Ciambella (estratta da una ricetta di Iginio Massari)

Ricette di pasticceria

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Ciambella (estratta da una ricetta di Iginio Massari)

Messaggioda Patriziaf » 30 giu 2014, 20:26

Cercavo qualche dolce da colazione che mi permettesse di smaltire un pò di uva passa portata dall'Australia,quella ancora attaccata al raspo, e le arance candite che mi riempiono il freezer, ho trovato questa,l'ho fatta e domani vicino ad un tè o un caffellatte una fetta di questo dolce non mancherà.
é un insieme di sapori,fragrante,sbriciolona...insomma buona.Posso dire il sapore che cercavo.
SAM_7157.JPG

La mia foto non rende molto, io non ho messo le ciliege candite sopra, ma ho usato granella di Silvana :hi e zucchero a velo di Luciana :hi

Ciambella
(estratta da una ricetta di Iginio Massari)

165 g di burro
100 g di zucchero al velo
50 g di miele d'acacia
100 g di uova intere
3 g di sale
325 g di farina debole
5 g di lievito chimico
100 g di uva passa ( * 100 g di prugne secche denocciolate)
100 g di scorza d'arancia candita
scorza di limone

Per decorare:

Un uovo intero
succo di limone
zucchero in granella


Setacciare la farina con il lievito.
Aggiungere il sale alle uova leggermente sbattute . Profumare con la scorza del limone.
Versare in planetaria il burro leggermente morbido , i due tipi di zucchero e impastare usando lo scudo.
Quando l'impasto si presenta omogeneo, unire le uova e mescolare sempre con lo scudo.
Unire la scorza d'arancia candita e le prugne tagliate a cubetti. Se, invece, si volesse aggiungere l'uva passa come da ricetta originale ricordarsi di mettere l'uvetta in ammollo, asciugarla molto bene.
Io ho omesso l'uvetta solo perché non l'avevo in dispensa.
Versare nell'impasto la farina e amalgamare il tempo necessario a consentirne l'unione.
Su un ripiano leggermente infarinato far rotolare la frolla creando una sorta di salame.
Imburrare e infarina una fascia di 22-24 cm di diametro.
Sistemare all'interno il salame di frolla e al centro un coppapasta di circa 10-12 cm in modo che la ciambella mantenga il foro centrale.

Sbattere leggermente un uovo. Unire il succo di mezzo limone e spennellare tutta la superficie della ciambella. Decorare con mezze ciliegie candite e zucchero in granella. Infornare alla T di 180°C per circa 25'. oppure fino a completa doratura.
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2638
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Ciambella d Pinella

Messaggioda Rossella » 1 lug 2014, 16:10

Patrizia, l'avevo vista tempo fà, presentata sul programma di dolcemente con M.Santin dallo stesso Massari, effettivamente mi aveva incuriosita, come si è conservata?
Grazie *smk*
p.s.
Ho copiato la ricetta dal blog di Pinella!
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Ciambella d Pinella

Messaggioda Patriziaf » 1 lug 2014, 20:36

Rossella ha scritto:Patrizia, l'avevo vista tempo fà, presentata sul programma di dolcemente con M.Santin dallo stesso Massari, effettivamente mi aveva incuriosita, come si è conservata?
Grazie *smk*
p.s.
Ho copiato la ricetta dal blog di Pinella!

L :ahaha: :ahaha: Rossella cosa significa "conservata"? 24 h coperta è ancora friabile.non arriva a domani!
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2638
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Ciambella d Pinella

Messaggioda Gaudia » 2 lug 2014, 0:24

Sicuramente ottima; da provare : Thumbup :
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2093
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: Ciambella d Pinella

Messaggioda Rossella » 2 lug 2014, 6:06

miky ha scritto:
Rossella ha scritto:Patrizia, l'avevo vista tempo fà, presentata sul programma di dolcemente con M.Santin dallo stesso Massari, effettivamente mi aveva incuriosita, come si è conservata?
Grazie *smk*
p.s.
Ho copiato la ricetta dal blog di Pinella!

L :ahaha: :ahaha: Rossella cosa significa "conservata"? 24 h coperta è ancora friabile.non arriva a domani!

Perchè la ciambella non mi convinceva molto per la consistenza, credo l'avesse provata Rosanna e non ne rimase molto soddisfatta!
Nell'esecuzione, credo di ricordare un passaggio in frigorifero della pasta frolla prima di essere messa in forma, dovrei andare a riguardare il video!
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Ciambella d Pinella

Messaggioda Patriziaf » 2 lug 2014, 13:36

Io niente frigo.....non ho letto questo passaggio.
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2638
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Ciambella d Pinella

Messaggioda Rossella » 2 lug 2014, 17:08

miky ha scritto:Io niente frigo.....non ho letto questo passaggio.

Era facoltativo!
p.s.
Ho modificato il titolo del post, il dolce è di Iginio Massari
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone


Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee