Il Coatto di castrato

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Il Coatto di castrato

Messaggioda Gaudia » 22 feb 2015, 22:20

image.jpg
Ho trovato dell'ottima carne di castrato, ho trovato 2 ricette in rete, me le sono aggiustate un pò e ho realizzato il piatto che avevo mangiato in abruzzo e che mi era piaciuto moltissimo..
Il risultato mi ha soddisfatta considerando che mi mancavano delle erbe che sicuramente gli avrebbero dato più gusto.
Il coatto è uno spezzatino "ristretto" di castrato o di pecora, che ha origini pastorali ed è tipico della montagna di Arsita, in provincia di Teramo.

Per 2 persone ho usato:
600 gr. di castrato, 1 bicchiere di olio di oliva, 150 gr. di salsa di pomodoro fatta in casa, 1 cipolla tagliata a pezzi, 2 spicchi d’aglio sbucciati e schiacciati, 1 mazzetto di odori composto da. rosmarino, salvia, maggiorana, timo,alloro ( mi mancavano l' erba pipirensis che si può sostituire con la santoreggia che non avevo comunque e il basilico), 1 bicchiere di vino bianco, sale e pepe q.b., peperoncino a volontà, 1,5 l d’acqua ( io brodo vegetale).

Sgrassare la carne,lavarla e tagliarla a pezzetti, disporla in un tegame con poca acqua salata; farla bollire per una quindicina di minuti; schiumare, toglierla dal fuoco, sgocciolarla e lavarla con acqua fredda; passarla nel tegame di coccio ed unirvi tutti gli ingredienti tranne il vino
( le erbe le ho racchiuse in una garza).
Coprire quasi completamente di brodo vegetale; far cuocere per circa 4 ore a calore moderato e tegame coperto; ogni tanto mescolare col cucchiaio di legno; a metà cottura versare il vino, aggiungendo, se necessario, altro brodo. Alla fine la carne, a prova di forchetta, dovrà risultare tenera e il sugo addensato.
Tenersi leggeri col sale inizialmente; se serve aggiustare di sale e pepe a fine cottura.
L' ho accompagnato con dei crostini di pane
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2093
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: Il Coatto di castrato

Messaggioda Rossella » 22 feb 2015, 22:52

Non ho nessuna difficoltà a trovare del buon castrato, a noi piace moltissimo, e questa tua ricetta può essere una buona alternativa. :-P o :p:
Grazie : Love :
P.s.
Mandami anche questa foto. :wink:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Il Coatto di castrato

Messaggioda Donna » 23 feb 2015, 9:05

Ricetta tipica del teramano, eri stata in vacanza verso quei litorali vero?
Bravissima! ^fleurs^
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3323
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: Il Coatto di castrato

Messaggioda anavlis » 23 feb 2015, 9:09

Deve essere davvero buono :-P o :p: e cucinato da te fantastico! : Groupwave :
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Il Coatto di castrato

Messaggioda titione06 » 23 feb 2015, 11:26

: Thumbup : miammmmmmm!
Christiane
titione06
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 25 nov 2010, 18:04
Località: BIOT in FRANCIA


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee