Cesar salad (USA)

Altrove e dintorni, ricette dall'estero

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

Cesar salad (USA)

Messaggioda Dida » 28 nov 2006, 8:45

Cesar Salad
Ingredienti:
insalata romana o iceberg - 1 spicchio d’aglio intero – 8 filetti di acciuga sott’olio, a pezzetti – 5 cucchiaiate di olio d’oliva extravergine – 1 cucchiaino di Worcester - ½ cucchiaino di sale - ¼ cucchiaino senape in polvere - un pizzico di pepe nero – succo di un limone o una cucchiaiata di aceto bianco - 1 tazza di crostini tostati - 5 cucchiaiate di parmigiano grattugiato grosso - uova sode (se piacciono)

Passare lo spicchio d’aglio all’interno di una ciotola da insalata, meglio se di legno; tagliare poi l’aglio a pezzettini a metterlo nella ciotola (se piace, ma non è necessario). Unire l’insalata, pulita, lavata e spezzettata con le mani, e i crostini. In una ciotolina schiacciare le acciughe e amalgamarle con l’olio, la Worcester, la senape, il pepe, il sale e il succo di limone o l’aceto, ottenendo una salsina ben mischiata. Versarla sull’insalata, aggiungere il parmigiano e le uova a spicchi, mescolare e servire.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2895
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Messaggioda Chimico » 28 nov 2006, 8:56

Senza pollo?
Avatar utente
Chimico
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 8 set 2008, 12:18
Località: Tra Milano e Como

Messaggioda Dida » 28 nov 2006, 8:58

La Cesar Salad classica non ha altri ingredienti. Nei ristoranti americani puoi trovare delle aggiunte ma sono insalate spurie.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2895
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Messaggioda Chimico » 28 nov 2006, 9:16

Dida ha scritto:La Cesar Salad classica non ha altri ingredienti. Nei ristoranti americani puoi trovare delle aggiunte ma sono insalate spurie.


Infatti io la gustavo negli USA con il pollo, e pensavo che fosse quella "classica", mentre quella senza fosse una versione per vegetariani :)

Una variante che mi piace molto, che mangiavo alla caffetteria dell'Universita' di Georgetown, usa i gamberetti saltati invece del pollo
Avatar utente
Chimico
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 8 set 2008, 12:18
Località: Tra Milano e Como

Messaggioda Chimico » 13 dic 2006, 11:31

Ieri ho visto una trasmissione di cucina americana e il cuoco ha detto che nella Caesar Salad originale le acciughe non c'erano (il leggero gusto d'acciughe arriva dalla Worcester), e le uova sono un ingrediente fondamentale, ma non sono sode bensi' "leggermente" cotte (il tuorlo era ancora fluido) e andavano rotte sull'insalata per amalgamare il tutto.

Cosi' almeno faceva lo Chef Cardini, inventore di questa ricetta.

Se non fosse che mi fido poco delle uova quasi crude, mi viene voglia di provarla...

ciao
Avatar utente
Chimico
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 8 set 2008, 12:18
Località: Tra Milano e Como

Messaggioda Chimico » 14 dic 2006, 0:56

Infatti, la "vera" (quale sará la vera poi?) non ha le acciughe, mi sembra che le acciughe sia una versione italianizzata.
MImma
Avatar utente
Chimico
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 8 set 2008, 12:18
Località: Tra Milano e Como

Messaggioda Dida » 14 dic 2006, 7:59

Mah, io ho sempre mangiato negli USA la versione che ho messo all'inizio. Anche le mie amiche americane usano quella versione, con le acciughe e l'uovo sodo. Ho chiesto loro se si mette l'uovo quasi crudo e mi hanno risposto che non si mangiano le uova crude o quasi, fanno male (testuale!).
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2895
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI


Torna a Specialità dal mondo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee