Coltura lievito osmotollerante

creare, scoprire, sperimentare e sperimentarsi con pathos e senso estetico attraverso un cammino che parte dalle emozioni, dai sentimenti e dalla curiosità.

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 23 mar 2013, 10:58

nicodvb ha scritto:
Luciana_D ha scritto:
nicodvb ha scritto:sia Osmo sia regular hanno pH 4.5, mentre lilì' di segale 3.8.
Più classico e più perfetto di così non si può :-P o :p: .

hai recuperato un phmetro ?


sì, l'ho preso da amazon.uk.

:shock: Stavo guardando.prezzi alti :sad:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11506
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 23 mar 2013, 12:15

Luciana_D ha scritto:
nicodvb ha scritto:
Luciana_D ha scritto:
nicodvb ha scritto:sia Osmo sia regular hanno pH 4.5, mentre lilì' di segale 3.8.
Più classico e più perfetto di così non si può :-P o :p: .

hai recuperato un phmetro ?


sì, l'ho preso da amazon.uk.

:shock: Stavo guardando.prezzi alti :sad:


9 euro+spedizioni |^.^|
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 2976
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 23 mar 2013, 13:37

nicodvb ha scritto:
Luciana_D ha scritto:
nicodvb ha scritto:
Luciana_D ha scritto:
nicodvb ha scritto:sia Osmo sia regular hanno pH 4.5, mentre lilì' di segale 3.8.
Più classico e più perfetto di così non si può :-P o :p: .

hai recuperato un phmetro ?


sì, l'ho preso da amazon.uk.

:shock: Stavo guardando.prezzi alti :sad:


9 euro+spedizioni |^.^|

Sgancia il link :lol: *smk*
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11506
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 23 mar 2013, 16:10

Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 2976
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 23 mar 2013, 18:38

nicodvb ha scritto:http://www.amazon.co.uk/gp/product/B008OC1L0Y/ref=oh_details_o00_s00_i00?ie=UTF8&psc=1

Dolce *smk*
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11506
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 23 mar 2013, 20:54

Luciana_D ha scritto:
nicodvb ha scritto:http://www.amazon.co.uk/gp/product/B008OC1L0Y/ref=oh_details_o00_s00_i00?ie=UTF8&psc=1

Dolce *smk*


l'hai ordinato? *smk*
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 2976
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 23 mar 2013, 21:06

nicodvb ha scritto:
Luciana_D ha scritto:
nicodvb ha scritto:http://www.amazon.co.uk/gp/product/B008OC1L0Y/ref=oh_details_o00_s00_i00?ie=UTF8&psc=1

Dolce *smk*


l'hai ordinato? *smk*

Ancora no.Vorrei anche il gancio per la KA ma non sono ancora sicura.Temo di sbagliare
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11506
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda CETTY » 17 giu 2013, 18:51

Nico, Luciana il vostro lievito come si comporta? Il mio diventa molle e colloso. Sarà il caldo eccessivo di questi giorni? Avevo pensato di aggiungere il 10%in più di farina o faccio una cavolata? Mi spiacerebbe perderlo, ho fatto colombe,croissant con ottimi risultati (I think)
CETTY
 
Messaggi: 320
Iscritto il: 21 nov 2012, 7:48

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 17 giu 2013, 21:56

CETTY ha scritto:Nico, Luciana il vostro lievito come si comporta? Il mio diventa molle e colloso. Sarà il caldo eccessivo di questi giorni? Avevo pensato di aggiungere il 10%in più di farina o faccio una cavolata? Mi spiacerebbe perderlo, ho fatto colombe,croissant con ottimi risultati (I think)

Ogni quanto lo rinfreschi?
In tutti i casi conservalo in frigo :wink:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11506
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 17 giu 2013, 22:10

Luciana_D ha scritto:
CETTY ha scritto:Nico, Luciana il vostro lievito come si comporta? Il mio diventa molle e colloso. Sarà il caldo eccessivo di questi giorni? Avevo pensato di aggiungere il 10%in più di farina o faccio una cavolata? Mi spiacerebbe perderlo, ho fatto colombe,croissant con ottimi risultati (I think)

Ogni quanto lo rinfreschi?
In tutti i casi conservalo in frigo :wink:


sicuramente è troppo caldo, almeno se non lo si rinfresca ogni giorno. IO lo faccio, ma io sono pazzo :mrgreen:
Meglio il frigo, sicuro
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 2976
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda CETTY » 18 giu 2013, 19:24

nicodvb ha scritto:
Luciana_D ha scritto:
CETTY ha scritto:Nico, Luciana il vostro lievito come si comporta? Il mio diventa molle e colloso. Sarà il caldo eccessivo di questi giorni? Avevo pensato di aggiungere il 10%in più di farina o faccio una cavolata? Mi spiacerebbe perderlo, ho fatto colombe,croissant con ottimi risultati (I think)

Ogni quanto lo rinfreschi?
In tutti i casi conservalo in frigo :wink:


sicuramente è troppo caldo, almeno se non lo si rinfresca ogni giorno. IO lo faccio, ma io sono pazzo :mrgreen:
Meglio il frigo, sicuro


Nico allora siamo in due :>:< , lo rinfresco ogni giorno anch'io. Fà troppo caldo ^beach^ sto sognando
CETTY
 
Messaggi: 320
Iscritto il: 21 nov 2012, 7:48

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda jeans » 5 mar 2020, 5:57

ciao a tutti.
mi sto inventando una cosa simile alla vostra ma in modo diverso.. stanotte cercando se esistevano discussioni simili ho trovato voi e nico che parlai tanti anni fa..
siete ancora attivi?
ciao nico se ti ricordi di me.
jeans
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 mag 2009, 10:07

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 8 mar 2020, 6:24

Nico e' a Londra :D
Io ormai parlo da sola qui dentro :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11506
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda jeans » 7 nov 2020, 15:37

Luciana_D ha scritto:Nico e' a Londra :D
Io ormai parlo da sola qui dentro :lol:



grazie mille per la risposta.
e mi scuso per non averla ringraziata prima.

io frequentavo un altro sito dove ormai non mi trovo piu bene.
ho scoperto che la passione e ormai diventato un alibi per fare altro.
ma io sono disponibile a continuare la mia passione anche senza quel forum che tanto mi aveva dato.
quindi se non vuole piu parlare da sola io son ben lieto di farle compagnia in qualsiasi campo dei lievitati.
ci sono argomenti che le interessano particolarmente? ci sono sessioni che vorrebbe riattivare o sono attive?
se vuole posso esserci. e grazie ancora per la risposta.
franco
jeans
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 mag 2009, 10:07

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda miao » 7 nov 2020, 18:26

Di cosa si tratta :|? Pasta madre solida ..liquida o cosa?... grazie Anna maria
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 5359
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda jeans » 8 nov 2020, 22:53

in breve si tratta di abituare il lievito a consumare, resistere,coesistere,con lo zucchero presente nella impasto.
in genere quando lo zucchero e tanto rallenta la lievitazione.. la cosa un po' funziona.. di parte nel mettere un 10% e pian piano portarlo al 30%..
io sono riuscito ma ci sono dei cambiamenti nel lievito (per me peggiorativi di molto) crosta secca e ruvida.. ridotta conservazione .. e altro.. tanto che ho lasciato stare.. poi magari potrà esserci il prodotto adatto.. ma per ora non fa per me.. sto cercando altre strade..
spero di essere stato abbastanza chiaro.
jeans
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 mag 2009, 10:07

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda miao » 9 nov 2020, 9:33

Molto chiaro Jeans grazie e molto interessante, argomento da approfondire : Thumbup :
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 5359
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 11 nov 2020, 6:03

jeans ha scritto:in breve si tratta di abituare il lievito a consumare, resistere,coesistere,con lo zucchero presente nella impasto.
in genere quando lo zucchero e tanto rallenta la lievitazione.. la cosa un po' funziona.. di parte nel mettere un 10% e pian piano portarlo al 30%..
io sono riuscito ma ci sono dei cambiamenti nel lievito (per me peggiorativi di molto) crosta secca e ruvida.. ridotta conservazione .. e altro.. tanto che ho lasciato stare.. poi magari potrà esserci il prodotto adatto.. ma per ora non fa per me.. sto cercando altre strade..
spero di essere stato abbastanza chiaro.

Ogni tanto mi riaffaccio :lol:
30% sono tantissimi.Dopo vari esperimenti ci siamo fermati a 20% che e nostro (di Nico e mio) umilissimo parere,e' il massimo senza stressare il lievito.
Puntare a 20 non serve.Ho visto che 10% rende bene.A volte si stanca anche del 10 e rinfresco 1-2 volte senza aggiungere zucchero ma facendo un bagnetto di 20' in acqua appena edulcorata.
I grandi lievitati vengono molto bene.Le ricette tipo Morandin ricco.

Ho fatto prova con licoli ma non mi piace per niente.E' vero che l'alveolatura si apre di piu' ma permane quel sapore acido sin dall'inizio.
Bocciato :lol: contro tutti i pareri del web.per il pane invece e' ottimo.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11506
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda jeans » 11 nov 2020, 6:25

grazie per avere condiviso i vostri esperimenti ma io sono rimasto un po' dubbioso sul lievito tenuto così ma è solo una mia impressione.
ho notato anch'io un accelerazione del lievito al 10% di zucchero ma non l avevo considerato come alternativa perche anche al 30 non è andato a buon fine ció che volevo ottenere : Sad :

avete riscontrato un diminuzione della conservazione del prodotto con il 10%?

grazie ancora.
jeans
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 15 mag 2009, 10:07

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 11 nov 2020, 7:33

jeans ha scritto:grazie per avere condiviso i vostri esperimenti ma io sono rimasto un po' dubbioso sul lievito tenuto così ma è solo una mia impressione.
ho notato anch'io un accelerazione del lievito al 10% di zucchero ma non l avevo considerato come alternativa perche anche al 30 non è andato a buon fine ció che volevo ottenere : Sad :

avete riscontrato un diminuzione della conservazione del prodotto con il 10%?

grazie ancora.

Assolutamente no !! I miei panettoni arrivano tranquillamente a due mesi senza problemi :lol:
La colomba per via della glassa che si inumidisce la faccio durare di meno.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11506
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Precedente

Torna a La bottega degli esperimenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee