Aiuto.. pane

Dubbi, consigli, attrezzi & c

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Aiuto.. pane

Messaggioda rulaura » 8 lug 2009, 18:14

ho bisogno del vostro aiuto. è un pò di tempo che provo varie ricette per fare il pane, seguo tutto alla lettera, ma perchè il pane fatto in casa, non viene come quello del panificio?
Intendo dire, che quello fatto in casa pesa tantissimo... per non parlare di come diventa gnucco il giorno dopo (lo conservo come la maggior parte dice, in un sacchetto di carta).
Voi sapreste dirmi perchè? :|?
Grazie a tutti!
:saluto:
rulaura
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 16 apr 2009, 13:39

Re: Aiuto.. pane

Messaggioda maxfede » 8 lug 2009, 18:43

ciao!
io il pane lo faccio regolarmente e ottengo ottimi risultati, faccio l'impasto nella macchina del pane lo faccio lievitare poi lo riprendo faccio le forme, le peso le faccio lievitare nuovamente e poi lo inforno.
Viene leggero e buono. Quello in più lo congelo e così ce l'ho sempre!
non so se ti sono stata d'aiuto..nel mio blog ce ne sono parecchie di ricette se magari vuoi provare o hai bisogno d'aiuto citofona!!! ciao Federica
maxfede
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 14 mar 2009, 11:15
Località: Polverara Padova

Re: Aiuto.. pane

Messaggioda miao » 8 lug 2009, 19:42

Ciao Rulaura, ho appena sfornato una corona di pane. Ho fatto vari esperimenti, sia con il lievito di birra e sia con la pasta madre che da un po' e' diventato il mio lievito base,di solito lo impasto a mano,e credo che comunque le cose cambino da ricetta a ricetta i primi tempi mi veniva cosi' come hai detto tu(gnucco) ma ora piano piano con la pratica si riesce sempre meglio, poi c'e' ne sono una varieta' infinita e qui' sul forum troverai pane per i tuoi denti :lol: :lol: abbiamo il favoloso Adriano Cortinisio e altre bravissime impastatrici che ti daranno parecchi consigli e incoraggiamento ti metto la foto di quello che oggi ho fatto, ciao e in bocca al lupo, buona panificazione!!Annamaria
Immagine
fuori e' croccante e dentro e' morbido,
Immagine
prova la ricerca troverai tante informazioni, ciao e buon lavoro!! :saluto:
p.s.con la pasta madre ho trovato che risulta si mantenga piu' a lungo
il mio blog
Siate sempre allegri!!
Annamaria
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 3594
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: Aiuto.. pane

Messaggioda Sandra » 8 lug 2009, 20:43

rulaura ha scritto:ho bisogno del vostro aiuto. è un pò di tempo che provo varie ricette per fare il pane, seguo tutto alla lettera, ma perchè il pane fatto in casa, non viene come quello del panificio?
Intendo dire, che quello fatto in casa pesa tantissimo... per non parlare di come diventa gnucco il giorno dopo (lo conservo come la maggior parte dice, in un sacchetto di carta).
Voi sapreste dirmi perchè? :|?
Grazie a tutti!
:saluto:

Se ci racconti come lo fai forse potremo darti una mano!! :D
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8433
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Aiuto.. pane

Messaggioda rulaura » 10 lug 2009, 11:12

Se ci racconti come lo fai forse potremo darti una mano!! :D



Seguo esattamente la ricetta (l'ultima che ho provato è tratta dal libro "Facile come il pane" ricetta: Il pane di Iris), invece di impastare a mano, ho impastato con il KA a velocità 2 (quella adatta agli impasti lievitati), poi ho seguito la ricetta (messo a riposare per 1 ora e mezza facendo già i panini), e poi ho infornato sempre seguendo le indicazioni.
rulaura
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 16 apr 2009, 13:39

Re: Aiuto.. pane

Messaggioda cinzia cipri' » 10 lug 2009, 18:06

rulaura, spiegaci meglio quanto lievito usi per un'ora e mezza di lievitazione e in quanta farina (e acqua)
Il pane viene gnucco quando non ha lievitato a sufficienza e non e' stata incorparata aria sufficiente.
Ormai sempre, dopo aver fatto la prima lievitazione di base con una piccola percentuale di farina+acqua+malto+lievito, lasciata a riposare per una mezzoretta.
Dopodiche' impasto col resto delle farine o della farina, aggiungo ancora acqua secondo quanta ne richiede l'impasto, dopo 10 minuti, il sale.
metto a lievitare per il tempo necessario (che non e' stabilito dalle ricette, visto che non ne seguo piu', ma osservo l'impasto. quando e' raddoppiato faccio la prova dito, che consiste nel puntare con un dito la pasta e vedere se rimane la fossetta o se mi torna indietro.) Se fa la fossetta ci siamo: e' il momento di dare la forma. Copro il pane con uno strofinaccio umido e attendo altri 15 minuti che si stabilizzi la pasta.
Nel frattempo accendo il forno: la temperatura deve salire ben 20° in piu' rispetto a quella di cottura. questo perche' quando tu apri il portello del forno, la temperatura inevitabilmente scende e, quindi, il pane si trovera' in un ambiente non perfettamente idoneo.
Ricorda sempre di mettere un pentolino con acqua dentro al forno per creare un po' di vapore e di togliere il pentolino dopo una decina di minuti se i panini sono piccoli, dopo venti se e' un pane unico grande.
per far fuoriuscire il vapore, tieni il forno socchiuso a fessura per qualche minuto (col tempo imparerai ad aprirlo e chiuderlo secondo necessita')
Infine, quando spegni il forno, lascia il pane a riposare ancora a fessura per 5 minuti prima di tirarlo fuori.
ultima raccomandazione che miviene in mente al volo: quando tiri fuori il pane, lascialo raffreddare a testa in giu', cioe' poggiato su una punta. Questo aiutera' il tuo pane a mantenersi meglio anche il giorno dopo.
mi sono sbagliata: altra raccomandazione. Un pane preparato con una biga (vedere voce biga qui nel forum) ti durera' anche 3-4 giorni senza problemi. In generale, una lenta lievitazione permettera' al pane di mantenersi nel tempo.
Quindi il trucco e' poco lievito, lunga lievitazione e non te ne pentirai.
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Aiuto.. pane

Messaggioda miao » 10 lug 2009, 20:09

rulaura ha scritto:ho bisogno del vostro aiuto. è un pò di tempo che provo varie ricette per fare il pane, seguo tutto alla lettera, ma perchè il pane fatto in casa, non viene come quello del panificio?
Intendo dire, che quello fatto in casa pesa tantissimo... per non parlare di come diventa gnucco il giorno dopo (lo conservo come la maggior parte dice, in un sacchetto di carta).
Voi sapreste dirmi perchè? :|?
Grazie a tutti!
:saluto:

Il perche' non so' dirtelo ma se vuoi prova quello che ha appena fatto Alexs QUI'mi sa' che e' buonissimo , lo faro a breve!! :wink:
il mio blog
Siate sempre allegri!!
Annamaria
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 3594
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: Aiuto.. pane

Messaggioda rulaura » 15 lug 2009, 16:55

GRAZIE a tutte di cuore! :fiori:
Appena farò altro pane vi aggiorno.
Credo di aver capito una cosa: diffidare delle ricette per il pane veloce! Il pane ha bisogno di tempo e io devo darglielo per poter lievitare bene. :wink:
Grazie ancora!

PS. comunque non mi arrendo! : Chef :
rulaura
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 16 apr 2009, 13:39

Re: Aiuto.. pane

Messaggioda cinzia cipri' » 15 lug 2009, 20:28

rulaura ha scritto:GRAZIE a tutte di cuore! :fiori:
Appena farò altro pane vi aggiorno.
Credo di aver capito una cosa: diffidare delle ricette per il pane veloce! Il pane ha bisogno di tempo e io devo darglielo per poter lievitare bene. :wink:
Grazie ancora!

PS. comunque non mi arrendo! : Chef :

brava rulaura!
il pane ha bisogno di tempo e va assecondato.
Cerca qui su panperfocaccia e trova belle ricette: mi raccomando anche la farina! ci vuole quella giusta...
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo


Torna a Carabattole e pignate

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee