Ciaramicola di Valentina Barbanera

Ricette di pasticceria

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, anavlis

Ciaramicola di Valentina Barbanera

Messaggioda M.Giovanna » 1 dic 2006, 16:56

CIARAMICOLA

INGREDIENTI

500 gr di farina
5 uova (togliere due albumi che serviranno per la glassa)
100 gr di burro fuso fatto raffreddare
50 gr di strutto
3 cucchiai di mistrà
½ bicchiere fra rum e alchermes
250 gr di zucchero
Buccia grattugiata e succo di 1 limone
2 bustine di lievito in polvere (quelle per ½ kg di farine)

Per la glassa

2 albumi messi da parte prima
200 gr di zucchero a velo vanigliato
50 gr zucchero semolato
Monperiglia

Montare bene i tuorli con lo zucchero, poi aggiungere tutti gli altri ingredienti e per ultimi gli albumi montati a neve ferma e il lievito.
Il composto non deve essere liquido, ma abbastanza duretto, tanto che si farà fatica a mescolarlo.
Imburrare uno stampo per ciambella da 28 cm di diametro e versarvi il composto livellandolo.
Infornare in forno ventilato, già caldo, a 150° per 35 /40 minuti.
Intanto montare benissimo i due albumi con lo zucchero a velo e con quello semolato, per avere un risultato migliore tenere gli albumi in frigo fino al momento di montarli. Alla fine la "meringa" che ne risulta deve essere lucida e alzando le fruste, deve rimanere attaccata a queste.
Appena cotta la ciambella sformarla e metterla sul piatto di portata.
Prima che si freddi mettere sopra abbondante glassa. Mettere anche gli zuccherini colorati e infornare di nuovo per 5/10 minuti a 60° sempre con forno ventilato, poi abbassare a 20° e lasciare ancora per 1 o 2 ore o finché la glassa non si sarà asciugata.



Questo dolce in Umbria si prepara per le feste pasquali. Se si volessero realizzare delle monoporzioni, il tempo di cottura va ridotto a 25 minuti.

Un bacione a tutti e Bona Pasqua!!!
_________________
Valentina Barbanera
M.Giovanna
 
Messaggi: 272
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:36

Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee