Boreg armeni

Altrove e dintorni, ricette dall'estero

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Boreg armeni

Messaggioda flokkietta » 18 mag 2013, 13:45

Ciao a tutti...sono stata a lungo assente e mi sento di dover recuperare: ho un sacco di ricettine che vorrei condividere con tutti. Non posso che ricominciare con questi borek. Molti di voi li conosceranno come turchi, altri li avranno assaggiati nei paesi Balcanici. In effetti si tratta di una preparazione che valica molti confini e culture. Io li ho assaggiati in Turchia, dopodichè ho cercato qualche pubblicazione in italiano, inglese, o almeno francese sulla cucina turco-ottomana...ma niente, solo quei volumetti tradotti in 4 o 5 lingue (compreso il giapponese) con contenuti molto banali. Poi ho "incrociato" in una rassegna letteraria Sonya Orfalian, autrice armena, ma italiana d'adozione...e mi sono innamorata del suo libro, dei suoi piatti e della sua terra...chissà che non ci passi in un prossimo viaggio.

Boreg al formaggio al forno
da "La cucina d'Armenia" di Sonia Orfalyan

Ingredienti impasto per circa 6 pezzi
250 g di farina (io metà 0 e metà 00)
2 cucchiai olio d'oliva
mezzo cucchiaino di sale
burro per spennellare
Preparare la pasta lavorando insieme tutti gli ingredienti e formando un impasto omogeneo aggiungendo l'acqua necessaria (io circa 120 ml).
dividere in 6 palline e lasciare riposare per una mezz'oretta coperte a campana.
Ripieno al formaggio:
250 g di formaggio (io 200 gr ricotta di pecora e 50 gr di ricotta semistagionata di pecora)
1 uovo
prezzemolo tritato
sale
pepe

Stendere le palline in rettangoli sottilissimi (se volete usate la macchinetta per la pasta, si fa prima), diciamo 2 di millimetri di spessore.
Spennellare di burro fuso la superficie dei rettangoli, disporre il ripieno alla base e ripiegare a triangolo fino a terminare il borek continuando a spennellare la superficie non ancora unta di burro fuso.
Terminati i fagottini (che potreste chiudere anche a sigaro o a mezzaluna)cuocere in forno preriscaldato a 180° fino a doratura( 15'/20').

Consumare caldi (il giorno dopo ne ho assaggiato uno, è buono, ma perde croccantezza.
N.b. Si possono consumare anche fritti, in questo caso la sfoglia non va unta di burro.
Altre farciture interessanti e più o meno tradizionali:
Ricotta, feta e spinaci (con un uovo per amalgamare)
Cipolla e formaggio (" " ")
Cipolla e carne macinata mista (sempre con l'ovetto per amalgamare il ripieno)

Provateli e mi direte... :cin cin:
Allegati
20130515_210440.jpg
20130515_210440.jpg (70.87 KiB) Osservato 168 volte
Florinda
Avatar utente
flokkietta
 
Messaggi: 296
Iscritto il: 24 feb 2009, 13:30

Re: Boreg armeni

Messaggioda Donna » 18 mag 2013, 15:55

li adooooroooooooo
la mia amica libanese me li ha fatti con pasta phillo fritti e ci ha aggiunto del prezzemolo, mi sembra abbia usato feta... :|?
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3318
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: Boreg armeni

Messaggioda flokkietta » 18 mag 2013, 18:30

Ciao Donna, anche io li adoro...e fritti sono in assoluto più buoni, ma qui a casa la mia dolce metà non vuole che abusiamo troppo di frittura!
Riguardo al formaggio, il libro di Orfalyan parla di "hallum" che in Italia è quasi introvabile, per cui si può sostituire con del formaggio di capra/ pecora (feta, ricotta salata...),si fa come si può! ;-)
Florinda
Avatar utente
flokkietta
 
Messaggi: 296
Iscritto il: 24 feb 2009, 13:30

Re: Boreg armeni

Messaggioda Sandra » 18 mag 2013, 20:23

Ottimi grazie!!!! :clap: :clap: :clap:
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8427
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Boreg armeni

Messaggioda Nonna Tata » 19 mag 2013, 6:56

Grazie, sono molto incuriosita dalle ricette di altri paesi! Anche qui non possiamo abusare del fritto...purtroppo, li proverò al forno
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 752
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: Boreg armeni

Messaggioda flokkietta » 19 mag 2013, 9:30

Ragazze...alla fine non sono neanche troppo "lunghi" nel procedimento...so' da provà! :)
Nonna Tata...al forno hanno il loro squisito perchè: l'importante è mangiarli appena fatti! ;-)
Prossimamente sperimenterò la versione a tortino...è tipo una lasagna di boreg: ora devo scappare, magari inserisco la ricetta anche prima di provarla.. : Chessygrin :
Florinda
Avatar utente
flokkietta
 
Messaggi: 296
Iscritto il: 24 feb 2009, 13:30

Re: Boreg armeni

Messaggioda anavlis » 19 mag 2013, 10:02

Ottimi senz'altro! adoro la piadina, che a differenza si condisce dopo la cottura in padella senza olio o grassi, e questa ricetta gli somiglia molto :wink:
grazie :wink:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10414
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Boreg armeni

Messaggioda Patriziaf » 19 mag 2013, 10:25

mettiamo in memoria anche questi...... D:Do
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2621
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Boreg armeni

Messaggioda Rossella » 19 mag 2013, 18:13

Grazie Florinda *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Boreg armeni

Messaggioda rosanna » 20 mag 2013, 8:22

Prendo la pasta Phyllo ...mica è facile stenderla come un velo ..sono buonissimi , si devono mangiare subito caldi poi si ammollano
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4406
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI


Torna a Specialità dal mondo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee