
3 tuorli
25gr lievito di birra oppure 90grLM(lili?)
1 pizzico di sale
vaniglia
1 cucchiaio di essenza di mandorle
50 grammi di mandorle a lamelle

Procedere come solitamente con i lievitati

--------

Provero'.....chissa' domani :|?

La segale : ma ci si fanno anche dolci? non credo di averne mai visto
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda susyvil » 24 set 2010, 11:31

Luciana_D ha scritto:INGREDIENTI PER LA BRIOCHE dell'Angelo

80 g di farina manitoba
170 g di farina 00
90 g di latte
50 g di zucchero
40 g di burro
3 tuorli
25gr lievito di birra oppure 90grLM(lili?)
1 pizzico di sale
vanillina
1 cucchiaio di essenza di mandorle
50 grammi di mandorle a lamelle

Procedere come solitamente con i lievitati

--------

Provero'.....chissa' domani :|?

Lù, sembra buona, ma non sono tanti 25 g di ldb per quel quantitativo di farina? :shock:
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 2790
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 24 set 2010, 11:37

Luciana_D ha scritto:INGREDIENTI PER LA BRIOCHE dell'Angelo

80 g di farina manitoba
170 g di farina 00
90 g di latte
50 g di zucchero
40 g di burro
3 tuorli
25gr lievito di birra oppure 90grLM(lili?)
1 pizzico di sale
vanillina
1 cucchiaio di essenza di mandorle
50 grammi di mandorle a lamelle

Procedere come solitamente con i lievitati

--------

Provero'.....chissa' domani :|?

La segale : ma ci si fanno anche dolci? non credo di averne mai visto


certo che ci si fanno anche i dolci, prova e vedrai!
Io ho sempre fatto un poolish di 50+50+10 di lilì invece di usare il ldb. 25 gr sono tantissimi, come dice bene Assunta.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 24 set 2010, 12:33

Assunta,certamente i 25gr sono tantissimi :D
Ho solo riportato la ricetta originale.Sta a noi diminuire il LdB.Io lo porterei a 6-8gr non di piu' oppure il LM.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda susyvil » 24 set 2010, 13:07

Luciana_D ha scritto:Assunta,certamente i 25gr sono tantissimi :D
Ho solo riportato la ricetta originale.Sta a noi diminuire il LdB.Io lo porterei a 6-8gr non di piu' oppure il LM.

Ci proverò con il ldb, il lili e il lm sono in castigo nel congelatore dal mese di giugno! ;-))
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 2790
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 24 set 2010, 14:24

Stasera provo Osmo Jr con questa ricetta......riposo in frigo fino a domani e poi procedo.
Assunta,tu con LdB e Nico con la sua Lili......e poi si confronta :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 24 set 2010, 14:26

susyvil ha scritto:
Luciana_D ha scritto:Assunta,certamente i 25gr sono tantissimi :D
Ho solo riportato la ricetta originale.Sta a noi diminuire il LdB.Io lo porterei a 6-8gr non di piu' oppure il LM.

Ci proverò con il ldb, il lili e il lm sono in castigo nel congelatore dal mese di giugno! ;-))


ph, e come mai? Lilì congelato ... non mi è mai tornato in vita, ma chissà.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda susyvil » 24 set 2010, 15:06

nicodvb ha scritto:
susyvil ha scritto:
Luciana_D ha scritto:Assunta,certamente i 25gr sono tantissimi :D
Ho solo riportato la ricetta originale.Sta a noi diminuire il LdB.Io lo porterei a 6-8gr non di piu' oppure il LM.

Ci proverò con il ldb, il lili e il lm sono in castigo nel congelatore dal mese di giugno! ;-))


ph, e come mai? Lilì congelato ... non mi è mai tornato in vita, ma chissà.

Ohhh :shock: ....quando l'ho messo in congelatore pensavo di riportarlo in vita alla stessa maniera del LM congelato : Hurted :
perchè con il lili a te non ha funzionato? ...non capisco! :roll:
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 2790
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

PrecedenteProssimo

Torna a La bottega degli esperimenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee