Le cassatelle siciliane

Ricette di pasticceria

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Le cassatelle siciliane

Messaggioda rosanna » 12 feb 2011, 22:47

Immagine

Quelle che mancano fanno parte dei nostri assaggi :lol: :lol: :lol:

CASSATELLE
ricetta della pasticceria "La Sorgente" di Castellammare sul Golfo"

farina 00 gr 700
semola rimacinata gr. 300
uova intere n. 2
strutto o margarina gr. 200
zucchero gr. 50
acqua e vino q.b.
sale pizzico


ricotta gr. 500
zucchero gr. 100 eventualmente gr.150
cannella q.b.
cioccolato pezzetti

Amalgamare ricotta e zucchero e lasciare in frigo per la notte.
Stendere sottilmente l'impasto, tagliare dei dischi diam 12 cm.
Mettere al centro la farcia, chiudere a semicerchio e friggere in olio profondo .
Spolverare di zucchero al velo .
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4599
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda Luciana_D » 13 feb 2011, 6:46

Ma belle!! e anche buone :D
e anche facili :lol:

Grazie Ros *smk*
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11891
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda Clara » 13 feb 2011, 10:04

E' stata la vostra colazioncina Rosanna ? :D D:Do
Molto attraenti :-P o :p , aspetto che le fai te medesima :wink: e ci riferisci il tutto :D *smk*
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6667
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda misskelly » 13 feb 2011, 15:59

....buonissime Rosanna.......quando le fai?......fai un bel passo passo...... : Thumbup :
Giovanna ...e Spike Immagine
Avatar utente
misskelly
 
Messaggi: 2034
Iscritto il: 25 mar 2008, 17:45
Località: ISERNIA

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda maria rita » 14 feb 2011, 9:31

che scoop! grazie Rosanna
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 924
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda jane » 15 feb 2011, 18:45

grazie Rosanna D:Do *smk*
Immagine
Avatar utente
jane
 
Messaggi: 1106
Iscritto il: 16 ott 2007, 21:45
Località: France, Isère, vicino a Vienne

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda Rossella » 16 feb 2011, 12:23

Belle e sicuramente buone :D
In Sicilia le versioni delle cassatelle sono tante, basta spostarsi da una provincia all'altra e qualcosa cambia nella ricetta mantenendo spesso lo stesso nome, ma vengono chiamate anche ravioli :roll: cosi come la ricetta che misi tempo fà qui.La ricetta che utilizzo adesso mi piace di più, appartiene alla famiglia Mellini, (personalmente ho diminuito la percentuale di strutto) :lol: :lol: non prevede l'uso delle uova come ti dicevo Ros.( ricordavo bene 8)) ) stamane al telefono, ma solamente farina strutto, un pò di zucchero e vino q. b.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12578
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda rosanna » 16 feb 2011, 15:06

Ross pls mettici la tua ricetta prima che mi metta all'opera *smk*
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4599
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda rosanna » 16 feb 2011, 19:33

Dal libro di Silvana "mandorle amare" di Maria Grammatico di Erice :
250 gr farina di grano duro (semola rimacinata)
250 gr farina
75 gr zucchero
25 burro
1 cucchiaio olio di oliva
1/2 cucchiaio aceto di vino
1 cucchiaio di brandy
buccia grattugiata mezzo limone
1dl acqua
Ripieno
crema ricotta con : 1/2 cucchiaino cannella, 50 gr ciocc tritato o gocce, bianco d
uovo x spennellare i bordi .stendere sfoglia alt. 0,3 cm e 12 cm diametro x ogni cassatedda in cui al centro si metteranno 2 cuchiI di ripieno
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4599
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda Rossella » 17 feb 2011, 10:22

rosanna ha scritto:Ross pls mettici la tua ricetta prima che mi metta all'opera *smk*

Yessss signora :D
1kg. di farina maiorca
125 / 150gr. di strutto ( non industriale preferibilmente)
sale q.b.
100gr. di zucchero
vino q.b. per impastare

Lavorare la farina con lo strutto fino ad assrbimento, aggiungere lo zucchero il sale ed il vino fino ad ottenere un impasto omogeneo e non troppo molle.
Coprire l'impasto e al fresco, ( non necesseriamente in frigo) lasciare riposare per tutta la notte.
Tirare la pasta con la sfogliatrice fino alla penultima tacca n° 4, riempire con la ricotta preparata cosi, (in questo caso non aggiungo il cioccolato), coprite con l'altra sfoglia siggillare e ritagliare dando la forma di cassatedda con l'apposito attrezzo, cosi friggere in olio d'oliva, la cassatedda, dovrà presentare in superfice tante bollicine a cottura ultimata.
Spolverare con zucchero semolato o a velo secondo il gusto. :saluto:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12578
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda Luciana_D » 17 feb 2011, 10:56

farina maiorca ?? :shock: cosa e'?
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11891
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda Rossella » 17 feb 2011, 11:18

Luciana_D ha scritto:farina maiorca ?? :shock: cosa e'?

E' una farina di grano tenero della varietà Maiorca, questo tipo di farina la troviamo spesso indicata nei dolci siciliani. :wink:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12578
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda rosanna » 17 feb 2011, 11:31

Telefonato stamani alla Grammatico perché le dosi del libro non mi convincevano ...la signora , un personaggio :D mi ha detto che il libro e stato scritto per gli americani e tradotto e che ci sono errori .
Farine c.s.
Zucchero 125 gr
burro o margarina 125 gr
Aceto 1 cucchiaio
Vino q.b. Silvana metterebbe Marsala
buccia limone
Niente acqua

Per il ripieno partire da 100 gr di zucchero x 500 gr di ricotta ed assaggiare x eventualmente aggiungerne.
Rossella dicci la tua
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4599
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda rosanna » 17 feb 2011, 14:36

Da Nuccio fornitore all'ingrosso a Palermo ci hanno detto di usare una normale 00 . Ci hanno guardati straniti e ci hanno chiesto chi la produce x potersi informare
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4599
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda Rossella » 17 feb 2011, 17:24

rosanna ha scritto:Da Nuccio fornitore all'ingrosso a Palermo ci hanno detto di usare una normale 00 . Ci hanno guardati straniti e ci hanno chiesto chi la produce x potersi informare

Ho fatto una ricerca u internet ed è come pensavo.
" e' una normalissima farina bianca, 00.E' chiamata cosi' per tradizione, infatti l'uso di grano tenero per la produzione del pane (destinato alle città ed alle classi meno abbienti)in Sicilia inizio' intorno al '500, quando la varietà utilizzata era il grano Maiorca, che si coltivava molto abbondantemente e dappertutto. Per tradizione quindi, nelle ricette siciliane si usa la farina di cui tu chiedi, in quanto localmente e'una sorta di sinonimo per indicare la farina di grano tenero."
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12578
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda Dario » 17 feb 2011, 18:27

Questa mi interessa particolarmente, solo che ho qualche dubbio...
Devo usare solo vino per impastare? o va bene metà vino e metà acqua? più o meno in che quantità?
Quanto sale dovrei usare? Scusate ma non so mai regolarmi con il q.b.
Una volta fatto l'impasto devo farlo necessariamente riposare tutta la notte o vanno bene anche alcune ore?
Per la farcia credo di aver capito.
Scusatemi nuovamente x tutte queste domande.
Ciao
Dario
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 2 nov 2010, 17:27

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda Rossella » 18 feb 2011, 7:26

Dario ha scritto:Questa mi interessa particolarmente, solo che ho qualche dubbio...
Devo usare solo vino per impastare? o va bene metà vino e metà acqua? più o meno in che quantità?

solo vino
Dario ha scritto:Quanto sale dovrei usare? Scusate ma non so mai regolarmi con il q.b.

un cucchiaino raso va bene
Dario ha scritto:Una volta fatto l'impasto devo farlo necessariamente riposare tutta la notte o vanno bene anche alcune ore?.

Faccio sempre riposare gli impasti che prevedono l'uso dello strutto,alcune ore mi sembrano poche, diciamo un minimo di 6 ore :wink: questo vale ad esempio anche per le cassatelle di agira che non ricordavo più di avere messo tempo fà.
Dario ha scritto:Per la farcia credo di aver capito.
Scusatemi nuovamente x tutte queste domande.
Ciao

Niente scuse, adesso mettiti all'opera e non sottrarti a chiedere se qualcosa non ti fosse abbastanza chiaro :saluto:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12578
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda rosanna » 2 mar 2011, 9:46

sono molto soddisfatta ricetta ottima di Giuseppe Giuliano, di cui avevo la dispensa e me ne ero dimenticata
ho dimezzato le dosi


1 Kg di farina
165 gr. zucchero
un pizzico di sale
vino q.b.
gr. 5 bicarbonato di ammonio
uova n. 2
gr. 115 strutto

vino q.b. significa ..molto, fino ad ottenere un impasto omogeneo e morbido. Far riposare min. 30 minuti. fare dei salsicciotti di 8 cm e stendere col matterello sfoglie sottili a forma di rettangolo.
mettere il ripieno di ricotta (500 gr. di ricotta 100 gr. di zucchero o poco piu', dipende dalla ricotta)
Friggere in olio profondo, sono veramente buonissime. Le foto stasera, non posso ora
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4599
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda anavlis » 2 mar 2011, 10:54

rosanna ha scritto:sono molto soddisfatta ricetta ottima di Giuseppe Giuliano

La ricetta che ci hanno dato alla "Sorgente" non ti convince?
Eventualmente la provo io, il sapore lo conosci, e ti faccio sapere (le cassatelle le porterò in ufficio ;-)) Come voglio provare la ricetta delle genovesi facendo la frolla con la semola.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10949
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Le cassatelle siciliane

Messaggioda rosanna » 2 mar 2011, 11:15

La ricetta della ''Sorgente" non mi ha soddisfatto come quella di Giuliano, che fa un impasto morbido e plastico che si stende bene e quindi sottile . Ho fatto anche le genovesi con 00 e rimacino e si sono spaccate .Finite nella spazzatura
:( aspetto tua ricetta . Non so perché "Pasticcieri e non" danno ricette sbagliate. Quando verrete a Napoli facciamo cassatelle tu ed io x la colazione delle amiche . Diglielo ad Adele . Sandra comincia a cercare biglietto aereo ....
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4599
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Prossimo

Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee