Biscotti di Lagaccio

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

ricetta dei biscotti di taggia più video

Messaggioda Rossella » 30 giu 2007, 8:42

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=YnVmo5rAEC0&mode=related&search=&locale=en_US&persist_locale=1[/youtube]

ingredienti
farina un kilo
zucchero 200
miele un cucchiaio
lievito di birra 100 gr.
300gr. di semi di anice
olio evo 150gr
acqua q.b.

li conoscete?
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda adriana » 30 giu 2007, 9:15

hanno l'aria di essere moooolto buoni , con quel sapore di anice, poi!
Slurp slurp slurp
Uffa però piantatela con ste cose che mi piacciono troppo, quando ce le faccio a calare un po' di peso????
Adriana
Avatar utente
adriana
 
Messaggi: 68
Iscritto il: 26 nov 2006, 10:20
Località: quel ramo del lago...

Messaggioda Dida » 30 giu 2007, 9:44

Sono i classici "Biscotti Lagaccio" che si fanno in tutta la riviera ligure, sia con l'anice sia senza. Io li preferisco senza, da inzuppare nel latte.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2201
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Messaggioda ila » 30 giu 2007, 13:56

Dida puo' darsi che li abbia visti in sacchetti trasparenti, e sono biscotti un pochino grossi tipo fette di pane?...se si li ho visti ma mai sentiti...quindi grazie Rossella. :D
Immagine

Le mie FOTO
Il mio blog
Avatar utente
ila
 
Messaggi: 695
Iscritto il: 12 dic 2006, 15:09

Messaggioda Dida » 30 giu 2007, 14:33

Sì Ila, sono loro, se ti capita comprali in qualche panetteria, sono fatte proprio come ci ha indicato il video di Rossella e sono buonissimi. A Camogli e a Lavagna li fanno senza semi aggiunti: provali pucciati nel latte freddo o nel cappuccino, sono una delizia, mangerei tutto il sacchetto.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2201
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Messaggioda hadassa » 29 ago 2007, 11:04

scusa Rossella, ma 100 gr di lievito di birra mi sembrano tanti; non è che si tratta di LM? anche perchè mi sembra che la ricetta origianaria dei lagaccio preveda proprio il lievito naturale.
Non ho potuto verificare io stessa nel filmato, perchè riesco a vederlo solo a scatti.
Fratelli umani, lasciate che vi racconti com'è andata. J Littel
hadassa
 
Messaggi: 95
Iscritto il: 8 dic 2006, 9:29

Messaggioda Rossella » 29 ago 2007, 12:05

hadassa ha scritto:scusa Rossella, ma 100 gr di lievito di birra mi sembrano tanti; non è che si tratta di LM? anche perchè mi sembra che la ricetta origianaria dei lagaccio preveda proprio il lievito naturale.
Non ho potuto verificare io stessa nel filmato, perchè riesco a vederlo solo a scatti.

ciao hadassa :-)
ho riguardato e riascoltato più attentamente per te, l'audio non è chiarissimo, comunque, parla chiaramente di lievito di birra, sul kilo di farina mette 200gr. di lievito di birra, :shock: e 200gr. di anice.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda hadassa » 29 ago 2007, 16:29

Grazie Rossella!
Ho guardato un pò sui miei appunti, e ho trovato:
1) un riferimento ad una ricetta di Mariber sul sito di Gennarino, con 15 gr di lievito di birra su 1, 6 kg di farina; 2) una ricetta con il lievito madre, di cui purtroppo non ho conservato l'autore, e me ne scuso; ho però l'impressione di averla presa proprio qui, nel vecchio forum; io non l'ho provata, ma ho in animo di farla: i Lagaccio me li ricordo, e sono strepitosi (ricordano un pochino le fette biscottate gentilini, quelle più dolci)

Ecco qui la ricetta, così come l'ho salvata, caso mai interessasse:

Biscotti Lagaccio
150 g lm appena rinfrescato (d'estate ne bastano circa 80 g, il resto aggiungerlo come peso farina)
400 g farina 0
70-80 g burro
100 g zucchero
un cucchiaio di malto
cucchiaino raso di sale
acqua (impasto morbido)

impastare 150 g di lm con tutti gli ingredienti, formare i filoni (3) e lasciare lievitare molto lentamente (tutta notte). Al mattino cuocere a 180°C , fino a che sono coloriti. Fare raffreddare su gratella, e lasciare riposare un giorno, avvolto in una tela. Poi tagliare in sbieco a fette, e ripassare in forno a 170-180°C per circa 20-30 minuti fino a che son belle dorate, girando le fette a metà tempo. Fare raffreddare su di una gratella.
Fratelli umani, lasciate che vi racconti com'è andata. J Littel
hadassa
 
Messaggi: 95
Iscritto il: 8 dic 2006, 9:29

Messaggioda hadassa » 29 ago 2007, 16:43

hadassa ha scritto: una ricetta con il lievito madre, di cui purtroppo non ho conservato l'autore.


forse ho trovato: la ricetta dovrebbe essere di "Paola P"
Fratelli umani, lasciate che vi racconti com'è andata. J Littel
hadassa
 
Messaggi: 95
Iscritto il: 8 dic 2006, 9:29

Messaggioda Dida » 29 ago 2007, 16:54

Confermo, la ricetta è di Paola Petrini e i biscotti sono fantastici.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2201
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Messaggioda ila » 29 ago 2007, 17:09

Ho provato a farli con la ricetta del video, con meno dosi (ho diviso se non sbaglio per 6 piu' o meno) e le metto:

farina 125 gr (in realta' ne ho messi 200 perché ho calcolato male l'acqua, siccome la ricetta non la mette io ho iniziato con 120 gr pensando fosse giusto invece é un po' troppa.)
25 gr di zucchero
18 gr di olio
12 gr di lievito
una punta di miele
ho messo essenza di anice perché non avevo i semi


Ho lavorato tutto e lasciato lievitare, preso l'impasto ho fatto un filoncino e lasciato 40 minuti a lievitare, messo su teglia con carta forno ho diviso con la spatola (non fino in fondo ho lasciato unito giusto per pochissimo) riposo di 20 minuti cotti a 190 gradi per 15 minuti.
Quando é diventato tiepido ho diviso (e si divide bene proprio come si vede nel video, quindi ho acquistato fiducia...) messo in teglia e nuovamente in forno fino a doratura.
Ho sbagliato a fare le fette sono un pochino troppo spesse.
Ne ho fatti due, una parte ocn l'anice e una parte senza e quest'ultima non l'ho dorata perché hanno un profumo ottimo tipo panini da hot dog...insomma lo devo assaggiare senza ripasso nel forno.

Immagine

Immagine

Immagine

Devo dire che secondo me il lievito é tanto rispetto alla quantita' di farina, ma non se ne sente affatto l'odore come invece avrei creduto, per il sapore vi diro' stasera dopo l'assaggio. Penso di riprovare usando meno lievito.
Ho visto adesso che c'é una nuova ricetta dove é previsto il burro, ormai non li rifaro' fino alla fine di questi, comunque é da provare anche questa :D

Aggiorno la mia impressione dopo l'assaggio, allora devono essere fatti piu' sottili e devo farli tostare di piu' altrimenti quando raffreddano prendono una consistenza troppo gommosa.
Quelli senza anice la prossima volta non li faccio dorare perché mi é piaciuto il sapore e profumo che avevano dopo la prima cottura.
Immagine

Le mie FOTO
Il mio blog
Avatar utente
ila
 
Messaggi: 695
Iscritto il: 12 dic 2006, 15:09

Re:

Messaggioda niky » 29 gen 2009, 8:57

hadassa ha scritto:Grazie Rossella!
Ho guardato un pò sui miei appunti, e ho trovato:
1) un riferimento ad una ricetta di Mariber sul sito di Gennarino, con 15 gr di lievito di birra su 1, 6 kg di farina; 2) una ricetta con il lievito madre, di cui purtroppo non ho conservato l'autore, e me ne scuso; ho però l'impressione di averla presa proprio qui, nel vecchio forum; io non l'ho provata, ma ho in animo di farla: i Lagaccio me li ricordo, e sono strepitosi (ricordano un pochino le fette biscottate gentilini, quelle più dolci)

Ecco qui la ricetta, così come l'ho salvata, caso mai interessasse:

Biscotti Lagaccio
150 g lm appena rinfrescato (d'estate ne bastano circa 80 g, il resto aggiungerlo come peso farina)
400 g farina 0
70-80 g burro
100 g zucchero
un cucchiaio di malto
cucchiaino raso di sale



acqua (impasto morbido)

impastare 150 g di lm con tutti gli ingredienti, formare i filoni (3) e lasciare lievitare molto lentamente (tutta notte). Al mattino cuocere a 180°C , fino a che sono coloriti. Fare raffreddare su gratella, e lasciare riposare un giorno, avvolto in una tela. Poi tagliare in sbieco a fette, e ripassare in forno a 170-180°C per circa 20-30 minuti fino a che son belle dorate, girando le fette a metà tempo. Fare raffreddare su di una gratella.



ho fatto questa ricetta ma sono venuti veramente duretti, il sapore è ottimo ma spaccano i denti, non so dove sbaglio :!:
niky
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 11 mar 2008, 15:07

Re: ricetta dei biscotti di taggia più video

Messaggioda niky » 6 feb 2009, 14:19

nessuno sa rispondermi???? magari qualche genovese!!non voglio rinunciare, adoro il la :!: gaccio
niky
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 11 mar 2008, 15:07

Re: ricetta dei biscotti di taggia più video

Messaggioda Luciana_D » 6 feb 2009, 16:55

niky ha scritto:nessuno sa rispondermi???? magari qualche genovese!!non voglio rinunciare, adoro il la :!: gaccio

Ciao niky :D
Hai rispettato il riposo prima di tagliare e ,ovviamente,consumare?
Quando li feci io non usai il LM e neanche rispettai i tempi.
Risultato? duretti ma buoni :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11829
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: ricetta dei biscotti di taggia più video

Messaggioda LAMUSA » 6 feb 2009, 17:11

Niky non saprei, l'unica cosa che mi viene in mente e' che se usi il lm devi fare lievitare molto di piu l'impasto: lascialo in forno tutta la notte o comunque fino a quando lo vedi ben cresciuto dopo avergli dato la forma. :saluto:
ne assaggio solo un pezzettino..
LAMUSA
 
Messaggi: 64
Iscritto il: 17 apr 2008, 18:20

Biscotti di Lagaccio

Messaggioda miao » 30 lug 2009, 8:05

Questa bella e saporita ricetta , molto semplice e' stata scritta da Maria Pia bruscia sul forum di tinatinuk
Biscotti di Lagaccio (Paola Petrini adattata da tutte le ricette pubblicate su AIC e CI)

150 g lm appena rinfrescato (in questa stagione me ne bastano circa 80 g, il resto lo aggiungo come peso farina)
400 g farina 0
70-80 g burro
100 g zucchero
un cucchiaio di malto
cucchiaino raso di sale
acqua (impasto morbido)

impasto 150 g di lm con tutti gli ingredienti, formo i filoni (3) e lascio lievitare molto lentamente (tutta notte). Al mattino cuocio a 180°C per mah non ho guardato l’orologio, fino a che sono coloriti. Faccio raffreddare su gratella, e lascio riposare un giorno, avvolto in una tela. Poi taglio in sbieco a fette, e ripasso in forno a 170-180°C per circa 20-30 minuti fino a che son belle dorate, girando le fette a metà tempo. Faccio raffreddare su di una gratella. Si conservano in scatola di latta, per poco perchè finiscono subito!!!!
Saran già 20 volte che li ho fatti... vengono una meraviglia. Andrea non vuole più i biscotti!!!! E si dispiace se la scatola di latta è vuota. E chiunque passi da casa mia mi svuota la scatolaaaaaa!!! Paola Petrini
Immagine
li ho cotti stamani e ora mi appresto a mettere la foto , forse aveva ragione Donna nel dire che dovevo aprire un panificio al posto della lavanderia :ahaha: :ahaha: :ahaha: comunque sempre caldo faceva!!! :ahaha: forse ho scoperto un talento nascosto :ahaha: Sono buoni ve li consiglio D:Do D:Do
ImmagineImmagine
stamani a colazione veramente uno tira l'altro e che profumino per la casa. D:Do
il mio blog
Siate sempre allegri!!
Annamaria
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 3594
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: Biscotti di Lagaccio

Messaggioda Clara » 30 lug 2009, 8:32

Bellissimi Annamaria, confermo, dovevi aprire un forno tu :D

Di questi biscotti di Lagaccio se ne parla anche QUI
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6382
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Biscotti di Lagaccio

Messaggioda miao » 30 lug 2009, 8:39

Clara ha scritto:Bellissimi Annamaria, confermo, dovevi aprire un forno tu :D

Di questi biscotti di Lagaccio se ne parla anche QUI

Si Clara grazie , se vuoi accorpare tu , io avevo guardato , :roll: ma non l'avevo trovata ..grazie :D ,e sono molto buoni D:Do
il mio blog
Siate sempre allegri!!
Annamaria
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 3594
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: Biscotti di Lagaccio

Messaggioda jane » 30 lug 2009, 8:39

:clap: :clap: AnnaMaria e grazie ancora D:Do
Immagine
Avatar utente
jane
 
Messaggi: 1119
Iscritto il: 16 ott 2007, 21:45
Località: France, Isère, vicino a Vienne

Re: Biscotti di Lagaccio

Messaggioda Clara » 30 lug 2009, 13:52

Ho unito , così tutti gli interventi sono più visibili :D
Grazie Annamaria :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6382
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Prossimo

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Yahoo [Bot] e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee