carciofi nel tegame (tr)

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

carciofi nel tegame (tr)

Messaggioda luvi » 26 gen 2008, 9:37

Ecco come da sempre cuociono i carciofi a casa mia a Faenza... a me non piacevano assolutamente ma ultimamente ho provato a rifarli per mio marito che ne è goloso e mi sono stupita... sono venuti meglio!

Ingredienti per 4 persone:
10 carciofi con gambo
2 spicchi d'aglio
prezzemolo
pangrattato (1tazza da te: 2 pugni abbondanti)
pancetta stagionata (toscana) tagliata a filini
olio
1/2 litro brodo di dado

Pulite velocemente i carciofi delle foglie più dure e tagliate un po' meno di 1/3 di punta poi tagliate il gambo dalla base in modo che questa rimanga pari. aiutandovi con le dita allargate leggeremnte la parte centrale di ciascun carciofo e poneteli in una pentola larga e dal fondo spesso.
pulite anche circa 8 cm di gambo e tagliatelo a pezzetti di 2 cm; aggiungete anche i gambi negli interstizi tra i carciofi.
Tritate l'aglio con un pugno di prezzemolo e aggiungetelo a del pangrattato in una tazza , mescolando ben bene.
Spolverate ciascun carciofo, cercando di farlo entrare dentro bene, poi mettete la pacetta a striscioline.
Condire con abbondante olio il tutto e accendere a fiamma bassa con coperchio per qualche minuto poi aggiungere nel giro di 15 minuti in un paio di volte tutto il brodo cercando di inumidire il centro dei carciofi senza fare fuoriuscire la farcitura.
Lasciare ben chiuso con il coperchio a fiamma bassa per circa un'ora.
Non metto sale perchè la pancetta toscana è molto saporita e anche il brodo è già salato.

Quando me li cucinava mia mamma le foglie esterne rimanevano dure e usava dei ritagli di prosciutto.. in questo caso tutte le fogli dei carciofi diventano morbide e commestibili.. forse dipende dalla qualità dei carciofi.. purtroppo non vi so dire il nome di quelli che io trovo alla Coop di Pistoia in mazzi da 10.

Ecco due foto, prima di cuocere e prima di mangiarli.
Immagine
Immagine
luvi
 

Re: carciofi nel tegame (tr)

Messaggioda hadassa » 26 gen 2008, 11:03

io li faccio simili, però tolgo le foglioline centrali e le aggiungo al ripieno, in cui metto del cacioricotta o del pecorino morbido, e un goccio di latte (se il formaggio è abbastanza fresco non è necessario), e niente pancetta; sono buoni anche così
Fratelli umani, lasciate che vi racconti com'è andata. J Littel
hadassa
 
Messaggi: 95
Iscritto il: 8 dic 2006, 9:29

Re: carciofi nel tegame (tr)

Messaggioda luvi » 26 gen 2008, 11:19

Giovanna ha scritto:Luisa, perché specifichi "brodo di dado"? Meglio se si dispone di un buon brodo, no? :wink:

perchè mia mamma li faceva così... se si ha del buon brodo o si odia il brodo di dado nessuno vieta di usare il "brodo vero" :D
luvi
 

Re: carciofi nel tegame (tr)

Messaggioda Rossella » 26 gen 2008, 11:40

luvi ha scritto:
Giovanna ha scritto:Luisa, perché specifichi "brodo di dado"? Meglio se si dispone di un buon brodo, no? :wink:

perchè mia mamma li faceva così... se si ha del buon brodo o si odia il brodo di dado nessuno vieta di usare il "brodo vero" :D

nei miei ricordi d'infanzia ricordo che mia madre preparava tante cose buone e genuine, conserve, pomodorini secchi, astrattu(estratto di pomodoro) ma non ricordo nessuna preparazione di fondi di carne e dadi vegetali, quindi anch'io, cresciuta a dado industriale.
con gli anni e con la frequentazione dei siti di cucina, e la voglia d'imparare e migliorarmi, ho imparato tante cose, tra queste anche come preparare del buon brodo di carne. ultimamente zero e ugo ci hanno dato una superba "lezione" con passo passo, su come eseguire un fondo correttamente, da una ricetta di Auguste Escoffier un cuoco francese!
oppure qui per eseguire un buon Dado vegetale!
per fare la differenza! :wink:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: carciofi nel tegame (tr)

Messaggioda stroliga » 26 gen 2008, 14:32

così come per Rossella anche a casa dei miei, poi "da grande" a casa mia ho eliminato il dado cercando con la cottura di estrarre al meglio i sapori dagli alimenti, ma adesso qui ho scoperto il dado vegetale e da quest'anno ho cominciato a produrlo, ma prima che mi metta a fare il fondo bruno di zero e ugo...... 8))
****************************
Licia
“Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avete fatto, ma da quelle che non avete fatto.
Allora levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele.
Esplorate. Sognate. Scoprite.” (Mark Twain)

“Se avete costruito castelli in aria, il vostro lavoro non sarà sprecato: è quello il posto in cui devono stare.E adesso metteteci sotto le fondamenta.” David Thoreau
Avatar utente
stroliga
 
Messaggi: 1274
Iscritto il: 14 lug 2007, 8:27
Località: Bugliaga dentro - VCO

Re: carciofi nel tegame (tr)

Messaggioda luvi » 27 gen 2008, 10:54

:D
luvi
 


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: AhrefsBot e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee