Coltura lievito osmotollerante

creare, scoprire, sperimentare e sperimentarsi con pathos e senso estetico attraverso un cammino che parte dalle emozioni, dai sentimenti e dalla curiosità.

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 5 nov 2010, 15:15

Pumpernickel ha scritto:Anch'io lo sto faccendo.
Doppo due giorni sono arrivata a una proporzione di 20 % di zucchero
in rispetto al peso de la farina (faccendo i rinfreschi prendo sempre 100 g de PM,
100 g di farina, 50 g d'acqua nella quale sciolgio lo zucchero).
Domani provaro con 25 g di zucchero.
Fino al momento e ben lievitato.
Interesantissimo osservarlo como cresce.
In honnore di Luciana e Nico l'ho chiamato "Osmo jr. II" :D
Saluti
Brigitta

Che simpatico :lol:
Mi piace.La famiglia Osmo cresce :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Pumpernickel » 6 nov 2010, 2:54

Vi presento il novo germoglio della famiglia Osmo:
Osmo jr. II:
Immagine
Ha continuato a crescere fino alle cinque p.m.(aproxx. altre due ditte)
Lo rinfrescaro domani mattina con
100 LM, 50 acqua, 100 farina et 25 g di zucchero.
Ho l'impressione che sta levitando bene.
Saluti
Brigitta
Pumpernickel
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 31 ott 2010, 19:51

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 6 nov 2010, 6:33

Brava Brigitta :D
Domani,se vuoi,invece di 50gr di acqua mettine 45 perche' tendera' a diventare piu' liquido e meno maneggevole.

Inoltre: questo LM che stai producendo io lo userei solo per prodotti contenenti zucchero .
In frigo adesso ne ho due :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Pumpernickel » 6 nov 2010, 13:04

Si, va bene.
Quando pensi que puo fare un test con Osmo jr. II?
Come tu hai fatto con il brioche.
Ho una domanda:
Durante il periodo di creazione, tu l'hai rinfrescati
una volta al giorno.
Lo hai lasciato fuori del frigo tutto il tempo?

Il mio, Osmo II sta crescendo molto veloce, doppo
9 ore ha triplicato, ma ancora mancabano queste ore
fino al prossimo refresco.
E un problema si se abassa un poco mentre sta aspettando
la prossima dose di rinfresco?
Lo lascio fuori del frigo tutto il tempo?
Quando sia arrivato alle 33 % di zucchero, como si conserva?
Il tuo si mantiene ben vivo?
Grazie e saluti
Brigitta
Pumpernickel
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 31 ott 2010, 19:51

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 6 nov 2010, 14:11

Pumpernickel ha scritto:Si, va bene.
1)Quando pensi que puo fare un test con Osmo jr. II?
Come tu hai fatto con il brioche.
Ho una domanda:
2)Durante il periodo di creazione, tu l'hai rinfrescati
una volta al giorno.
3)Lo hai lasciato fuori del frigo tutto il tempo?

Il mio, Osmo II sta crescendo molto veloce, doppo
9 ore ha triplicato, ma ancora mancabano queste ore
fino al prossimo refresco.
4)E un problema si se abassa un poco mentre sta aspettando
la prossima dose di rinfresco?
5)Lo lascio fuori del frigo tutto il tempo?
6)Quando sia arrivato alle 33 % di zucchero, como si conserva?
7)Il tuo si mantiene ben vivo?
Grazie e saluti
Brigitta


1) Puoi iniziare a fare un test quando arrivata a 30% vedi che triplica in 3-4 ore

2) Rinfrescavo solo una volta al giorno

3) Era sempre a temperatura ambiente.Chiaramente non ha mai superato i 30*

4) Assolutamente no.E' normale che faccia cosi'.

5) Mentre creavo Osmo si,era sempre fuori.Appena ho raggiunto la forza l'ho spostato in frigo anche perche' non rinfrescavo piu' ogni giorno.Quando mi e' servito per il panettone ho preso la quantita' che mi serviva e rinfrescato sempre a TA (temperatura ambiente)

6) Io sono arrivata a 30% e non andro' oltre perche' il LM tende troppo a liquefarsi per via della presenza dello zucchero.
Per la conservazione ti ho risposto al punto 5 :)

7) In frigo tende a crescere ancora per qualche giorno.Poi si ferma.Ma non mi preoccupa.
L'importante e' non dimenticarsene per periodi troppo lunghi.Non andrei oltre i 15gg.

Spero di essere stata chiara e utile :wink:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Pumpernickel » 6 nov 2010, 18:42

Grazie, Luciana, Osmo jr. II sta bene.
Ha ben digesto la sua dose di rinfresco.
Domani continuaro.
Anch'io penso de terminare quando sia
arrivato a 30 % di zucchero.
Si tutto va bene, faro il primo test doppo domani.
Vorrei sapere si funziona.
Saluti
Brigitta
Pumpernickel
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 31 ott 2010, 19:51

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 6 nov 2010, 18:44

Pumpernickel ha scritto:Grazie, Luciana, Osmo jr. II sta bene.
Ha ben digesto la sua dose di rinfresco.
Domani continuaro.
Anch'io penso de terminare quando sia
arrivato a 30 % di zucchero.
Si tutto va bene, faro il primo test doppo domani.
Vorrei sapere si funziona.
Saluti
Brigitta

Prima di provarlo rinfrescalo altre 2-3 volte a 30%
Gli devi dare tempo :wink:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Pumpernickel » 9 nov 2010, 15:43

La mia coltura di lievito osmotollerante va bene.
Sono arrivata a fare dei cicli d'alimentazione con il
30 % di zucchero in relazione al peso dellla farina.

Simultaneamente con la coltura normale ho fatto una con sale.
Ho osservato lo seguente:
la coltura normale si sviluppa rapidamente ma al fine del ciclo
si abbassa un po.
la coltura con sale, al contrario, al cominzio del ciclo e piu lenta
ma doppo 5 ore prende velocita e finalmente sviluppa una bella
cuppola che non se abassa.

Che pensate, per un panettone, quale sera la coltura piu effectiva?
Prego, ditemi che pensate.

Immagine
a sinistra: coltura con sale e cuppola ca. 20 ore doppo il rinfresco.
a destra: coltura senza sale ca. 20 ore doppo il rinfresco.

le due colture sone fatte con 100g di farina, 100g di lievito osmo, 30 g di zucchero et 50 g d'acqua.
solo la coltura con sale contiene 2 g di sale.

saluti
Brigitta
Pumpernickel
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 31 ott 2010, 19:51

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 9 nov 2010, 19:15

Brigitta,per il LM con sale non saprei cosa dirti ma non credo che vada bene per il panettone per il quale e' stato creato Osmo Jr proprio perche' deve sopportare livelli di zucchero alti.
Semmai quello col sale andrebbe bene per il pane ,non so.
Aspettiamo a sentire nico.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda susyvil » 9 nov 2010, 20:16

Grazie dell'esperimento Brigitta, davvero interessante! : WohoW :
Come hai rinfrescato? hai sciolto il LM nell'acqua insieme al sale ?....se sì, allora che il sale ammazzi i lieviti se immesso prima, è un mito da sfatare! :roll:
Anche nella ricetta secondo disciplinare della pizza napoletana STG viene indicato di sciogliere il sale nell'acqua prima di inserire il lievito!....com'è che funziona?....io ancora non l'ho capito! :roll:
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 2790
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Pumpernickel » 9 nov 2010, 21:05

Io ho fatto cosi:
Ho sciolto 30 g di zucchero e 3 g di sale in 50 g d'acqua.
Dopo ho sciolto i 100 g di Osmo in questo "siropo".
Finalmente ho aggiunto 100 g di farina fresca e ho impastato
e ho terminato con una palla che ho messo a lievitare
a temp. ambiente.
Sto faccendo questo seguendo l'instruzzione di Luciana e Nico.
Spero d'avvere ben compreso.
La mia farina e ben absorbente e supporta bene i 50 g d'acqua.
Luciana ha detto che si l'impasto e troppo mollo si possono
aggiungere solamente 45 g d'acqua.

Sono tanti i processi misteriosi che ocurranno nella cavernosita
d'un lievito.
Di biologia non comprendo molto ma sono felicissima si gli
impasti lievitanno. :D :D :D
Saluti
Brigitta
Pumpernickel
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 31 ott 2010, 19:51

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 9 nov 2010, 21:52

Hai mischiato sale e zucchero?? :shock:
Praticamente hai creato un nuovo osmo .
Adesso serve davvero l'opinione di nico :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Pumpernickel » 10 nov 2010, 16:09

Anch'io ho fatto un test con Osmo jr. II.
Seguendo la ricetta dell Brioche dell'Angelo ho fatto un
brioche.
Solamente ho augmentato la quantita degli ingrediente per 25 %.
Il mio stampo de brioche e di 2 litri, l'impasto prima d'infornarlo
pesava circa 700 g.
Mi manca ancora la prattica con la tecnica del brioche a tete.

Questo e il risultato:
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine

Ho lasciato levitare l'impasto per 5 ore ca., doppo ho formato il brioche, l'ho messo in stampo
e doppo altre 3 ore ho infornato.

Saluti
Brigitta
Pumpernickel
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 31 ott 2010, 19:51

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda susyvil » 10 nov 2010, 16:20

Ma è stupenda!!! :shock: ...Brigitta, quale dei 2 hai utilizzato?.....Osmo zuccherato o Osmo salato? :D
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 2790
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 10 nov 2010, 16:46

Brava Brigitta!!! :clap: :clap:
Tra poco ci sbatti fuori tutte :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Pumpernickel » 10 nov 2010, 17:16

Grazie per i commentari.
Osmo e una garanzia per la felicita.

@ susyvil: ho usato Osmo zuccherato.

Osmo salato oggi mi sembra un po debboluccio, la sua lievitazione
e molto ritardata ma sin dubbio, essistente.
Osmo salato lievita doppo il rinfresco fino al raddopio (5 ore),
una volta radoppiato entra in un modo di riposo per une 10 ore - durante questo
periodo l'activita e pochissima ma non e morto - assolutamente no.
Finalmente riprende l'activita e doppo 24 ore (sempre a partire dell ultimo rinfresco) arriva a formare
una bella cuppola che non se abassa.
Osmo salato e un misterio. :?:

@ Nico: a che servirebbe un Osmo salato? :?:
Magari per le tre, tre lunghi periodi di lievitazione?
Magari per conservare la potenza della lievitazione
per un tempo lungo?

Saluti
Brigitta
Pumpernickel
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 31 ott 2010, 19:51

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 10 nov 2010, 17:53

Devo dire che non metto più il sale. All'inizio lo mettevo perché anche il sale contribuisce a far crescere la pressione osmotica, ma ho sempre il sospetto (o la paura)
che alla lunga il sale possa far più danni che altro. Lo zucchero fa tutto quello che serve, quindi ho continuato a rinfrescare solo con acqua molto zuccherata.

PS, sapevate che si può arrivare a sciogliere lo zucchero con il 25% dell'acqua? P.e. 400 gr di zucchero in 100 di acqua (come il miele). Basta sciogliere prima
100+100, poi aggiungere 100 di zucchero, poi altri 100 e poi altri 100. Alla fine diventa super vischioso.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda Luciana_D » 10 nov 2010, 17:58

Nico,allora l'Osmo sale/zucchero creato da Brigitta si combatte/oppone da solo?
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda nicodvb » 10 nov 2010, 18:11

Luciana_D ha scritto:Nico,allora l'Osmo sale/zucchero creato da Brigitta si combatte/oppone da solo?


non lo so cosa succede. Purtroppo per saperlo di preciso bisognerebbe farlo analizzare, il resto è solo congettura.
Io direi di usare il percorso più semplice e meno rischioso.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Coltura lievito osmotollerante

Messaggioda eliabel » 14 gen 2011, 23:38

Ciao a tutti e grazie per tutti i vostri consigli. Io sono una lectrice silenziosa (perchè non sono italiano e il mio italiano non è, diciamo, perfetto) e admiratrice delle vostre ricetti. Questo Natale ho fatto i pandori e pannettone con il lievito madre seguendo le differente ricette, e il risultato è stato buono. Sono molto interessata in preparare anche io il lievito osmotollerante, una sorella (perchè io sono sicura que la mia coltura è una femina), Osmina.
Ho cominciato a lavorare con il mio lievito madre que era abbastanza attivo, seguendo l'esempio che ho trovato qui:
36 gr di lievito madre, 36 gr di manitoba, 20 gr di acqua, 10 gr di zucchero, 1 gr di sale. Ho fatto questo durante 4 o 5 giorni, rifrescando una volta nelle 24 ore. La fermentazione è presente, ma io la trovo debole, il volume augmenta soltanto 2 volte nelle 24 ore. Vorrei chiedere il vostro consiglio, siete tan bravi e brave e sapete tante cose!
eliabel
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 30 mag 2008, 21:56

PrecedenteProssimo

Torna a La bottega degli esperimenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee