Caduta di un mito...

Dubbi, consigli, attrezzi & c

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, Patriziaf, anavlis, Donna

Caduta di un mito...

Messaggioda Nonna Tata » 2 lug 2011, 12:57

Il pesto fatto nel mortaio è l'emblema e l'anima della cucina genovese. Ho visto una pubblicità su un quotidiano e sono andata sul sito e ho provato un tuffo al cuore! Una macchina con un braccio azionato elettricamente...che pesta nel mortaio!
Magari in seguito la comprerò...ma al momento ho provato uno scossone!
(Posso mettere il sito?)
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 743
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda Luciana_D » 2 lug 2011, 13:01

Nonna Tata ha scritto:Il pesto fatto nel mortaio è l'emblema e l'anima della cucina genovese. Ho visto una pubblicità su un quotidiano e sono andata sul sito e ho provato un tuffo al cuore! Una macchina con un braccio azionato elettricamente...che pesta nel mortaio!
Magari in seguito la comprerò...ma al momento ho provato uno scossone!
(Posso mettere il sito?)

Non indugiare,mettilo!!! :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11977
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda Sandra » 2 lug 2011, 17:54

Capisco il problema mito per una vera genovese o per una ligure ma é troppo divertente!!!! :lol: :lol: :lol:

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=8helo4lwGw4[/youtube]
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8502
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda Nonna Tata » 2 lug 2011, 18:42

Il sito è www.pestifera.it, ma vedo che Sandra c'è già arrivata...
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 743
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda Stefano S. » 2 lug 2011, 19:15

Beh, posso capire lo shock di una ligure, ma da esterno mi viene da dire che alla fine non è poi così blasfemo: il mortaio è di marmo, il pestello di legno, il movimento lento.
Anche il design un po' casalingo ha un suo fascino.
Mi domando piuttosto chi deciderà di mettersi in casa un bestione così (qui diremmo un 'cifistione' o 'cifischione' :lol: ) per fare il pesto... quante volte l'anno?
Credo che fare il pesto in casa, almeno per chi non è ligure, sia una festa e come tale richieda il rispetto di tutti i crismi.

Un saluto
Stefano S.
 
Messaggi: 219
Iscritto il: 1 giu 2008, 15:56

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda Sandra » 2 lug 2011, 20:15

Nonna Tata ha scritto:Il sito è http://www.pestifera.it, ma vedo che Sandra c'è già arrivata...

Non ho trovato pero' cosa costa..pura curiosita!!! :)
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8502
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda maria rita » 8 lug 2011, 14:57

io seguo un metodo assai più blasfemo: frullatore! Spero non mi cacciate adesso che ho confessato.
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 922
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda Nonna Tata » 10 lug 2011, 13:21

Maria Rita, anch'io lo faccio spesso col mixer, quello a pressione intermittente, così mi fermo quando è il momento e non faccio un...frullato di basilico! Mi ha solo "choccato", si fa per dire, quel braccio meccanico...
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 743
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda anavlis » 10 lug 2011, 16:45

maria rita ha scritto:io seguo un metodo assai più blasfemo: frullatore! Spero non mi cacciate adesso che ho confessato.


Cacceranno anche me!!!!! :lol: :lol: :lol: :lol:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 11470
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda maria rita » 10 lug 2011, 17:20

Meno male! Sì, anch'io lo uso ad intermittenza. Sia per il motivo che dici, sia per non surriscaldare il basilico
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 922
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda Luciana_D » 10 lug 2011, 21:18

anavlis ha scritto:
maria rita ha scritto:io seguo un metodo assai più blasfemo: frullatore! Spero non mi cacciate adesso che ho confessato.


Cacceranno anche me!!!!! :lol: :lol: :lol: :lol:

Un bel gruppetto :ahaha: :ahaha:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11977
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda Sandra » 19 ott 2011, 19:56

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=kCniMKRd-z4&feature=related[/youtube]

Due risate ed una lezione!!
Era una vita che non vedevo Govi..da piccola quando lo trasmettevano alla tele avevo l'autorizzazione di guardarla fino a tardi e mi divertivo da matti!! :D
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8502
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda rosanna » 20 ott 2011, 0:53

sandra, anche io mi divertivo da morire a vedere Govi :lol: il mortaio e' troppo faticoso e poi.. ci manca solo il mortaio in cucina, ne avevo uno piccolo ikea che non vedo piu' , devo averlo buttato
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4697
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda Nonna Tata » 21 ott 2011, 12:42

Sandra, grazie! *smk* *smk* *smk*

Io da Belloni ho fatto due corsi sul pesce, che bei ricordi! E' un amico di mio marito, per via della fede calcistica, ho un suo libro e una cartolina con l'autografo , con una dedica speciale!
Il miglior ristorante di Genova
Non perdetevi la ricetta (è dopo la scenetta di Govi), un pesto perfetto e per le non genovesi, potete vedere bene qual'è il basilico adatto.
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 743
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda miao » 13 ott 2018, 9:02

mi allaccio qui per una domanda non mi ammazzino le genovesi
Ma nel pesto con il basilico nostrano (del mio balcone ) : Chessygrin : posso aggiungere le infiorescenze ancora morbide ^sch^ la vicina mi ha consigliato di farlo ma io non mi fido ^sch^ fatemi sapere grazie *smk*
dimenticavo lo faccio anch'io col mixer ad intermittenza dopo aver fatto raffreddare contenitore e lame in frigo : Thumbup :
il mio blog
Siate sempre allegri!!
Annamaria
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 4236
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda Patriziaf » 13 ott 2018, 18:44

Io quando taglio il basilico comincio dalle foglie più tenere sopra e poi prendo le foglie grandi.ho letto che per farlo crescere bisogna tagliare le cime fino a tre giri di foglie.ha funzionato
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 3163
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda miao » 14 ott 2018, 5:34

Patriziaf ha scritto:Io quando taglio il basilico comincio dalle foglie più tenere sopra e poi prendo le foglie grandi.ho letto che per farlo crescere bisogna tagliare le cime fino a tre giri di foglie.ha funzionato

faccio lo stesso Patrizia e difatti crescono meglio ma ne ho parecchie e questa è del mese di Giugno non riesco a consumare tutte e in più a A Settembre siamo stati in vacanza ora pensate che questi fiori tra ľ altro molto profumati e morbidi possano andare con le foglie sono li da due giorni forse rinuncio :roll:
il mio blog
Siate sempre allegri!!
Annamaria
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 4236
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda anavlis » 16 ott 2018, 8:54

Annamaria prova ad aggiungere i fiori e fregatene del "disciplinare"! :lol: :lol: :lol: ci fai sapere.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 11470
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda anavlis » 16 ott 2018, 9:05

Mi hanno sempre divertito i consigli per il "vero" pesto alla genovese...non viene mai menzionata la tipologia dell'olio, la cultivar delle olive, ed è proprio l'olio che modifica il gusto. Ho sentito che anche la tipologia dell'acqua con cui si innaffia il basilico :shock: fa la differenza :lol: :lol: :lol: ma sull'olio si tace!

Ho più volte assaggiato olio genovese in purezza (panel dogane) il suo fruttato leggero e odore particolare, sicuramente fa la differenza se si utilizza un fruttato medio o intenso, con le tante variabili che caratterizzano una cultivar.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 11470
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Caduta di un mito...

Messaggioda Patriziaf » 16 ott 2018, 15:32

miao ha scritto:
Patriziaf ha scritto:Io quando taglio il basilico comincio dalle foglie più tenere sopra e poi prendo le foglie grandi.ho letto che per farlo crescere bisogna tagliare le cime fino a tre giri di foglie.ha funzionato

faccio lo stesso Patrizia e difatti crescono meglio ma ne ho parecchie e questa è del mese di Giugno non riesco a consumare tutte e in più a A Settembre siamo stati in vacanza ora pensate che questi fiori tra ľ altro molto profumati e morbidi possano andare con le foglie sono li da due giorni forse rinuncio :roll:

nei fiorellini ,una volta seccati, puo trovare i semini per il prossimo anna, li butti nella terra e rinascono le nuove piantine di basilico. :lol:
io un pò lo faccio crescere anche così, e poi compro anche i vasetti e li travaso .
frulla le foglie e una volta sminuzzate, le metti nei contenitori del ghiaccioli del freezer e rabbocchi di olio di oliva, dopo 2/3 ore li svuoti, metti in un contenitore velocemente e congeli, non si attaccano tra loro e puoi usarne un dado alla volta per il sugo o la pizza. Mi sa che già ne avevamo parlato.
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 3163
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Prossimo

Torna a Carabattole e pignate

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee