Agnello ai marroni e uvetta (Tunisia)

Altrove e dintorni, ricette dall'estero

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Agnello ai marroni e uvetta (Tunisia)

Messaggioda Typone » 5 apr 2007, 12:48

Questa ricetta fa parte delle ricette dolci-salate tanto amate dagli orientali. In Tunisia si fa con la carne di montone, ma potete farlo con l'agnello.

500g. di Spalla o coscio di agnello a spezzatino
135g di olio evo
1 grossa cipolla a fettine sottili
300g di castagne secche rinvenute in acqua per almeno 12 ore
1 pugno di uvetta sultanina
100g di ceci ammollati per almeno 12 ore
50g di zucchero
cannella in polvere
boccioli di rose polverizzati
sale e pepe nero in polvere

Fare un miscuglio con cannella in polvere e polvere di rose e passarci i pezzi di agnello come se fosse farina.
Fare sudare (non rosolare) la cipolla in olio evo in tegame.
Buttarci la carne, alzare il fuoco e fare rosolare bene il tutto.
Aggiungere le castagne, lo zucchero, i ceci e l'uvetta, salare e pepare e coprire con acqua o brodo di carne poco salato.
Portare a bollore poi abbassare al minimo, coprire il tegame e lasciare cuocere per almeno 1 ora, girando ogni tanto e controllando il liquido.
La carne deve essere molto tenera e il sugo abbastanza ristretto.
Servire con semola di cuscus.

T.
Typone
 

Messaggioda Rossella » 5 apr 2007, 13:31

E questa appena la legge Giovanni mi tortura sicuro :lol: :lol:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Donna » 6 apr 2007, 7:54

questi boccioli di rose danno un tocco "romantico" alla ricetta.... :lol:

Typ, nel mio libro di cucina ebraica avevo trovato una versione di agnello alle castagne, ti risulta?
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3324
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Messaggioda Typone » 6 apr 2007, 9:28

Donna ha scritto:questi boccioli di rose danno un tocco "romantico" alla ricetta.... :lol:

Typ, nel mio libro di cucina ebraica avevo trovato una versione di agnello alle castagne, ti risulta?

Non la conosco in versione ebraica ma può essere benissimo...Ce la trovi, per favore?

T.
Typone
 

Messaggioda cipina » 6 apr 2007, 20:09

Cade a fagiolo con l'agnello che ho in freezer!
"Ma che fai, mi prendi per i fornelli?"
cipina
 
Messaggi: 190
Iscritto il: 26 nov 2006, 10:56
Località: Pavia

Messaggioda Typone » 6 apr 2007, 20:22

cipina ha scritto:Cade a fagiolo con l'agnello che ho in freezer!


Fammi sapere...

:wink:

T.
Typone
 

Messaggioda Donna » 7 apr 2007, 7:11

Typone ha scritto:
Donna ha scritto:questi boccioli di rose danno un tocco "romantico" alla ricetta.... :lol:

Typ, nel mio libro di cucina ebraica avevo trovato una versione di agnello alle castagne, ti risulta?

Non la conosco in versione ebraica ma può essere benissimo...Ce la trovi, per favore?

T.


Nel libro "viaggio illustrato nella cucina ebraica" (Claudio Aita)
Agnello con le castagne (Turchia)
1kg di aren di agnello(spalla), 500g di castagne, abbondante rosmariro, alloro, salvia e prezzemolo, 1 cipolla, il succo di un limone, 1 cucchiaino di cannella macinata, sale e pepe olio di oliva.


fate soffriggere la cipolla tritata con olio di oliva. Quando avraà assunto un colore dorato, aggiungete la carne di agnello a pezzi, alloro, salvia, rosmarino, prezzemolo, succo di limone nonchè sale e pepe. Versate l'acqua e fate cuocere a fuoco molto lento. A parte indidete le castagne e ftele arrostire sul fuoco o al forno. Sbucciatele e, alcuni minuti prima della sua completa cottura, aggiungetele all'agnello che deve rimanere comunque ben tenero.

Se oggi le pulizie di casa e le commissioni mi permette di avere un pò di tempo, aggiungo anche il montone alle prugne e carciofi, ricetta degli ebrei che nordafricani (sempre secondo il libro).
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3324
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Messaggioda Typone » 7 apr 2007, 10:02

Grazie!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

*smk*

T.
Typone
 

Messaggioda cipina » 8 apr 2007, 17:55

Altrochè Ty!
Per oggi sono andata sul sicuro, cosciotto arrosto con panure di pane, burro, erbe aromatiche e aglio. Pressata la panatura sulla coscia e messo in forno per un due ore e mezzo, prima scoperto e poi coperto con foglio di alluminio.
Buono e semplice.
Prossimamente scortico la spalla e magari la costina (ho dovuto prendere mezzo agno, ma non ne sono pentita), e poi lo faccio in questo modo.

Cipina - Francesca

PS: Lucrezia va matta per agno e capro...Io alla sua età schifavo tutta la carne, e in particolare queste!
"Ma che fai, mi prendi per i fornelli?"
cipina
 
Messaggi: 190
Iscritto il: 26 nov 2006, 10:56
Località: Pavia

Messaggioda Typone » 8 apr 2007, 20:04

cipina ha scritto:Altrochè Ty!
Per oggi sono andata sul sicuro, cosciotto arrosto con panure di pane, burro, erbe aromatiche e aglio. Pressata la panatura sulla coscia e messo in forno per un due ore e mezzo, prima scoperto e poi coperto con foglio di alluminio.
Buono e semplice.
Prossimamente scortico la spalla e magari la costina (ho dovuto prendere mezzo agno, ma non ne sono pentita), e poi lo faccio in questo modo.

Cipina - Francesca

PS: Lucrezia va matta per agno e capro...Io alla sua età schifavo tutta la carne, e in particolare queste!

Lucrezia è una buongustaia! :D
Fammi sapere...

T.
Typone
 


Torna a Specialità dal mondo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee