° angelica delle simili

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

° angelica delle simili

Messaggioda imercola » 8 giu 2007, 17:03

Immagine

Lo so che l'argomento e' vecchissimo, ma per me e' una novita' perche' dopo tanto averne sentito parlare, ieri finalmente (grazie alla mia amica Pratolina che me ne ha esaltato la bonta') mi sono decisa a farla. Pero' non avendola mai fatta, ne' assaggiata, non sono sicura di come debba risultare all'interno. Mi spiego: deve essere compatta come una brioche (ma non cosi' soffice)o deve essere bollosa come panettone di natale? Non so se sono stata chiara. Metto una foto, sperando che qualche buon'anima mi dia una risposta. Aggiungo: ho l'impressione che nonostante abbia lievitato per quasi un'ora prima di infornarla, non sia cresciuta abbastanza.
Ah dimenticavo: come si fa a farla venire lucida e non opaca sopra? Ho seguito le indicazioni spennellandola con la glassa di zucchero che ho fatto poi asciugare in forno per un minuto.
Grazie in anticipo a chi mi rispondera'!!!

Immagine

Immagine

Per completezza riporto la ricetta

Angelica, sorelle simili

Lievitino
135 gr di farina di forza
8 gr di lievito di birra
75 gr di acqua


Ingredienti

400 gr di farina di forza
85 gr di zucchero
120g di latte tiepido
3 tuoli
1 cucchiaino di sale raso
120 gr di burro morbido (a pomata)

Ripieno
75gr di uva sultanina moscato di pantelleria
75gr di arancia candita tritata
50 gr di burro fuso

Glassa
6 cucchiai di zucchero a velo (dipende dalla grandezza dell'albume)
1 chiara d'uovo

Amalgamare tutti gli ingredienti del lievitino e lasciare lievitare per 30- 40
minuti

In una ciotola mettere la farina, fare la fontana, mettere al centro il latte tiepido, i tuorli, lo zucchero il sale e amalgamare con un poco di farina tutto nel Ken e lavorarlo per 10 minuti su velocità 1.
Unire il burro e finire l'impasto battendo fino a quando si staccherà dalle pareti della ciotola (altri 5 minuiti di Ken sempre su velocità 1).
unire il lievitino e lavorare finchè i due impasti saranno ben amalgamati altri 5 minuti su vel. 1
in ciotola unta e lievitare
Rovesciarla sul tavolo infarinato e stenderla formando un rettangolo di 2-3 mm di spessore, senza lavorarla.
Pennellare abbondantemente con il burro fuso, cospargere di uva sultanina, ammollata e asciugata( io l'ho tenuta dentro un bel bichiere di zibibbo) e l'arancia candita
Arrotolare il lato più lungo.
Tagliare questo a metà per il lungo con un coltello affilato e sottile, infarinandolo ogni tanto. Separare delicatamente i due pezzi, girarli tenendo il lato tagliato verso di voi e formare una treccia facendo in modo che la parte tagliata rimanga il più possibile all'esterno.Mettere su una teglia da forno e chiudere a ciambella.
Pennellare con burro fuso e fare lievitare 30/40 minuti a campana (deva quasi raddoppiare). Cuocere in forno 200° per 20-25 minuti (statico. Nel frattempo diluire i 4 cucchiai di zucchero a velo con chiara d'uovo fino ad avere una glassa semidensa. Dopo la cottura spennellare e rimettere in forno per 30 secondi.

Immagine
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Messaggioda ila » 8 giu 2007, 17:31

Quella che faccio io e che ho chiesto ai corsi non è sofficiona tipo panettone, tipo brioche direi, ma come dici te non così­ soffice, secondo me la tua è bellissima e per la lucidatura non so dirti io la cospargo di zucchero e la metto in forno.
Una curiosità la foto l'hai fatta con quale funzione della macchina digitale o ingrandita con cosa?
Grazie Ila
Avatar utente
ila
 
Messaggi: 695
Iscritto il: 12 dic 2006, 15:09

Messaggioda Rossella » 8 giu 2007, 17:31

Ciao Imma l'angelica è buonissima, non finiremo mai di preparla e di farla conoscere ai nuovi. :-)
Ti dico secondo la mia esperienza, la treccia una volta preparata deve quasi raddoppiare, la ricetta parla di 30/40 minuti, forse avresti dovuto aspettare ancora un pò prima di infornarla, la superfice della pasta mi sembra un pò troppo colorita, dipende dalla temperatura del forno un pò alto a dalla quantità  di tempo che l'hai tenuta in forno?


tu vuoi questo tipo di glassa?
Immagine

la glassa la preparo a occhio, ossia aggiungo zucchero a velo alla glassa in base a quanto ne prende, fino ad avere la consistenza di un nastro sollevando il cucchiaio(spero di essermi spiegata)

dimenticavo la pasta si presenta compatta ma non soffice come una brioche.
Se vuoi ottenere un'angelica ancora più buona, fai fare alla pasta il riposo in frigorifero (una notte), la riprendi il giorno seguente e dopo un'ora procedi.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda imercola » 8 giu 2007, 17:46

Per Ila:
Una curiositá la foto l'hai fatta con quale funzione della macchina digitale o ingrandita con cosa?


Prima uso lo zoom e seleziono la parte che voglio, poi metto funzione AUTO e poi seleziono la funzione MF (che non so cosa significhi, ma mi da' migliori foto da vicino, almeno a me cosi' sembra!!!)

Per Rossella:

deve quasi raddoppiare, la ricetta parla di 30/40 minuti

io ho aspettato quasi un'ora, ma la prossima volta seguiro' il tuo consiglio di farla riposare in frigo durante la notte.

la superfice della pasta mi sembra un pò troppo colorita, dipende dalla temperatura del forno un pò alto a dalla quantità di tempo che l'hai tenuta in forno?


effettivamente ho notato che seguendo le indicazioni - forno a 00C - la pasta tende a scurirsi troppo velocemente. Inoltre i 20-25 minuti previsti, non mi sono sembrati sufficienti, dal momento che la pasta non era completamente cotta, cosi' ho proseguito per altri 5-7 minuti.

La lucidatura l'ho fatta come l'hai fatta tu, ma la vorrrei tipo quella di Marina B. che ho visto su un altro forum, perche' ho notato che non copre il disegno della torta, anche se devo ammettere che il gusto di questa glassa mi piace molto!

Grazie di nuovo ad entrambe per la risposta!
Imma
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Messaggioda imercola » 8 giu 2007, 17:49

Grazie a te Rossella adesso penso di sapere cosa sia il tasto MF. sono proprio un caso perso!!! >furiosi<
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Messaggioda Rossella » 8 giu 2007, 17:49

imercola ha scritto:
La lucidatura l'ho fatta come l'hai fatta tu, ma la vorrrei tipo quella di Marina B. che ho visto su un altro forum,
Imma

forse Marina B. la fà meno densa? :roll:
cosi?
Immagine
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda imercola » 8 giu 2007, 17:54

Ho letto che lei usa 6 cucchiai di zucchero a velo (invece di 4) con un albume, il che mi sembra strano perche' la glassa verrebbe sicuramente ancora piu' densa di quella che ho fatto io!
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Messaggioda Rossella » 9 giu 2007, 9:04

Per completare il thread, aggiungo ricetta.

angelica sorelle simili


Lievitino
135 gr di farina di forza
8 gr di lievito di birra
75 gr di acqua


Ingredienti

400 gr di farina di forza
85 gr di zucchero
120g di latte tiepido
3 tuoli
1 cucchiaino di sale raso
120 gr di burro morbido (a pomata)

Ripieno
75gr di uva sultanina moscato di pantelleria
75gr di arancia candita tritata
50 gr di burro fuso

Glassa
6 cucchiai di zucchero a velo (dipende dalla grandezza dell'albume)
1 chiara d'uovo

Amalgamare tutti gli ingredienti del lievitino e lasciare lievitare per 30- 40
minuti

In una ciotola mettere la farina, fare la fontana, mettere al centro il latte tiepido, i tuorli, lo zucchero il sale e amalgamare con un poco di farina tutto nel Ken e lavorarlo per 10 minuti su velocità 1.
Unire il burro e finire l'impasto battendo fino a quando si staccherà dalle pareti della ciotola (altri 5 minuiti di Ken sempre su velocità 1).
unire il lievitino e lavorare finchè i due impasti saranno ben amalgamati altri 5 minuti su vel. 1
in ciotola unta e lievitare
Rovesciarla sul tavolo infarinato e stenderla formando un rettangolo di 2-3 mm di spessore, senza lavorarla.
Pennellare abbondantemente con il burro fuso, cospargere di uva sultanina, ammollata e asciugata( io l'ho tenuta dentro un bel bichiere di zibibbo) e l'arancia candita
Arrotolare il lato più lungo.
Tagliare questo a metà per il lungo con un coltello affilato e sottile, infarinandolo ogni tanto. Separare delicatamente i due pezzi, girarli tenendo il lato tagliato verso di voi e formare una treccia facendo in modo che la parte tagliata rimanga il più possibile all'esterno.Mettere su una teglia da forno e chiudere a ciambella.
Pennellare con burro fuso e fare lievitare 30 -40 minuti a campana (deva quasi raddoppiare). Cuocere in forno 200° per 20-25 minuti (statico. Nel frattempo diluire i 4 cucchiai di zucchero a velo con chiara d'uovo fino ad avere una glassa semidensa. Dopo la cottura spennellare e rimettere in forno per 30 secondi.
p.s.
spero di rifarla a breve, vi dirò come ho modificato io.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda francesca » 10 giu 2007, 20:48

Io l'ho fatta parecchie volte, dopo il corso, inoltre da quando conosco la versione di Roberta Bianchi, con noci e cioccolato, faccio solo quella.
L'interno della tua mi sembra perfetto, è così che deve venire. Se la vuoi soltanto lucidare, e non glassare, ti consiglio di usare zucchero a velo e acqua, una pastellina ben fluida, di spennellare il dolce cotto e di infornarlo ancora qualche minuto, nel forno caldo ma spento. A me risulta come dici tu, ha sempre un grande successo :wink:
francesca
Avatar utente
francesca
 
Messaggi: 256
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:58
Località: lonato del garda

Messaggioda imercola » 10 giu 2007, 22:38

Grazie Francesca del suggerimento di usare uno sciroppo di zucchero per lucidare l'angelica! Ci provero' senz'altro, magari usando anche la tua idea di ripieno!
Imma
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Messaggioda imercola » 20 giu 2007, 2:29

Oggi ho riprovato a rifare l'angelica, seguendo i vostri suggerimenti. Ho tuttavia cambiato l'impasto (pasta alla cannella) e il ripieno (crema di mandorle. cioccolato e ciliege ubriache). Ho anche evitato la glassa per via del contenuto molto ricco!
La foto appena la riesco a caricare (oggi ho problemi con image shack)
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Messaggioda Rossella » 20 giu 2007, 7:50

imercola ha scritto:Oggi ho riprovato a rifare l'angelica, seguendo i vostri suggerimenti. Ho tuttavia cambiato l'impasto (pasta alla cannella) e il ripieno (crema di mandorle. cioccolato e ciliege ubriache). Ho anche evitato la glassa per via del contenuto molto ricco!
La foto appena la riesco a caricare (oggi ho problemi con image shack)

bravissima, :-) a Firenze ho comprato lo zucchero mascobado, (qui non lo trovo)è un pò che ci penso, pensavo di provare aggiungendolo all'impasto :D
Aspetto di vedere e sapere com'è la tua.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Dida » 20 giu 2007, 7:53

Ross io uso il muscovado in tantissimi dolci, da un gusto particolare che a me piace molto, specie se unito al cioccolato :lol:
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2199
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Messaggioda Mariella Ciurleo » 20 giu 2007, 8:47

Anche a me piace molto lo zucchero Muscovado. Lo trovo nei negozi del Commercio equo e solidale.

Un bacio
Mariella
Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono (G. Gaber)
Avatar utente
Mariella Ciurleo
 
Messaggi: 392
Iscritto il: 4 dic 2006, 8:28
Località: Roma (Q.re Talenti)

Messaggioda imercola » 20 giu 2007, 15:32

Ragazzi devo ammettere che e' venuta eccezionale e di solito non mi faccio i complimenti facilmente (anche qui in ufficio da mio marito hanno molto apprezzato!):la pasta e' venuta molto piu' morbida della prima volta; il profumo di cannella all'interno non e' per niente stucchevole e combinato con la crema di mandorle, il cioccolato e le ciliege... TO DIE FOR!!! ho appena finito di slurparmene un epzzo. Mi sa che andro' per un secondo!
comunque ecco la foto:
Immagine

l'interno: risulta diverso dall'angelica originale per via del ripieno cremoso

Immagine

vi invito vivamente a sperimentarla!!!!
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Messaggioda Rossella » 20 giu 2007, 15:34

Lydia ha scritto:Imma sto sbavando davanti allo schermo!!!!!!!!!!!!

anch'ioooooooooooooooooo :D
Imma che pasta alla cannella hai fatto , dai raccontaci...sai che amo la sperimentazione :D
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda imercola » 20 giu 2007, 15:39

ho semplicemente aggiunto 5 gr di cannella all'impasto originale delle simili. Sembra tanto, ma non lo e': da' il colore scuretto alla pasta e un profumo delizioso!
Il ripieno come vi dicevo e' la crema alle mandorle che uso per farcire i cornetti; le ciliege le ho messe a macerare in alcol da un bel po' di tempo e il cioccolato lo taglio a pezzetttoni. Non sono grandi cose, ma il risultato e' diverso e libidinoso!
Tra l'altro usando la crema alle mandorle che e' a base di burro, evito di spennellare la pasta col burro.
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Messaggioda Rossella » 20 giu 2007, 15:42

imercola ha scritto:ho semplicemente aggiunto 5 gr di cannella all'impasto originale delle simili. Sembra tanto, ma non lo e': da' il colore scuretto alla pasta e un profumo delizioso!
Il ripieno come vi dicevo e' la crema alle mandorle che uso per farcire i cornetti; le ciliege le ho messe a macerare in alcol da un bel po' di tempo e il cioccolato lo taglio a pezzetttoni. Non sono grandi cose, ma il risultato e' diverso e libidinoso!
Tra l'altro usando la crema alle mandorle che e' a base di burro, evito di spennellare la pasta col burro.

quindi stessa pasta delle simili senza riposo in frigorifero?
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda imercola » 20 giu 2007, 16:05

la crema alle mandorle la trovo da qualche parte o non l'hai mai pubblicata?


veramente l'ho pubblicata due volte, ma non e' mai stata notata.


E' una crema multiuso, che e' pratica e veloce da fare; si puo' conservare in frigo o congelarla e si puo' usare in moltissime preparazioni. Anzi, una volta l'ho cotta nei pirottini per mini muffin e sono venuti fuori dei dolcetti alle mandorle fantastici.

stessa pasta delle simili senza riposo in frigorifero?


Esatto, anzi con la temperatura caldo-umida che abbiamo ieri avuto a Houston, ho avuto una perfetta lievitazione (ho messo il contenitore fuori al patio coperto), seguendo tutti i tempi suggeriti dalla ricetta! L'ho infornata ieri sera e stamattia era perfetta.
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Messaggioda Rossella » 21 giu 2007, 17:47

Stessa pasta delle simili con qualche piccola modifica:ho sostituito 50gr. di zucchero semolato con zucchero mascobado, ho diminuito di 2gr. il lievito di birra rispetto alla ricetta e ho aggiunto un cucchiaino di malto nel lievitino, dopo la lavorazione l'ho lasciata puntare una mezz'ora, sigillato e messo infrigorifero(ieri sera) fino a dopo pranzo di oggi.
ho fatto un'emulsione con burro farina di mandorla e dulce de leche :lol: spalmato su tutta la superficie della pasta prima di arrotolare, spennellato di burro fuso prima di mettere in forno.
niente glassa in superficie, forse stasera un pò di zucchero a velo...mò ci penso.

Immagine
perdonate la foto cosi scarsona, è fatta con il cell, fino a quando Lisa non mi spedirà  la mia digitale sarà  così :evil: :cry:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Prossimo

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee