Carnevale con lievito naturale di Eledigi

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

Carnevale con lievito naturale di Eledigi

Messaggioda M.Giovanna » 28 nov 2006, 10:45

Ebbene si, dopo aver fatto nascere, morire, risorgere e rinvigorire il mio lievito madre per anni, a volte rifacendolo del tutto (come questa), sono di nuovo in preda alla frenesia "lievitomadrista".
E farci solo il pane mi annoia un po'.
E la voglia di qualche buon dolcetto di carnevale e' gia' comparsa, nonostante abbia in giro per casa 10 kg ( ) di panettone.
Questi sono dolcetti tipici marchigiani, volendo si possono anche fare solo col lievito di birra, come fa mia mamma (circa 20 gr per 400 gr di farina).

Non so voi, ma io li trovo irresistibili, piu' delle castagnole...


ARANCINI O LIMONCINI CON LIEVITO NATURALE

INGREDIENTI: 180 gr di lievito naturale, 200 gr di farina, 40 gr di zucchero, un uovo non freddo, mezzo bicchiere di latte, un pizzico (3 grammi circa) di lievito di birra. Per il ripieno: scorza grattugiata di 3 aranci o limoni (a me piace anche fare un mix), un bicchiere di zucchero.

La sera prima, estrarre il lievito madre che deve essere mooolto morbido (io lo tengo abbastanza fluido, come da prezioso consiglio di Fabio Fongoli), metterlo in una ciotola dove impasterete e coprite con farina e qualche cucchiaio di latte. Coprite molto bene la ciotola, fino al mattino presto.
Impastate il tutto, aggiungendo un uovo, poco latte con il lievito sciolto e lo zucchero.
Per il latte, dovrete regolarvi in base alla morbidezza del vostro lievito, per ottenere un impasto morbido ma lavorabile tipo pain brioche.
Stenderlo in un rettangolo di circa 40 cm di lunghezza e 15 di larghezza, distribuirvi la scorza grattugiata mischiata con lo zucchero, arrotolare stretto e porre a lievitare su teglia con carta forno. Potete anche tagliare in due il rotolo.
Dopo qualche ora (non deve raddoppiare, ma solo aumentare un po' perché poi cresce anche in cottura), scaldate abbondante olio in una padella, tagliate l'impasto a rondelle di circa un cm e mezzo.
Friggete da entrambi i lati, scolate su carta assorbente, fate freddare e cospargete di zucchero a velo.
Eledigi
M.Giovanna
 
Messaggi: 272
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:36

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee