Baba' di Gennaro Volpe

Dubbi, consigli, attrezzi & c

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda Etta » 6 lug 2012, 15:27

Ieri sera,durante la trasmissione Alice,Gennaro Volpe ha fatto ibaba',lui mette il lievito alla fine,dopo il burro perche' altrimenti,riscaldandosi l'impasto con la planetaria,la lievitazione parte subito o qualcosa del genere,non hocapito bene,comunque questo e' ilsuo procedimento,io ero abituata a mettere sempre il burro da ultimo,voi che ne dite?Volpe e' famoso per il suo baba'..
Avatar utente
Etta
 
Messaggi: 1058
Iscritto il: 5 lug 2007, 14:04
Località: Milano

Re: Baba' diGennaro Volpe

Messaggioda Rossella » 6 lug 2012, 20:22

Ciao Etta,non conosco il babà di Gennaro Volpe :?:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Baba' diGennaro Volpe

Messaggioda Etta » 7 lug 2012, 15:57

Non mi interessava tanto il pasticcere quanto il procedimento,ossia il fatto di mettere il lievito di birra dopo il burro a pomata...
Avatar utente
Etta
 
Messaggi: 1058
Iscritto il: 5 lug 2007, 14:04
Località: Milano

Re: Baba' diGennaro Volpe

Messaggioda Luciana_D » 7 lug 2012, 21:46

Sarebbe interessante sentire direttamente da Volpe la spiegazione :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11829
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Baba' diGennaro Volpe

Messaggioda anavlis » 9 lug 2012, 12:02

Luciana_D ha scritto:Sarebbe interessante sentire direttamente da Volpe la spiegazione


Infatti!
anche perchè fino ad ora abbiamo sempre sentito dire che il burro si mette alla fine, dopo che si è già sviluppata, per evitare "che scivoli"... :|?

Personalmente rimango soddisfatta dalla ricetta di Adriano e non penso proprio a cambiarla. Il babà è perfetto!
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10429
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda Etta » 11 lug 2012, 20:49

Detto fatto,ho scritto a Gennaro Volpe che,gentilmente,mi ha risposto," il lievito va aggiunto alla fine perche' il baba' deve avere una struttura elastica.Mettendo prima il lievito,l'impasto si surriscalda durante la lavorazione e inizia a lievitare rendendo la struttura molto lenta e il risultato finale e' passimo".
Avatar utente
Etta
 
Messaggi: 1058
Iscritto il: 5 lug 2007, 14:04
Località: Milano

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda anavlis » 12 lug 2012, 8:07

Secondo questo concetto, in tutti gli impasti come colombe, panettoni, e altri lievitati importanti, si dovrebbe procedere in questo modo. A voi convince?
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10429
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda Rossella » 12 lug 2012, 9:13

anavlis ha scritto:Secondo questo concetto, in tutti gli impasti come colombe, panettoni, e altri lievitati importanti, si dovrebbe procedere in questo modo. A voi convince?

Giusta osservazione Silvana , ci vorrebbe il pare di qualche esperto, sarebbe interessante...
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda Luciana_D » 12 lug 2012, 20:18

anavlis ha scritto:Secondo questo concetto, in tutti gli impasti come colombe, panettoni, e altri lievitati importanti, si dovrebbe procedere in questo modo. A voi convince?

Boh :roll:
Cosi' crollerebbe la lavorazione di tutti i Maestri + quintali di testi al rogo :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11829
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda nicodvb » 13 lug 2012, 10:28

C'è da dire che in questi babà c'è un'enmormità di lievito, mentre nelle ricette dei panettoni e compagnia bella di solito ce n'è molto di meno.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda Etta » 13 lug 2012, 16:03

Ci sono anche tante uova..
Avatar utente
Etta
 
Messaggi: 1058
Iscritto il: 5 lug 2007, 14:04
Località: Milano

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda nicodvb » 13 lug 2012, 16:07

Ma le uova non sono un ostacolo alla fermentazione, non influiscono per niente. I problemi vengono solo da grassi, zucchero e spezie.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda Etta » 13 lug 2012, 20:31

E i tuorli non sono grassi?
Avatar utente
Etta
 
Messaggi: 1058
Iscritto il: 5 lug 2007, 14:04
Località: Milano

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda nicodvb » 13 lug 2012, 21:39

Etta ha scritto:E i tuorli non sono grassi?


solo per metà. Devo dire che in tutti i miei pasticci di questi anni non ho ma notato il minimo rallentamento di lievitazione a causa delle uova.
A volte ho fatto dei lievitati partendo da poolish o bighe di sole uova e tutto è andato magnificamente.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda anavlis » 16 lug 2012, 7:47

mettete la ricetta, così ci facciamo una idea anche noi. Solo per curiosità :|?
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10429
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda LoryC » 17 lug 2012, 8:40

Ho trovato una ricetta del babà di Gennaro Volpe su una raccolta intitolata "Scuola di pasticceria" ACCADEMIA MAESTRI PASTICCERI ITALIANI.
Si chiama Babà a modo mio

Per una torta di 20 cm di diametro (per 6 persone)
Base per babà: 165 g di farina 0 ,15 g di zucchero semolato , 180 g di uova (3 uova) , la scorza grattugiata di 1/2 limone non trattato, 65 g di burro, 4 cucchiai di acqua, 6 g di lievito di birra,3 g di sale, burro per lo stampo e per gli stampini
Setacciate la farina a fontana sul piano di lavoro,mettete al centro lo zucchero,1 uovo,la scorza grattugiata del limone e il sale e cominciate a impastare con le dita; continuate a lavorare unendo poco alla volta le restanti uova fino ad ottenere un impasto omogeneo.Incorporare il burro,ammorbidito e tagliato a pezzetti,e il lievito di birra stemperato con l'acqua; continuate a impastare fino ad avere un impasto liscio,morbido ed elastico. Lasciate riposare l'impasto per circa 15 minuti coperto con un canovaccio.
Imburrate 1 stampo scanalato per torta babà di 20 cm di diametro e 6 stampini da babà e riempiteli per 1/3 con la pasta preparata; lasciate lievitare a temperatura ambiente fino a quando l'impasto raggiungerà il bordo dello stampo e degli stampini. Fate cuocere in forno già caldo a 210 °C per 10 minuti,poi abbassate la temperatura a 180°C e proseguite la cottura per 15 minuti.
Sfornate e sformate la torta babà e i piccoli babà appena terminata la cottura.

Bagna calda al rum: 200 g di zucchero semolato, 2,5 dl di acqua , 1/2 scorza di 1 limone non trattato, 0,6 dl di rum
Portate ad ebollizione in un pentolino lo zucchero con l'acqua e la scorza del limone mescolando con un cucchiaio di legno.Togliete dal fuoco,lasciate intiepidire lo sciroppo,unite il rum e tuffate nella bagna ottenuta i piccoli babà appena sformati.
Prelevateli con una schiumarola,poneteli su una gratella per dolci posta sopra un foglio di carta da forno e lasciateli sgocciolare .

Montaggio e finitura del dolce
Spennellate più volte con la bagna calda al rum la torta babà posta sulla gratella per dolci. Trasferite la torta babà su un piatto da portata, disponete al centro i piccoli babà e servite.
Ciao : Smile :
LoryC
Lorenza
Avatar utente
LoryC
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 15 giu 2012, 12:41
Località: Ceccano(FR)

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda anavlis » 17 lug 2012, 14:11

Grazie Lorenza per averla inserita, almeno sappiamo di cosa parliamo. Certo per le valutazioni ci faciliterebbe il lavoro Adriano.
Io posso solo mettere le ricette a confronto per cercare di capire. Ripeto, il babà di Adriano mi soddisfa e non intendo cambiare ricetta. Ma quando si trova un concetto che rivoluziona quanto scritto dai più grandi pasticceri, mi piacerebbe capire meglio :D
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10429
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda Etta » 17 lug 2012, 15:14

La ricetta che lui stesso mi ha mandato e che ha presentato alla trasmissione e': gr 500 farina forte,gr.50 miele d'acacia,gr.10 sale,gr.350 uova intere,gr.100 tuorlo,,gr.25 lievito di birra,scorza di limone grattugiata,1 bacca di vaniglia,gr.200 di burro. Procedimento: impastare far,miele e i primi 300gr di uova,il sale e la buccia grat. Un po' alla volta aggiungere le restanti uova( molto lentamente). Unire il burro morbido,il lievito sciolto in un po' di acqua,continuare ad impastare fino ad avere un impasto morbido ed elastico. Far riposare 15 min. circa,in seguito versare negli appositi stampi imburrati che vanno riempiti per 1/3, far lievitare in luogo tiepido finche' arrivera' al bordo dello stampo. Cuocere a 180 gradi per circa 30 min,smodellare subito e preparare una bagna calda al rum
Avatar utente
Etta
 
Messaggi: 1058
Iscritto il: 5 lug 2007, 14:04
Località: Milano

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda anavlis » 22 lug 2012, 8:32

L'avete sperimentata?
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10429
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Baba' di Gennaro Volpe

Messaggioda Etta » 22 lug 2012, 14:32

Io no,ma mi propongo di farlo al piu' presto..
Avatar utente
Etta
 
Messaggi: 1058
Iscritto il: 5 lug 2007, 14:04
Località: Milano

Prossimo

Torna a Carabattole e pignate

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee